Osterie e locande dei secoli passati

Osterie e locande dei secoli passati



Se torniamo a frugare nella storia "minore" senese, vediamo che anche il capitolo che riguarda le locande e le osterie, ci offre un insieme di cronache spicciole, ma non per questo meno interessanti, che a volte meglio dei testi eruditi, forniscono le tessere per ricostruire il mosaico di quella che era la vita quotidiana in Siena e di coloro che per varie ragioni vi capitavano.
Fatta questa premessa, bisogna precisare il significato, per altro simile, che si dava e si dà ancora alle parole di "locanda, osteria e bettola". Anticamente con la prima si intendeva un albergo di lusso per forestieri, mentre oggi serve solo ad indicare un alberguccio con trattoria. Con la seconda parola, osteria, in passato veniva definito un modesto albergo dove si pernottava e si mangiava a pagamento, mentre attualmente viene considerata un luogo pubblico alla buona, dove si servono vino e altre bevande e spesso si dà da mangiare. La bettola infine corrispondeva ad un luogo dove si poteva bere e mangiare con poca spesa.
Gli avventori erano perlopiù mercanti, pellegrini, ammalati in attesa di ricovero, semplici viandanti, ma anche furfanti, bari e prostitute. La presenza di questi numerosi ritrovi, era giustificata anche dal fatto che la città si trovava lungo la strada che conduceva a Roma, per cui molta gente vi faceva sosta e talvolta addirittura vi moriva. Notevole era inoltre l'affluenza di soldati, di studenti (quest'ultimi attratti dalla fama della sua Università), di abitanti del contado e dei paesi vicini che venivano per lavoro, affari o per la necessità di curarsi allo Spedale di S.Maria della Scala, che aveva goduto sempre di una notevole rinomanza.
Dall'indice di questa pubblicazione, che fa l'elenco dettagliato di gran parte degli alloggi per forestieri che esistevano dalla metà '500 sino a tutto il XVIII secolo, si nota che solo uno ne è rimasto, mantenendone anche il nome: "Le tre Donzelle".
Tutti gli altri sono scomparsi, come si è potuto osservare nel corso di questo studio, che ha seguito un metodo di ricerca personale, attingendo le notizie da una fonte inedita: i libri parrocchiali dei defunti dell'Archivio della Curia Arcivescovile di Siena.

Orlando Papei e Luigi Bichi




Indice delle osterie e locande

All'interno delle mura cittadine - 1

All'interno delle mura cittadine - 2

All'interno delle mura cittadine - 3

All'interno delle mura cittadine - 4

All'interno delle mura cittadine - 5

Uscendo da Porta Ovile

Uscendo da Porta Pispini

Uscendo da Porta Romana

Uscendo da Porta San Marco

Uscendo da Porta Camollia

Bibliografia