Cliccate qui per vedere il video della carriera del 16 agosto 2010                


All'Oca il Palio per la Madonna di Provenzano


Giovanni Atzeni, detto Tittia, vince con Mississippi la sua seconda Carriera per la contrada di Santa Caterina



Siena ha corso il suo Palio. L’Oca ha vinto in un’esplosione di gioia.
L’attesa di questi quattro giorni finalmente ha avuto il suo epilogo con la vittoria di Giovanni Atzeni, detto Tittia, su Mississippi, un baio, esordiente, di sei anni.
La seconda vittoria per Tittia, e con gli stessi colori: il tricolore bianco, rosso, verde della Contrada di Fontebranda.
Come una previsione, un pronostico, il fato, ancora una volta, ha sbaragliato ogni pronostico e, in un gioco incredibile del destino, a vincere è stata l’Oca, l’unica Contrada con i colori della bandiera italiana, proprio ora che si stanno festeggiando i 150 anni dell’Unità.
Sfuggita la paura della pioggia, caduta copiosa in questi giorni, la città, tutta, si è riunita dentro la magica conchiglia di Piazza del Campo. Ha aspettato con snervante pazienza che Siena, attraverso la Passeggiata storica che precede la corsa, facesse conoscere al mondo le radici di questa Festa unica. Il perché della sua forte caratteristica identitaria. La passione e l’amore dei suoi abitanti che da secoli rinnovano il loro tributo alla Madonna di Provenzano con il Palio del 2 luglio.
I cavalli si sono allineati tra i canapi. Pronti per la partenza: Istrice, Pantera, Bruco, Valdimontone, Tartuca, Drago, Oca, Lupa. Di rincorsa la Civetta.
Parte in testa l’Oca seguita dal Drago e dal Valdimontone. Al primo S. Martino gira il Bruco, seguito da Valdimontone e dalla Civetta. Al Primo Casato il fantino del Bruco cade, l’Oca la supera. Resterà prima fino alla vittoria.
La corsa è finita, seguendo l’esortazione di Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia e dottore della Chiesa Universale: “Orsù figliuoli dolcissimi, correte questo Palio, e fate che solo sia uno quello che l'abbia...”. Lo ha avuto la sua Contrada, la stessa che vinse nel 1861, data storica per il nostro Paese.
Il drappellone dipinto da Tullio Pericoli, per un gioco magico del destino, che a Siena è di casa, è andato alla Contrada che, per cromatismo, rappresenta l’Italia.
Quel pezzo di seta, sognato e amato, adesso è nelle loro mani che, con bramosia lo toccano, lo sfiorano, per credere al loro sogno diventato realtà.
La grande Festa senese ha ripetuto il suo rito carico di senso religioso e di pura umanità. Sì, perché qui si prega mentre quei barberi (cavalli ndr) galoppano sull’anello di tufo. Si prega nella Chiesa di Contrada quando il cavallo viene benedetto poco prima del suo ingresso in Piazza. Si prega, dopo, per ringraziare la Vergine.
La luce si è abbassata su questa giornata senza sole. I canti vittoriosi riecheggiano per le vie medievali. Una parte della città festeggia felice avvolta nei colori delle loro bandiere. Giovani, vecchi e bambini tutti insieme. Agli altri solo la bocca piena di commenti, e una tristezza bagnata di lacrime. La speranza è nella prossima Carriera del 16 agosto, quando il fato continuerà a decidere sugli uomini.



La Tartuca vince la Provaccia, monte invariate




La prova (più una sgambata che altro) è stata vinta dalla Contrada della Tartuca con Giosuè Carboni detto Carburo su Ivanov. Buono spunto in partenza di Oca e Valdimontone. Buono spunto in partenza di Oca e Valdimontone.

Queste le accoppiate contrada - cavallo con le monte della Provaccia:

BRUCO - Lampante - Giuseppe Zedde detto Gingillo
LUPA - Elfo di Montalbo - Gianluca Fais detto Vittorio
OCA - Mississippi - Giovanni Atzeni detto Tittia
VALDIMONTONE - Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
CIVETTA - Marrocula - Andrea Mari detto Brio
ISTRICE - Moedi - Walter Pusceddu detto Bighino
PANTERA - Miguel - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
TARTUCA - Ivanov - Giosuè Carboni detto Carburo

e di rincorsa DRAGO - Indianos - Alessio Migheli detto Girolamo



La provaccia rimandata alle 10.00 circa


Dalle trifore di Palazzo Comunale è stata esposta la bandiera bianca che indica il rinvio dell'inizio della prova a causa del forte temporale che si è abbattuto a Siena nel pomeriggio di ieri: i fantini usciranno dal Cortile del Podestà alle 10.00 circa. Da segnalare anche che la temperatura si mantiene ben al di sotto delle medie stagionali.



Giosuè Carboni si chiamerà Carburo


   

Durante il discorso al termine della tradizionale cena, il Capitano della Tartuca ha svelato il soprannome di Giosuè Carboni che domani correrà il suo primo Palio con il nomignolo di Carburo.
Carboni, nato a Nuoro il 23 novembre 1980, aveva già disputato due prove (la prima e la sesta) nel luglio 2008 con la Torre montando Elfo di Montalbo.



Comunicato ufficiale della Contrada della Chiocciola




Comunicato ufficiale emanato dalla Cancelleria della Contrada della Chiocciola, che pubblichiamo, salutando con affetto tutti i contradaioli di questa Contrada:

"La Contrada della Chiocciola, esprimendo il profondo dolore per quanto accaduto al cavallino Messi, prenderà parte al Corteo Storico con le bandiere abbrunate e con il tamburo a suono cupo.
La Festa per il rione di San Marco si interrompe così, in maniera triste ed inattesa e si infrangono nel modo peggiore, sogni e speranze di tutti i chiocciolini.
Si ringraziano le Consorelle e i tanti Contradaioli per gli attestati di solidarietà e di vicinanza che sono stati espressi in queste ore".


A titolo informativo, per gli extra-moenia, l'incidente di oggi a Messi è avvenuto proprio nel pieno dei festeggiamenti annuali per la festa titolare della Contrada, dedicata ai Santi Apostoli Pietro e Paolo. La tradizione vuole proprio che questi festeggiamenti si svolgano nel corso dei giorni del Palio di Provenzano.



Il sindaco di Siena, Franco Ceccuzzi, interviene sull'incidente che è costato la vita al cavallo della Chiocciola: “Il Palio è un patrimonio della nazione e deve essere tutelato da tutte le istituzioni italiane”




Riceviamo dal Comune di Siena, e pubblichiamo, il seguente comunicato stampa:

La tutela e la valorizzazione di una manifestazione secolare che si effettua senza soluzione di continuità dal 1632 e di cui abbiamo documentazione che risale fino all'anno 1238, appartiene innanzitutto alla città che la esprime, la fa vivere e la farà sempre vivere giorno dopo giorno, tutto l'anno, ma è anche un valore ed un patrimonio di tutta la nostra nazione.

E' per questo che è compito di tutte le istituzioni italiane rispettare e difendere la Festa senese, così come ogni manifestazione che esprima la cultura, la storia, le tradizioni, la socialità dei nostri territori.

L'intimità del Palio non può essere violata. La sua capacità di adattamento ai tempi è sempre stata tale da riuscire a porre in essere tutti gli accorgimenti necessari a garantire il rispetto e la tutela di ogni essere vivente.

Con questo spirito e con grande serietà, con abnegazione, tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute hanno profuso grande impegno per migliorare la sicurezza dei cavalli e dei fantini. Ricordo solo le centinaia di visite veterinarie che effettuiamo ogni anno, lo screening ematico, gli addestramenti, il protocollo equino, le protezioni a San Martino, l'esclusione dei purosangue, il monitoraggio sistematico della pista, il pronto intervento con lettiga e clinica specializzata, gli studi biometrici e tanto altro ancora.

Il Palio non è una competizione, è una metafora della vita e come tale può restare vittima della fatalità che colpisce, anche in modo crudele, chi si prodiga con impegno e con affetto per prevenire ogni incidente. Un'attenzione presente in tutte le fasi della Festa perché l'amore dei senesi per il cavallo vive nel cuore di ogni contradaiolo.

Siamo profondamente affranti per la morte del cavallo Messi e siamo vicini alla Contrada della Chiocciola colpita da questo triste e imponderabile evento. Tutta la città si stringe attorno al Popolo di San Marco.



Franco Ceccuzzi
Sindaco di Siena




Elenco degli ospiti del Palio di Siena


E' stato comunicato l'elenco degli ospiti del Comune di Siena in occasione del Palio del 2 Luglio 2011. Questo l'elenco completo:

  • Josep Guardiola (Pep), allenatore del Barcellona Calcio
  • Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana
  • On. Ivano Strizzolo Ambasciatore Corea presso la Santa Sede – consigliere culturale Dong Kim
  • Vice ambasciatore Duglas Hengel – USA
  • Ambasciatore Repubblica di Corea – Ambasciatore Kim Young Seok
  • Sindaco di Ascoli Piceno – Guido Castelli
  • Ambasciata di Francia – Consigliere Culturale Jean Mare Sèrè - Cherlet
  • Dott. Michele Costantino – Compagnia petrolifera Erg
  • Segretario Nazionale Feneal – Uil – Emilio Correale
  • Segretario Regionale Feneal – Uil - Ernesto D'Anna




  • Per una volta senesi e fiorentini d'accordo




    Per sciogliere la tensione e cercare di stemperare la tristezza, che è ancora tanta, per quanto accaduto nella giornata di oggi, desideriamo riportare questa dichiarazione ufficiale del sindaco di Firenze, Matteo Renzi.

    "Può sembrare strano che lo dica un fiorentino, ma il Palio di Siena è una bellissima tradizione che consente a quella città di essere ben governata e l'attenzione che c'è a Siena per i cavalli non c'è da altre parti. Sono assolutamente solidale con il sindaco Ceccuzzi".

    Così il sindaco di Firenze Matteo Renzi si è schierato a difesa del Palio e di Siena in una dichiarazione ufficiale.



    Annullata anche la Prova Generale





    Il Comune di Siena ha diramato un comunicato in cui si annuncia che la Quinta Prova o Prova Generale è stata annullata a causa delle forti piogge intervenute sul territorio comunale nella giornata di oggi. A giudicare dall'andamento del meteo sembra invece che lo svolgimento della Sesta Prova o Provaccia, in programma domani mattina, non sia a rischio. Guarda il video della tempesta che si è abbattuta su Siena oggi 1° luglio. Le immagini si riferiscono alla Costa di S.Antonio, Osteria "La Chiacchiera".





    La Carriera sarà con nove Contrade ai canapi



    In seguito al doloroso incidente occorso al cavallo della Chiocciola, Messi, la Contrada della Chiocciola non prenderà parte alla Carriera di Provenzano.
    Per vedere un riepilogo di tutti i palii in cui una Contrada non poté prendere parte, cliccate qui.



    Permangono condizioni di forte pioggia a Siena


    E' quasi certa l'esposizione della bandiera verde da Palazzo Pubblico (per gli extra-moenia, la bandiera verde significa: Prova annullata). A rischio anche la Sesta Prova o Provaccia di domattina. Al momento su Siena si sta abbattendo una forte pioggia e la temperatura è calata di dieci gradi. Anche le tradizionali cene nelle Contrade sono a rischio di svolgimento.



    Intervista al dottor Marco Reitano, veterinario comunale della Festa


    Video dell'intervista che Canale3Toscana ha fatto al dottor Marco Reitano, veterinario comunale della Festa, a proposito dell'incidente occorso al cavallo della Chiocciola, Messi.
    CLICCATE QUI PER IL VIDEO DELL'INTERVISTA




    Grandinata a Siena: a rischio lo svolgimento della Prova Generale


    Su Siena si è abbattuto nuovamente un acquazzone potente, che si è trasformato in grandine. La Prova Generale di stasera è a serio rischio di svolgimento.



    E' morto Messi, il cavallo della Chiocciola






    Grave incidente al cavallo Messi nella prova del mattino al secondo giro, immediati i soccorsi, ma il cavallo della Chiocciola non è sopravvissuto all'urto




    Riceviamo dal Comune di Siena, e pubblichiamo, questo comunicato stampa che ci riempie tutti quanti di dolore:

    Grave incidente a Messi nella prova del mattino al secondo giro, immediati i soccorsi - Il cavallo della Chiocciola non è sopravvissuto all'urto Alla prova del mattino di oggi primo luglio, durante il secondo giro di piazza si è verificato un grave incidente al cavallo Messi della Contrada della Chiocciola, che per un’errata traiettoria alla curva di San Martino, ha urtato violentemente. Immediatamente soccorso e trasferito alla Clinica del Ceppo, il cavallo, nonostante le immediate cure del caso, veniva a morte presumibilmente per shock cardio-circolatorio.

    Il webmaster




    Ilpalio.org sfiora un milione di accessi unici




    Il nostro sito www.ilpalio.org sfiora un milione di accessi unici, per la precisione a stamani sono 977.477 accessi di utenti unici, a partire da quando abbiamo lanciato il sito nel maggio del 2003. Pertanto entro la fine di questo mese, ci apprestiamo a raggiungere un milione di visite.
    Come molti di voi sanno, c'è una bella differenza tra click e accessi unici, quando si parla di web, quindi la cosa ci riempie di sano orgoglio. Inoltre il nostro sito www.ilpalio.org è indicizzato da tutti i motori di ricerca come il principale sito esistente su Internet dedicato alla Festa di Siena.
    La permanenza media dei visitatori è di circa 5 minuti per visitatore unico (per i canoni del web è parecchio!!!), il che testimonia, se non lo si fosse capito, che i nostri visitatori sono molto attenti e cercano nel nostro sito informazioni precise e dettagliate.
    Il nostro sito è diventato inoltre un punto di riferimento per chi studia il Palio e cerca statistiche di ogni genere sulla Festa più bella del mondo. Riceviamo numerose email da parte di studiosi e professori che intendono fare ricerche sul Palio e che ci chiedono informazioni e che, purtroppo, non possiamo aiutare a causa del gran numero di richieste.
    Ovviamente il nostro sito resta libero da qualsivoglia genere di pubblicità ed è gestito da uno staff di volontari, solo per passione. Ma questo, i nostri amici più assidui lo sanno di già... :-)


    Successivamente, 3 anni fa, abbiamo lanciato il nostro canale su YouTube ed anche qui abbiamo riscosso e riscuotiamo un successo davvero insperato. Il nostro canale del sito, che si chiama appunto wwwilpalioorg, è raggiungibile cliccando qui sotto sul link al canale.



    http://www.youtube.com/wwwilpalioorg


    Il canale YouTube è stato lanciato quasi esattamente tre anni fa, cioè il 26 giugno 2008, poco prima della Carriera di Provenzano e ad oggi (1 luglio 2011) abbiamo ricevuto 397.175 visualizzazioni singole di filmati.
    Il che fa grosso modo una media di 135 mila filmati visti ogni anno ed una media di 360 filmati visti al giorno, tutti i giorni dell'anno, anche a dicembre! Ovviamente è una media statistica... In questi giorni stiamo toccando i duemila filmati visti ogni giorno!!!

    Memorizzate il canale sul vostro browser e tornate a visitarci anche su YouTube, perché stiamo inserendo i filmati video dei cavalli del Palio di Siena.
    I filmati dei cavalli sono peraltro visibili anche cliccando sulle schede dei singoli cavalli, visualizzabili cliccando i link presenti anche su questa pagina.

    AVVERTENZA: Cogliamo l'occasione per ribadire che per pubblicare qualsivoglia genere di materiale inerente la nostra Festa occorre avere l'autorizzazione ufficiale del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena.

    Grazie a tutti voi per l'affetto che ci dimostrate, tutto ciò ci rende molto orgogliosi, ma ci carica anche di una notevole responsabilità!!!





    Il Valdimontone vince la Quarta Prova, monte invariate, due cadute per Oca e Chiocciola




    Nessuna novità di rilievo per le monte delle Contrade che parteciperanno domani, 2 luglio 2011, alla Carriera di Provenzano. Dopo l'annullamento della Terza Prova di ieri sera, decisa soprattutto a ragioni di sicurezza, si riparte quindi dalle monte di ieri mattina, solo con una Prova in meno da disputare. Ovviamente questo va a detrimento dei sei barberi esordienti e a vantaggio dei quattro soggetti che hanno già acquisito esperienza sul tufo nelle precedenti Carriere.
    Ordine di ingresso ai canapi de quarta prova: Tartuca, Lupa, Istrice, Oca, Drago, Civetta, Bruco, Chiocciola, Valdimontone e Pantera di rincorsa.
    La mossa si presenta subito problematica, a causa del fatto che Lupa ed Istrice (Contrade avversarie) si trovano accanto. Dopo qualche cambio di posto non autorizzato, il mossiere Bartolo Ambrosione fa uscire le Contrade dai canapi e si ricominciano le operazioni di ingresso ai canapi.
    Al secondo tentativo la mossa matura abbastanza rapidamente con un titubante ingresso sul verrocchino da parte di Trecciolino e della Pantera.
    Partono benissimo Oca ed Istrice al comando e, di nuovo, il Drago che dimostra di avere un cavallo sempre pronto alla mossa. Primo San Martino di gran galoppo per l'Istrice che prova il cavallo con tempo da Palio. Al Primo Casato l'Oca con Tittia va a sbattere sul colonnino, il fantino viene sbalzato, ma senza conseguenze gravi, né per il cavallo, né per il fantino, anche se il Tittia si allontana zoppicando.
    Esito più preoccupante per la caduta della Chiocciola al Secondo San Martino, in cui il cavallo Messi centra il bandierino e sbalza da cavallo il fantino Sgaibarre.
    La Prova termina con tutti i cavalli che trotterellano (vince il Valdimontone, che nel corso dell'ultimo giro supera l'Istrice) e con la preoccupazione di tutti che il cavallo della Chiocciola non subisca conseguenze a tutti i controlli che saranno effettuati in giornata alla Clinica del Ceppo.
    Speriamo quindi che non ci siano conseguenze e che stasera vedremo di nuovo Messi e Sgaibarre ai canapi, per la Prova Generale.



    Queste le accoppiate contrada - cavallo con le monte della Terza Prova di stasera:

    TARTUCA - Ivanov - Giosuè Carboni
    LUPA - Elfo di Montalbo - Gianluca Fais detto Vittorio
    ISTRICE - Moedi - Walter Pusceddu detto Bighino
    OCA - Mississippi - Giovanni Atzeni detto Tittia
    DRAGO - Indianos - Alessio Migheli detto Girolamo
    CIVETTA - Marrocula - Andrea Mari detto Brio
    BRUCO - Lampante - Giuseppe Zedde detto Gingillo
    CHIOCCIOLA - Messi - Antonio Villella detto Sgaibarre
    VALDIMONTONE - Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

    e di rincorsa PANTERA - Miguel - Luigi Bruschelli detto Trecciolino



    La Terza Prova annullata a causa della pioggia




    Sotto un'intensa pioggia estiva, iniziata a scroscio attorno alle 18,45 e con monte che sarebbero comunque rimaste invariate per la Terza Prova, i deputati della Festa hanno deciso di annullare la prova a causa del fondo scivoloso. Al momento su Piazza del Campo ha già smesso di piovere (aggiornamento alle 19,35). L'appuntamento è, tempo permettendo, per domattina alle ore 9,00 per la Quarta Prova.





    Il debutto di Alberto Bianchina sul tufo di Piazza


    Alla Prima Prova di ieri sera, ha debuttato sul tufo di Piazza un nuovo fantino, per i colori del Bruco. Si tratta di Alberto Bianchina, nato ad Ozieri (SS) il 20 gennaio 1986. Per visualizzare i fantini che si sono limitati a correre le prove e mai la Carriera vera e propria, cliccate qui.



    Il canale YouTube del nostro sito


    Ricordiamo a tutti i nostri amici, visitatori del sito, che da qualche tempo è disponibile direttamente su YouTube il nostro canale del sito, che si chiama appunto wwwilpalioorg. Ecco il link al canale.



    http://www.youtube.com/wwwilpalioorg


    Memorizzate il canale sul vostro browser e tornate a visitarci anche su YouTube, perché stiamo inserendo i filmati video dei cavalli del Palio di Siena.
    I filmati dei cavalli sono peraltro visibili anche cliccando sulle schede dei singoli cavalli, visualizzabili cliccando i link presenti anche su questa pagina.

    AVVERTENZA: Cogliamo l'occasione per ribadire che per pubblicare qualsivoglia genere di materiale inerente la nostra Festa occorre avere l'autorizzazione ufficiale del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena.



    La diretta RAI per il giorno della Carriera


    Come di consueto, l'ente radiotelevisivo nazionale RAI trasmetterà su RAIDUE, a partire dalle ore 17,30 di sabato 2 luglio, la diretta da Piazza del Campo, con servizi pre-registrati e sotto la supervisione di Emilio Ravel. La telecronaca sarà affidata come di consueto agli esperti giornalisti Susanna Petruni e Maurizio Bianchini, reduce, quest'ultimo, da seri problemi di salute, adesso fortunatamente risolti. Lo staff del nostro sito coglie l'occasione per augurare una pronta guarigione a Bianchini e per augurargli un buon rientro al lavoro. Molti altri ospiti saranno presenti alla trasmissione da Piazza.



    La Chiocciola ha vinto la seconda prova




    Monte sostanzialmente confermate per questa Seconda Prova del Palio di luglio 2011, a parte il primo ingresso tra i canapi del fantino ufficiale della Nobile Contrada del Bruco, Giuseppe Zedde detto Gingillo, cosa che peraltro si attendeva. Permane invece la presenza ai canapi di Giosuè Carboni come fantino della Tartuca e dovremo verificare se questo fantino permarrà alla monta fino al 2 luglio o meno, nel qual caso sarebbe l'unico fantino esordiente di questo Palio.
    Ingresso ai canapi con ordine inverso a quello di ieri e quindi con l'Oca di rincorsa che ritarda un po' la mossa. Il mossiere Bartolo Ambrosione ha fatto uscire i cavalli dopo aver inutilmente richiamato qualche Contrada all'allineamento.
    Schizzano via molto bene dai canapi sia il Drago che il Valdimontone e la Tartuca. Al canape l'Istrice si mette per diagonale, bloccando Lupa e Bruco. Partito in testa, Girolamo ha ripreso subito Indianos dopo la grande mossa, così è la Tartuca a prendere da Fonte Gaia la testa, mantenendola per tutto il primo giro, cedendo poi il passo ai begli spunti alle spalle di Oca e Chiocciola, le contrade che hanno provato di più, tenendo alta l'andatura e cercando le traiettorie giuste anche a velocità più alta. E' Sgaibarre su Messi a prendere la testa, dopo una mossa in cui era rimasto piantato al canape, tenendola fino in fondo. Alle spalle, spunti anche per Lupa e Pantera, che hanno provato soprattutto le traiettorie in curva. Vince la Chiocciola trotterellando per gli ultimi due giri di Piazza.
    Nella Terza Prova che si correrà questa sera alle 19,45, l'ordine di ingresso ai canapi seguirà l'ordine di assegnazione dei cavalli: Pantera, Valdimontone, Chiocciola, Bruco, Civetta, Drago, Oca, Istrice, Lupa e Tartuca di rincorsa.


    Queste le accoppiate contrada - cavallo con le monte della Seconda Prova di stamani:

    ISTRICE - Moedi - Walter Pusceddu detto Bighino
    BRUCO - Lampante - Giuseppe Zedde detto Gingillo
    DRAGO - Indianos - Alessio Migheli detto Girolamo
    PANTERA - Miguel - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
    TARTUCA - Ivanov - Giosuè Carboni
    CIVETTA - Marrocula - Andrea Mari detto Brio
    LUPA - Elfo di Montalbo - Gianluca Fais detto Vittorio
    VALDIMONTONE - Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
    CHIOCCIOLA - Messi - Antonio Villella detto Sgaibarre
    e di rincorsa OCA - Mississippi - Giovanni Atzeni detto Tittia



    La Pantera ha vinto la prima prova




    La prova è stata vinta dalla Contrada della Pantera con Luigi Bruschelli detto Trecciolino su Miguel davanti alla Tartuca con Giosuè Carboni su Ivanov. L'ordine di ingresso ai canapi in questa prima prova ha seguito quello di trifora: Oca, Chiocciola, Valdimontone, Lupa, Civetta, Tartuca, Pantera, Drago, Bruco e Istrice di rincorsa.
    C'è voluto qualche minuto al mossiere Bartolo Ambrosione per trovare l'allineamento al canape, sia nella parte alta che nella parte bassa della mossa, con l'Istrice ad aspettare di rincorsa. Tre contrade sono uscite dai canapi davanti alle altre: Tartuca, Pantera e Drago, tutte abbastanza distanti dallo steccato.
    La prova l'ha fatta la Pantera dall'inizio alla fine, con Trecciolino che ha preso con decisione la testa già a Fonte Gaia, girando forte al primo San Martino e tenendo una andatura sostenuta per tutti e tre i giri, senza mai nessuno a farsi sotto. Spunto nel finale da parte di Bighino e dell'Istrice per provare Moedi. Nel Bruco ha preso parte alla prima prova il giovane Alberto Bianchina, ma da domani sarà al suo posto Gingillo. Lo stesso che dovrebbe accadere nella Tartuca: Giosuè Carboni ha fatto prendere a Ivanov confidenza con la Piazza, da domani potrebbe essere il giorno di Alberto Ricceri.
    Nella Seconda Prova che si correrà domani mattina alle 9, l'ordine di ingresso ai canapi sarà invertito.

    Queste le accoppiate contrada - cavallo con le monte della Prima Prova:

    OCA - Mississippi - Giovanni Atzeni detto Tittia
    CHIOCCIOLA - Messi - Antonio Villella detto Sgaibarre
    VALDIMONTONE - Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
    LUPA - Elfo di Montalbo - Gianluca Fais detto Vittorio
    CIVETTA - Marrocula - Andrea Mari detto Brio
    TARTUCA - Ivanov - Giosuè Carboni
    PANTERA - Miguel - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
    DRAGO - Indianos - Alessio Migheli detto Girolamo
    BRUCO - Lampante - Alberto Bianchina
    ISTRICE - Moedi - Walter Pusceddu detto Bighino



    Come si svolgono le Prove del Palio


    Tradizionalmente l'ordine di entrata ai canapi per le Prove del Palio viene stabilito in base ad un ordine ben preciso che riportiamo e che potete consultare cliccando qui.



    L'assegnazione dei cavalli



    5. INDIANOS DRAGO
    11. IVANOV TARTUCA
    19. MIGUEL PANTERA
    22. MOEDI ISTRICE
    23. MARROCULA CIVETTA
    24. LO SPECIALISTA VALDIMONTONE
    26. MISSISSIPPI OCA
    27. MESSI CHIOCCIOLA
    29. ELFO DI MONTALBO LUPA
    30. LAMPANTE BRUCO

    TUTTI I CAVALLI DEL 2000                 LE SCHEDE DI TUTTI I FANTINI




    Le batterie


    Dei 33 ammessi alla Tratta non si sono presentati Giostreddu e Freesby; i restanti sono stati suddivisi in 4 batterie, più una batteria di recupero:

    PRIMA BATTERIA
    Lezera, Fedora Saura, Gammede, Farsalo (vince, montato da Luca Veneri), Istemma, Ivanov, Lampo de Aighenta e di rincorsa Elfo di Montalbo

    SECONDA BATTERIA
    Lo Specialista, Nicolas de P. Ulpu (vince, montato da Gianluca Mureddu), Nottambulo, Guess, Marrucola, Messi, Indianos e di rincorsa Guadalupe

    TERZA BATTERIA
    Machine Gun, Lotar de Bonorva, Montigu, Mississippi, Miguel, Moedi (vince, montata da Paride De Mauro), Elysyrio e di rincorsa Istriceddu

    QUARTA BATTERIA
    Gira e Rigira (vince, montato da Gianluca Mureddu), Missisippi, Insomma, Lardò, Lu Mutu di Gallura, Mosè de P. Ulpu e di rincorsa Lampante

    BATTERIA DI RECUPERO
    Marrocula, Messie, Miguel, Mississippi (vince, montato da Alberto Bianchina), Farsalo e di rincorsa Montigu



    I 33 cavalli ammessi alla tratta

    CAVALLO

    PROPRIETARIO

    1

    ELFO DI MONTALBO

    Francesca Manfredi

    2

    ELYSYRIO

    Alessandro Fontani

    3

    FARSALO

    Luca Veneri

    4

    FEDORA SAURA

    Augusto Posta

    5

    FREESBY

    Luca Francesconi

    6

    GAMMEDE

    Francesco Maria De Mauro

    7

    GIOSTREDDU

    Fabrizio Catocci

    8

    GIRA E RIGIRA

    Marco Sampieri

    9

    GUADALUPE

    Lucia Toto

    10

    GUESS

    Fabio Romanelli

    11

    INDIANOS

    Benedetta Gualtieri

    12

    INSOMMA

    Fabio Romanelli

    13

    ISTEMMA

    Pietro Porcu

    14

    ISTRICEDDU

    Serena Butteri

    15

    IVANOV

    Alessandro Fontani

    16

    LAMPANTE

    Alessandro Bandini

    17

    LAMPO DE AIGHENTA

    Marco Raveggi

    18

    LARDO’

    Stefano Paccagnini

    19

    LEZERA

    William Castrica

    20

    LO SPECIALISTA

    Fabio Fioravanti

    21

    LOTAR DE BONORVA

    Alberto Manenti

    22

    LU MUTU DU GALLURA

    Niccolino Floris

    23

    MACHINE GUN

    Luca Veneri

    24

    MARROCULA

    Alessandro Favilli

    25

    MESSI

    Giuseppe Zedde

    26

    MIGUEL

    Simone Santi

    27

    MISSISIPPI

    Luigi Migheli

    28

    MISSISSIPPI

    Osvaldo Costa

    29

    MOEDI

    Augusto Bramerini

    30

    MONTIGU

    Roberto Danesi

    31

    MOSE’ DE P.ULPU

    Andrea Nepi

    32

    NICOLAS DE P.ULPU

    Mark Harris Getty

    33

    NOTTAMBULO

    Luigi Migheli



    Come era Piazza del Campo


    La Piazza ancora con i vecchi colonnini

    Come era Piazza del Campo dalla fine dell'Ottocento fino agli anni '50 del secolo scorso: una selezione di 60 fotografie ad alta definizione che ci svelano la vita quotidiana di allora.
    Sono immagini che ci mostrano le botteghe che si affacciavano sulla piazza; alcune scene di quando vi si svolgeva il mercato; come vestivano gli uomini e le donne; i colonnini prima che venissero sostituiti; quando nel Palazzo Comunale c'era la terrazza, la guardiola con la sentinella e l'orologio della Torre era ornato da pregevoli disegni.

    SFOGLIA L'ALBUM FOTOGRAFICO



    Quest'anno si ricorda il Palio non corso del luglio 1848

       
    Nel 2011 Siena ricorda un Palio che non fu corso: quello del luglio 1848. I soldi per organizzare la corsa furono devoluti ai giovanissimi combattenti che, nel corso della Prima guerra di indipendenza, avevano partecipato, il 29 maggio, alla battaglia di Curtatone e Montanara, presso Mantova. Erano 65 studenti dell’Università senese con i loro professori. Nel viaggio, che durò due mesi e mezzo, si erano uniti ai numerosissimi goliardi di Pisa e assieme marciarono contro gli austriaci.

    clicca qui per leggere tutto l'articolo apparso su www.sienafree.it



    Dal 12 al 22 luglio la II edizione di Memorabilia

    Nel Museo della Nobile contrada del Bruco, si terrà dal 12 al 22 luglio la II edizione di Palio Memorabilia. Nell'occasione sarà presentato il catalogo di entrambe le edizioni.





    Foto del Drappellone, del Masgalano e del premio al miglior tamburino

    CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA



    Il Palio realizzato da Tullio Pericoli è dedicato ai 150 anni dell'unità d'Italia; Il Masgalano offerto dall'Associazione La Diana è stato realizzato da Pier Luigi Olla; Il premio al miglior tamburino è stato realizzato da Antonio Benocci.


             



    Chi correrà a luglio



    CHIOCCIOLA, CIVETTA, LUPA, OCA, PANTERA, TARTUCA, VALDIMONTONE, DRAGO, BRUCO E ISTRICE



    clicca qui per vedere chi correrà ad agosto





    Chi potrebbe vincere il palio del 2 luglio 2011?

    In collaborazione con
    In questa statistica, vengono presi in esame i Palii corsi tra il 2 luglio 1900 e il 16 agosto 2010



    • Chi potrebbe vincere il palio del 2 luglio 2011? – Divertiamoci a tirar fuori dall’archivio qualche curiosità, di quelle che possono alimentare speranze superstiziose.
    • Sono uscite a sorte, per la prima volta insieme, Bruco, Drago e Istrice. Da ricordare che il Bruco ha vinto 1/13 volte quando estratto insieme al Drago e 0/13 volte quando estratto insieme all’Istrice; il Drago ha vinto 1/13 volte quando estratto insieme al Bruco e 3/14 volte quando estratto insieme all’Istrice; l’Istrice ha vinto 2/13 volte quando estratto insieme al Bruco e 0/14 volte quando estratto insieme al Drago.
    • Le 10 contrade che partecipano alla carriera, 224ª dal 2 luglio 1900, sono quindi Oca (127ª), Chiocciola (122ª), Valdimontone (129ª), Lupa (132ª), Civetta (131ª), Tartuca (130ª), Pantera (136ª), Drago (135ª), Bruco (131ª) e Istrice (130ª). Questa decina non si era mai realizzata prima.
    • Ci sono dunque tre verdi su 4. E’ la 194ª volta su 555 palii disputati da 10 contrade. Il risultato migliore ce l’ha l’Oca con 17/145 vittorie (18,00%), seguita dalla Chiocciola con 14/1108 vittorie (12,96%), il peggiore la Lupa con 6/95 vittorie (6,32%), seguita dalla Pantera con 8/106 vittorie (7,55%).
    • C’è anche una bicolore su 3. E’ la 158ª volta su 555 palii disputati da 10 contrade. Il risultato migliore ce l’ha la Tartuca con 10/59 vittorie (16,95%), seguita dall’Oca con 16/99 vittorie (16,16%), il peggiore il Bruco con 6/103 vittorie (5,83%), seguito dalla Lupa con 6/93 vittorie (6,45%).
    • Tra le tre contrade che hanno un singolo colore prevalente (monocolori) non ce n’è nessuna. E’ la 27ª volta su 555 palii disputati da 10 contrade. Il risultato migliore ce l’ha la Tartuca con 4/19 vittorie (21,05%), seguita dalla Chiocciola con 3/18 vittorie (16,67%), il peggiore la Civetta con 1/17 vittorie (5,88%), seguita dal Bruco con 1/16 vittorie (6,25%).





    Le radiocronache di Silvio Gigli

    Stiamo cercando le radiocronache di Silvio Gigli. Se qualcuno dei nostri lettori ne avesse qualcuna, magari nascosta in qualche recondito cassetto e ce ne volesse inviare una copia, siamo certi che farebbe un grosso piacere a tutti i contradaioli di Siena.



    Le nomine per il Palio di luglio



    I MOSSIERI        I DEPUTATI DELLA FESTA        GLI ISPETTORI DI PISTA        I GIUDICI DELLA VINCITA



                           


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena