Cliccate qui per vedere il video della carriera del 16 agosto 2011                   vecchie bottiglie di vino da scambiare



L'Onda ha vinto il Palio di luglio




La contrada dell'Onda ha vinto il Palio di Siena del 2 luglio 2012 in onore della Madonna di Provenzano, conquistando il Drappellone realizzato dall'artista umbro Claudio Carli in ricordo dell’ottavo centenario della prima venuta di San Francesco a Siena (1212).
Tre giri da vero Imperatore riportano il Palio in Malborghetto dopo 17 anni. Luigi Bruschelli detto Trecciolino e Ivanov dominano la carriera del 2 luglio conquistando il cencio dipinto dal maestro Claudio Carli. I cavalli escono dall'Entrone alle 19.28, con 2 minuti di anticipo rispetto all'orario previsto.
La busta mette così in ordine le 8 contrade: Onda, Aquila, Giraffa, Selva, Drago, Leocorno, Nicchio e Bruco di rincorsa. Dopo pochi istanti il mossiere Natale Chiaudani manda tutti fuori per cercare di creare l'allineamento giusto. I cavalli rientrano tra i canapi, l'Aquila mostra i consueti problemi intravisti già nelle prove e si becca un richiamo dal mossiere. Piuttosto irrequieto anche il Nicchio, con Girolamo che forza la mossa e cade sul tufo fortunatamente senza conseguenze.
Pochi minuti dopo la prima mossa falsa, il Bruco entra e l'Onda scatta subito in testa seguita da Aquila, Giraffa, Leocorno, Selva e Nicchio che dopo una partenza dalle retrovie cerca di prendere una traiettoria interna. Più staccate Drago e Bruco. Gigi Bruschelli gira in testa, la Giraffa va giù ma nella spianata riesce a superare l'Aquila. Si arriva al primo Casato con l'Onda che mantiene la testa, seguita dalla Giraffa e dal Nicchio che dall'interno sorpassa l'Aquila, mentre il Leocorno cade. Al secondo ingresso a San Martino l'Aquila, che all'altezza del verrocchino aveva nuovamente sorpassato il Nicchio, gira larga e permette a Nicchio e Drago di passare. Si arriva al secondo Casato con le posizioni invariate, nell'ordine Onda, Giraffa, Nicchio, Drago, Aquila e Selva. Ultimo San Martino con Trecciolino che rischia di cadere perchè Ivanov va giù, ma l'Imperatore rimane a cavallo e mantiene la prima posizione seguito dalla Giraffa e dal Nicchio che arriva fortissimo dalle retrovie. Si arriva infine all'ultimo Casato, l'Onda gira prima, Girolamo su Misteriosu sorpassa la Giraffa e tenta l'assalto finale, ma l'Onda ormai è imprendibile.
Luigi Bruschelli detto Trecciolino conquista la sua tredicesima e riporta il Palio nell'Onda dopo 17 anni di astinenza.



Anche Chiocciola non parteciperà al Palio


A seguito, infatti, della richiesta, da parte della Contrada dell’attivazione dell’art. 50 del Regolamento del Palio, il Collegio veterinario composto dal veterinario comunale Col. Marco Reitano, dal Prof. Gaetano Mari, nominato dal Magistrato delle Contrade, e dal veterinario della Contrada interessata, Dr. Marco Astrologo "al fine di salvaguardare l’incolumità di Nestore De Aighenta e degli altri partecipanti alla Carriera, e di assicurare rapidi tempi di guarigione (3-5 mesi)" ha ritenuto, per l’accertamento di una infrazione di grado secondo alla terza falange dell’anteriore destro, inopportuna la partecipazione del cavallo al Palio.
Si ricorda che un Palio corso con soltanto 8 contrade si ebbe il 16 agosto 1986. Anche in quell'occasione furono due rivali a non partecipare alla corsa: Valdimontone e Nicchio (cfr.)
E' la terza volta, in questo Secolo, che la contrada non può prendere parte alla corsa per infortuni occorsi ai propri cavalli.





La Tartuca non correrà il Palio


Lamagno, il baio castrone di 8 anni andato in sorte al popolo di Castelvecchio, non correrà il Palio di Siena. La Contrada della Tartuca per la tutela del cavallo e della Festa senese dopo aver preso atto della situazione clinica del cavallo (era stato esentato ieri pomeriggio dalla Prova Generale), e dell’esame radiologico effettuato dalla Commissione veterinaria del Comune insieme al veterinario di Contrada, dove è stata accertata una infrazione di un processo retrossale della terza falange dell’anteriore sinistro, ha deciso di ritirare il cavallo dalla Carriera.
Dalla diagnosi effettuata Lamagno risulta guaribile in circa tre mesi



CONTRADE CHE NON HANNO POTUTO PARTECIPARE AL PALIO



Dirette in TV e in Streaming

La diretta del Palio del 2 Luglio sarà effettuata in esclusiva per l’Italia da RAI Due con inizio alle ore 18,45 e fino alla conclusione della manifestazione. In caso di prolungamento oltre le 20,30 le immagini passeranno senza interruzione su altro canale RAI che sarà comunicato al momento. Telecronisti Susanna Petruni e Maurizio Bianchini.
Su Siena e Toscana l’evento sarà coperto da Canale 3 e Siena TV a partire dalle Prove regolamentate del 28 Giugno e così per tutti gli altri quattro giorni della Festa secondo gli orari tradizionali.
Sotto i media accreditati per le dirette del Palio in Streaming. Per accedervi basta cliccare sopra uno dei bottoni.

        

     



La conferenza stampa del Commisario Laudanna


Si è svolta stamani, 2 c.m., alle ore 12 la conferenza stampa di presentazione della Carriera del commissario prefettizio Laudanna, che ha illustrato le linee direttive della sua esperienza paliesca.
Ribadendo la sua curiosità rispetto al mondo contradaiolo Laudanna ha fatto un plauso al ricordo di San Francesco, che sottolinea il legame coi valori spirituali.
Nel confermare il suo impegno, Laudanna si è scusato per qualche svarione organizzativo ed ha chiesto comprensione per chi come lui si avvicina al mondo del Palio con curiosità e dedizione.



Il Bruco ha vinto la Provaccia


La Contrada del Bruco ha vinto la “Provaccia” del Palio di luglio, che si è corsa questa mattina. Alla prova non ha partecipato la Tartuca, che ha ritirato il cavallo per una infrazione di un processo retrossale della terza falange dell’anteriore sinistro.
Cambio di monta nella Chiocciola, con Amsicora che sostituisce Filuferro.
Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

LEOCORNO - MAGIC TIGLIO - Andrea Chessa detto Nappa II
GIRAFFA - MOEDI - Andrea Mari detto Brio
NICCHIO - MISTERIOSU - Alessio Migheli detto Girolamo
DRAGO - LAMPANTE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
BRUCO - MISSISSIPPI - Giuseppe Zedde detto Gingillo
CHIOCCIOLA - NESTORE DE AIGHENTA - Antonio Siri detto Amsicora
AQUILA - MISSISIPPI - Giovanni Atzeni detto Tittia
ONDA - IVANOV - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
SELVA - INDIANOS - Silvano Mulas detto Voglia



Il Bruco ha vinto la Prova Generale


La Contrada del Bruco ha vinto la Prova Generale, preceduta dal drappello dei Carabinieri, a cavallo di 12 soggetti grigi. Esentato il cavallo della Tartuca, Lamagno, per una algia podale.
Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

SELVA - INDIANOS - Silvano Mulas detto Voglia
ONDA - IVANOV - Luigi Bruschelli detto AQUILA - MISSISIPPI - Giovanni Atzeni detto Tittia
CHIOCCIOLA - NESTORE DE AIGHENTA - Gianluca Mureddu detto Filuferro
BRUCO - MISSISSIPPI - Giuseppe Zedde detto Gingillo
DRAGO - LAMPANTE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
NICCHIO - MISTERIOSU - Alessio Migheli detto Girolamo
GIRAFFA - MOEDI - Andrea Mari detto Brio
LEOCORNO - MAGIC TIGLIO - Andrea Chessa detto Nappa II



L'Onda ha vinto la quarta prova


La Contrada dell'Onda ha vinto la quarta prova del Palio di luglio. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

GIRAFFA - MOEDI - Andrea Mari detto Brio
DRAGO - LAMPANTE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
TARTUCA - LAMAGNO - Francesco Caria detto Tremendo
AQUILA - MISSISIPPI - Giovanni Atzeni detto Tittia
BRUCO - MISSISSIPPI - Giuseppe Zedde detto Gingillo
SELVA - INDIANOS - Silvano Mulas detto Voglia
NICCHIO - MISTERIOSU - Alessio Migheli detto Girolamo
CHIOCCIOLA - NESTORE DE AIGHENTA - Gianluca Mureddu detto Filuferru
LEOCORNO - MAGIC TIGLIO - Andrea Chessa detto Nappa II
ONDA - IVANOV - Luigi Bruschelli detto Trecciolino



Paura per Massimino


Nella giornata di sabato 30 giugno l'ex fantino plurivittorioso Massimino II al secolo Massimo Coghe, è rimasto coinvolto in un incidente stradale in moto, presso la Coroncina, sulla Cassia Sud in direzione della Val D'Arbia. Massimino ha riportato la frattura di entrambe le gambe. Non è in pericolo di vita, ma ne avrà per qualche mese, tra degenza e riabilitazione. Lo staff del nostro sito www.ilpalio.org fa i migliori auguri di pronta guarigione a Massimino.



Il Drago ha vinto la terza prova


La Contrada del Drago ha vinto la terza prova del Palio di luglio. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

ONDA - IVANOV - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
LEOCORNO - MAGIC TIGLIO - Andrea Chessa detto Nappa II
CHIOCCIOLA - NESTORE DE AIGHENTA - Gianluca Mureddu detto Filuferro
NICCHIO - MISTERIOSU - Alessio Migheli detto Girolamo
SELVA - INDIANOS - Silvano Mulas detto Voglia
BRUCO - MISSISSIPPI - Giuseppe Zedde detto Gingillo
AQUILA - MISSISIPPI - Giovanni Atzeni detto Tittia
TARTUCA - LAMAGNO - Francesco Caria detto Tremendo
DRAGO - LAMPANTE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
GIRAFFA - MOEDI - Andrea Mari detto Brio



Le entrate fra i canapi durante le prove


C' è un ordine tradizionale con cui le Contrade prendono posto tra i canapi durante le prove e quest'ordine viene dettato dall'art.62 del Regolamento del Palio.

Prima prova:
Ordine nel quale le Contrade furono estratte a sorte per partecipare al Palio.

Seconda prova:
Ordine suddetto invertito.

Terza prova:
Ordine d'estrazione della Contrada per l'assegnazione dei cavalli.

Quarta prova:
Ordine suddetto invertito.

Quinta prova:
Ordine avuto dai cavalli per procedere alla loro assegnazione.

Sesta prova:
Ordine suddetto invertito.



La Chiocciola ha vinto la seconda prova


La Contrada della Chiocciola ha vinto la seconda prova del Palio di luglio. Due le nuove monte: Sebastiano Murtas nella Tartuca e Francesco Conti nella Selva. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

BRUCO - MISSISSIPPI - Giuseppe Zedde detto Gingillo
TARTUCA - LAMAGNO - Sebastiano Murtas
DRAGO - LAMPANTE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
CHIOCCIOLA - NESTORE DE AIGHENTA - Gianluca Mureddu detto Filuferro
NICCHIO - MISTERIOSU - Alessio Migheli detto Girolamo
AQUILA - MISSISIPPI - Giovanni Atzeni detto Tittia
SELVA - INDIANOS - Francesco Conti
LEOCORNO - MAGIC TIGLIO - Andrea Chessa detto Nappa II
GIRAFFA - MOEDI - Andrea Mari detto Brio
ONDA - IVANOV - Luigi Bruschelli detto Trecciolino


I FANTINI CHE HANNO CORSO SOLTANTO LE PROVE
a partire dal 1888




La Giraffa ha vinto la prima prova



La Contrada della Giraffa ha vinto la prima prova del Palio di luglio. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

ONDA - IVANOV - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
GIRAFFA - MOEDI - Andrea Mari detto Brio
LEOCORNO - MAGIC TIGLIO - Andrea Chessa detto Nappa II
SELVA - INDIANOS - Bastiano Sini
AQUILA - MISSISIPPI - Giovanni Atzeni detto Tittia
NICCHIO - MISTERIOSU - Alessio Migheli detto Girolamo
CHIOCCIOLA - NESTORE DE AIGHENTA - Gianluca Mureddu detto Filuferro
DRAGO - LAMPANTE - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
TARTUCA - LAMAGNO - Francesco Caria detto Tremendo
BRUCO - MISSISSIPPI - Giuseppe Zedde detto Gingillo




L'assegnazione dei cavalli



1. LAMAGNO   Tartuca
2. INDIANOS   Selva
3. IVANOV   Onda
4. MISSISIPPI   Aquila
5. NESTORE DE AIGHENTA   Chiocciola
6. MISSISSIPPI   Bruco
7. LAMPANTE   Drago
8. MISTERIOSU   Nicchio
9. MOEDI   Giraffa
10. MAGIC TIGLIO   Leocorno
Cinque i cavalli esordienti. Dei soggetti che hanno già partecipato al palio solo Mississippi ne è stato vincitore (2 luglio 2011), mentre quelli che hanno maggiore esperienza sono Lampante e Indianos, prescelti per la 4ª volta.
Due cavalli hanno il nome simile: Mississippi (quello che vinse lo scorso anno), e il debuttante Missisippi.

TUTTI I CAVALLI DEL 2000                 LE SCHEDE DI TUTTI I FANTINI




Le batterie


Dei 31 ammessi alla Tratta non si sono presentati Nerone Sauro e Freesby.
Nel corso della Terza batteria una brutta caduta per Silvano Mulas che è stato visitato per accertamenti medici da parte del personale. Nessun problema invece per Magic Tiglio.



I cavalli ammessi alla Tratta

Di seguito l’elenco dei 31 cavalli (con accanto il nome del proprietario) ammessi alla Tratta che si terrà domani 29 giugno:

1 BONGO BINGO Giancarlo Rossi
2 BUIOTTO Fabio Giustarini
3 FREESBY Luca Francesconi
4 GAMMEDE Francesco Maria De Mauro
5 GIRA E RIGIRA Marco Sampieri
6 GUESS Fabio Romanelli
7 GUSCHIONE Simone Berni
8 INDIANOS Benedetta Gualtieri
9 INSOMMA Fabio Romanelli 10 ISTRICEDDU Serena Butteri
11 ITALIANA DE SEDINI Federica Luchetti
12 IVANOV Alessandro Fontani
13 LAMAGNO Andrea Mari
14 LAMPANTE Alessandro Bandini
15 LO SPECIALISTA Fabio Fioravanti
16 MAGIC TIGLIO Massimo Coghe
17 MARROCULA Alessandro Favilli
18 MIGUEL Simone Santi
19 MISSISIPPI Federico Ghiani
20 MISSISSIPPI Osvaldo Costa
21 MISTERIOSU Filippo Toti
22 MOEDI Stefano Bramerini
23 MONOPOLIO Luca Francesconi
24 MONTIEGO Mark Harris Getty
25 MOROSITA PRIMA Simona Rodoni
26 NERONE SAURO Simone Berni
27 NESSIE Niccolino Floris
28 NESTORE DE AIGHENTA Osvaldo Costa
29 NOBILE NILO Bernardino Vanni
30 NON E’ FRANCESCA Fabio Romanelli
31 OMODEOS Nicola Sandroni





Presentato il drappellone

La Carriera dedicata alla Madonna di Provenzano celebra la venuta a Siena di S. Francesco d’Assisi


CLICCA SUL PALIO
PER L'ALTA DEFINIZIONE   
ANCHE DEL RETRO
   
Il drappellone con richiami a S. Francesco di Assisi, a ricordo dell’ottavo centenario della sua prima venuta a Siena (1212), è stato realizzato da Claudio Carli, nato nella stessa terra che dette i natali a questo grande personaggio della Chiesa cattolica e dell’umanità tutta.
L’opera realizzata da Carli richiama la vita del “poverello”. Essenziale e, al contempo, ricca. In primo piano la riproposizione del saio del religioso. <>. Una trama di lana grigia. Grezza. Povera. In contrapposizione alle ricchezze terrene che aveva rifiutato. Sulla destra un bastone, quello che la tradizione vuole che Francesco abbia piantato in terra, nei pressi di un eremo fuori Porta Ovile, durante la sua prima visita a Siena, per sedare una serie di sanguinosi scontri tra nobili e popolani. E da quel bastone ecco nascere un leccio carico di ghiande, realizzate, nella parte alta (la cupola), in rame e con il frutto dipinto con i colori delle 10 Contrade che prenderanno parte al Palio del 2 luglio.
Nell’estremità superiore del drappo di seta, sulla sinistra, l’immagine della Madonna, con il simbolo del Santo di Assisi riportato nella corona.
La vergine, ritratta in età giovanile, ha lineamenti dolci, come una fanciulla. Il suo viso traspira e richiama la pace, la stessa professata dal Santo.
Con il suo lavoro artistico Claudio Carli, ha saputo, in maniera tutt’altro che semplice, rendere omaggio a S. Francesco, che sul concetto di povertà aveva impostato la sua regola; e sulla Festa di Siena, dove la bellezza, veicolata dalla magnificenza dei costumi, sfila nel Corteo storico che precede la corsa.
Alternanza di contrapposti, per tecniche e materiali, all’interno di un’ambientazione fortemente significante e ricca di memorie, dove la creatività sollecita una riflessione sul tema della committenza.
Sulla seta, volutamente lasciata grezza, per esaltarne ancor di più la preziosa consistenza, la tavolozza di Carli ha lavorato con le sole tonalità del grigio. Colore non colore, in grado di sprigionare i richiami ed i rimandi simbolici che solo l’arte riesce a trasmettere, ma con una profondità ed uno spessore concettuale che il cromatismo, talvolta, annulla. I rami del leccio continuano anche sul retro del drappellone. Lo avviluppano in un abbraccio di continuità. Qui trovano spazio le Contrade che non partecipano al Palio. In basso un brano tratto dal Cantico delle creature: "Laudato sii mi Signore per sora nostra madre terra la quale ne sostenta et governa et produce diversi frutti con coloriti fiori et herba". Una preghiera, al tempo stesso inno alla vita, che suggella la fratellanza tra l’uomo e la natura.
Un richiamo alla terra senese e al suo Palio. All’unicità di una ripetizione da secoli rivissuta, e da secoli in grado di proporre, ogni volta, squarci temporali in bilico tra il passato e il presente.
"L’ho realizzato con amore, gioia e felicità, perché sono innamorato di Siena, delle sue Contrade e del suo Palio". Questo il commento dell’artista che vede in questa città "una comunità straordinaria, un modello per altre realtà".


Claudio Carli

LEGGI LA SUA BIOGRAFIA



Il sonetto di Beppe Pallini sul drappellone


IL DRAPPELLONE DI S.FRANCESCO

C’è la Madonna fatta perbenino,
ma San Francesco dove s’è nascosto ?
l’ho cercato per bene, diobonino,
e un riesco a vedello in nessun posto !

Dato ch’era modesto, piccinino,
forse sta dietro ‘l saio o un po’ discosto,
ma il valore del cencio è il vaticino,
che quel Carli profeta avea proposto:

secondo te, chi l’avrebbe mai detto
che il pittore ci aveva indovinato
quando andò a presentare il su’ bozzetto ?

Quel tonacone tutto rattoppato,
co’ li stemmi di Siena nel prospetto,
voleva di’ il Comune rottamato.

25 giugno 2012





Il Masgalano 2012

Il Masgalano offerto dalle Società di Contrada è stato realizzato dagli studenti dell'istituto d'Arte
   
 
La luce dell’argento con la forza e la passione dei colori del Palio. Gli studenti della sezione scultura del Liceo artistico/Istituto d’arte “Duccio di Buoninsegna” hanno realizzato lo splendido Masgalano, offerto dalle Società di Contrada per i due Palii di quest’anno.
L’ambito premio, andrà, infatti, alla migliore comparsa che si distinguerà, per eleganza e dignità di portamento e coordinazione, durante la sfilata nel Corteo storico che precederà le Carriere.
Per l’ideazione, e realizzazione dell’opera, i ragazzi hanno scelto l’oggetto simbolo che, forse più di ogni altro, racchiude ed esprime il concetto di arte. Una tavolozza creata con il prezioso metallo, con al centro un pennello, la cui punta ripropone i colori della Balzana, lo stemma di Siena. Accanto a questo, il logo ufficiale del Comune, del Magistrato delle Contrade e del Comitato Amici del Palio.
I colori, in terracotta, disposti a raggiera, sembrano appena depositati. Vivi. Un cromatismo che richiama, senza riproporre nel dettaglio, le Contrade di Siena. Negli incroci e negli incontri dei toni, così come nella scelta numerica, sono dieci, come i cavalli al canape. Sembrano pronti ad essere usati da quel pennello di setole nere e bianche che impersona la città. Un senso di freschezza pura, come la creatività di questi giovani studenti dediti all’arte.



Chi correrà a luglio



AQUILA, GIRAFFA, LEOCORNO, NICCHIO, ONDA, SELVA, CHIOCCIOLA, DRAGO, TARTUCA e BRUCO



clicca qui per vedere chi correrà ad agosto





Una classe di contradaioli

La foto venne scattata alla fine dell'anno scolastico 1964/65. Si trattava della IV sez.B della scuola Elementare G.Pascoli. Nessuno si sarebbe mai aspettato che ben tre di quei bambini sarebbero diventati Capitani di Contrada.


Partendo da sinistra e dal basso verso l'alto:
1ª fila - 1° Paolo Pierini (già consultore del Priore dell'Istrice); 6° Maurizio Vanni (Capitano vittorioso della Giraffa)
2ª fila - 4° Orlando Papei (ideatore di questo sito); 7° Marco Mancianti (già Vicario del Drago)
3ª fila - 2° Marco Carletti (Presidente della Soc. Trieste); 3° Guido Burrini (Capitano della Lupa); 4° Mario Corbelli (Capitano del Nicchio)
4ª fila - Giuseppe Bonetto (già Barbaresco dell'Oca)

LE CARICHE PER IL 2012



Natale Chiaudani è il nuovo mossiere

La decisione dei capitani delle 17 Contrade di Siena è stata rapidissima: nessun dubbio sulla scelta del nome per sostituire Bartolo Ambrosione sul verrocchio. Si tratta di Natale Chiaudani, uno degli azzurri del salto ad ostacoli, nome di grande levatura nel mondo dell'ippica.
La commissione composta da Mario Corbelli, Riccardo Coppini e Roberto Zalaffi ha spiegato che la scelta è caduta su Chiaudani per l'alto profilo e l'entusiasmo con cui si avvicinava al Palio di Siena, senza dimenticare la sua grande esperienza nel mondo dei cavalli.
Tanti i successi in carriera, compresa la medaglia d'oro ai Giochi del mediterraneo nel 2005.
E' il 43° Mossiere a partire dal 1894, anno in cui venne adottata l'attuale regola che prevede che la nomina del Mossiere venga suggerita dal Comune su segnalazione dei Capitani. PER SAPERNE DI PIU'





Le nomine per il Palio di luglio

La giunta comunale in data 30 maggio, ha nominato Natale Chiaudani come mossiere per il Palio del 2 luglio 2012 e deliberato i nomi dei Deputati della Festa; degli Ispettori della pista; dei Giudici della vincita e del Maestro di Campo. Massimo Lelli, della Nobile Contrada dell’Oca; Fabio Santini, della Contrada della Torre e Paolo Betti, della Contrada Priora della Civetta saranno i Deputati della Festa, mentre sono stati nominati Ispettori di pista Stefano Biagi; della Contrada Sovrana dell’Istrice; Luca Chiantini, della Contrada della Lupa e Claudio Pepi della Contrada di Valdimontone. I Giudici della vincita, invece, saranno Giovanni Valacchi, della Contrada della Pantera; Marcello Venturini, della Contrada della Torre e Mauro Civai della Contrada Sovrana dell’Istrice. Franco Sodi, invece, sarà il Maestro di Campo.

I MOSSIERI        I DEPUTATI DELLA FESTA        GLI ISPETTORI DI PISTA        I GIUDICI DELLA VINCITA



       

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena