- LE DOMANDE PIU' FREQUENTI -

Perché i giorni del Palio, al plurale?
Il Palio non è un evento limitato alla corsa di cavalli del 2 luglio e 16 agosto: si può dire anzi che per i Senesi il Palio duri tutto l'anno. Con i giorni del Palio si intende in genere il periodo di 4 giorni che inizia con l'assegnazione dei cavalli e culmina con la corsa (29/6 - 2/7 e 13/8 - 16/8), nel quale si concentra la maggioranza degli eventi palieschi.

In cosa consistono le batterie di selezione?
Sono corse da 5-6 cavalli ciascuna ed hanno lo scopo di verificare la condizione dei cavalli presentati per il Palio (di solito una trentina) e la loro adattabilità al percorso della Piazza del Campo; non sono dunque delle vere e proprie gare di corsa. Si svolgono in genere tra le 9 e le 11 del mattino e al termine i Capitani delle Contrade che partecipano al Palio scelgono 10 cavalli per la corsa (non necessariamente i migliori: si può optare per un cavallo sano e/o affidabile in favore di un cavallo forte, ma che può presentare problemi).

In cosa consiste l'assegnazione dei cavalli?
Una volta scelti i 10 cavalli, questi vengono assegnati alle 10 Contrade che partecipano al Palio mediante estrazione a sorte. L'estrazione avviene solitamente tra le 12:30 e le 13:30, nella Piazza del Campo gremita di folla. E' un momento fondamentale perché solo dopo aver conosciuto il cavallo con il quale dovranno correre le Contrade potranno mettere in atto le proprie strategie. E' dunque un momento di grande tensione, testimoniata dall'esultanza dei contradaioli che ricevono in sorte un buon cavallo e dalla delusione di quelli che ne ricevono uno ritenuto non buono.

Come si svolgono le prove?
Ciascuna Contrada porta il proprio cavallo in Piazza, accompagnato da un folto gruppo di contradaioli e dai loro canti. Questo avviene da un'ora a mezz'ora prima dell'orario previsto per lo svolgimento della prova. Quindi viene sgomberata la pista e chiusi gli accessi alla Piazza. La prova si svolge simulando il Palio, ossia sempre sulla distanza dei tre giri, ma non si tratta però di una vera gara, in quanto il risultato non ha alcun valore: lo scopo è di permettere a cavalli e fantini di adattarsi al meglio alla pista e alla situazione in vista del Palio. Perciò non stupitevi se qualche cavallo una volta provata la partenza, viene "tenuto" dal suo fantino e magari compie soltanto uno o due giri.

A che ora è previsto lo svolgimento delle prove?
Alle 9 per quelle del mattino (seconda, quarta e Provaccia). Per quelle del pomeriggio (prima, terza e Prova Generale) alle 19:45 per il Palio di luglio, alle 19:15 per quello di agosto.

A che ora occorre arrivare in Piazza per assistere alle prove?
Per quelle del mattino è sufficiente essere in Piazza per le 8:30-8:45. Per quelle del pomeriggio è consigliabile essere in Piazza un'ora prima dell'orario previsto per lo svolgimento, se non si vuole essere coinvolti nella calca dell'accompagnamento dei cavalli. Se invece si vuole assistere all'accompagnamento al di fuori della Piazza, è consigliabile entrare dopo l'arrivo dell'ultima Contrada, circa mezz'ora prima della prova, possibilmente da via Rinaldini o via del Porrione (due degli ultimi accessi ad essere chiusi).

E se piove?
Se la pista è bagnata e non viene riconosciuta idonea, le prove non verranno svolte e sulla facciata del Palazzo Pubblico verrà esposta una bandiera verde per avvisare la popolazione. Le prove che non verranno svolte a causa della pioggia non saranno recuperate, pertanto, come è già accaduto, si può anche arrivare direttamente al Palio senza aver corso neppure una prova.

E se piove il giorno del Palio?
Se piove il giorno del Palio la corsa non avrà luogo, soprattutto per salvaguardare l'incolumità dei cavalli e dei fantini . Apparirà la bandiera verde sul Palazzo Pubblico e la corsa sarà rimandata al giorno successivo.

Cosa accade nel primo giorno di Palio (29/6 - 13/8)?
Nella mattinata si svolge la cosiddetta Tratta, costituita dalle batterie di selezione dei cavalli che vengono presentati (in genere sono circa una trentina). Tra questi cavalli ne vengono poi scelti 10 che vengono, in tarda mattinata, assegnati in sorte alle Contrade che parteciperanno al Palio. Nel tardo pomeriggio viene corsa la prima prova.

Cosa accade il secondo giorno di Palio (30/6 - 14/8)?
Al mattino viene corsa la seconda prova, nel tardo pomeriggio la terza. Il pomeriggio del 14/8, prima della prova, si svolge la Processione dei Ceri, nel corso della quale il Palio viene portato in Duomo (a luglio invece il Palio viene portato nella chiesa di S. Maria in Provenzano).

Cosa accade il terzo giorno di Palio (1/7 - 15/8)?
Al mattino viene corsa la quarta prova, nel tardo pomeriggio viene corsa la quinta, detta Prova Generale, solitamente preceduta da un'esibizione di carabinieri a cavallo. Dopo la prova, in ciascuna delle Contrade partecipanti, si tiene la cena della Prova Generale. Le cene si tengono all'aperto in strade o piazze di ciascun rione che, per questo motivo, restano chiuse al transito anche pedonale per la maggior parte della giornata.

I non Senesi possono partecipare alla Cena della Prova Generale?
Si, questo è possibile, ma bisogna prenotarsi e pagare qualche giorno prima presso la società della Contrada prescelta per la cena. Vedi gli indirizzi

Cosa accade nel quarto e ultimo giorno di Palio (2/7 - 16/8), ovvero il giorno della corsa?
Al mattino viene corsa la sesta prova, detta Provaccia, preceduta dalla cosiddetta Messa del Fantino, celebrata nella Piazza del Campo. Nel primo pomeriggio, nella chiesa di ciascuna Contrada partecipante, avviene la benedizione del cavallo. Di seguito, le comparse in costume di ciascuna Contrada si recano alla Prefettura (vicino al Duomo) da dove parte il Corteo Storico alla volta della Piazza. Quindi in Piazza si svolgono un'esibizione dei carabinieri a cavallo, poi il Corteo Storico (2 ore circa) e infine la carriera, ovvero la corsa del Palio.

E' possibile assistere alla benedizione del cavallo?
In genere le chiese di Contrada sono piuttosto piccole e per la benedizione del cavallo viene sempre data la precedenza ai contradaioli. Si può comunque provare a chiedere il permesso di entrare (che può essere concesso o meno, a seconda della situazione). Qualora si riesca ad entrare, va tenuto presente che si tratta di un momento particolarmente delicato e sentito: durante la presenza del cavallo nella chiesa è richiesto ASSOLUTO SILENZIO ed è VIETATISSIMO L'USO DEI FLASH.

E' possibile assistere al Corteo Storico lungo il percorso dalla Prefettura alla Piazza?
Sì, ma è necessario tenersi ai lati della strada e non ostacolare in alcun modo il passaggio del corteo. Va tenuto presente che in genere c'è molta calca e le vie non sono larghissime. Il percorso del corteo prima dell'ingresso in Piazza è: Cortile delle Prefettura - Piazza del Duomo - via del Capitano - via S. Pietro - Casato di Sopra - Casato di Sotto.

A che ora parte il Corteo Storico dalla Prefettura?
Fra le 16 e le 16:30 a luglio. Fra le 15:30 e le 16 ad agosto.

Come si entra in Piazza per assistere al Palio?
Si può entrare in Piazza prima dell'ingresso del Corteo Storico da qualunque accesso, oppure dopo l'ingresso del corteo dal varco di via Duprè (entrare dall'Onda). Va tenuto presente che quest'ultimo accesso è molto stretto e percorrerlo può essere molto problematico (o addirittura pericoloso per cardiopatici, bambini e in genere persone fisicamente deboli) per la grandissima calca che si viene a creare; inoltre, una volta entrati in Piazza, è altresì problematico uscirne prima dello svolgimento della corsa, per cui è bene valutare attentamente l'opportunità di entrare o meno e farlo solo se si è decisi ad assistere al Palio fino in fondo.

Quanto si paga per assistere al Palio?
Assistere al Palio dall'interno della Piazza non costa nulla. La forma della Piazza, a conchiglia, favorisce una discreta la visuale anche alle persone non troppo alte. I senesi generalmente vanno in Piazza e anche per questo lì si vivono le maggiori emozioni. Se invece si opta per vedere la corsa dai palchi, dalle terrazze o dalle finestre, allora si paga.

Come si fa ad acquistare i biglietti dei palchi, terrazze e finestre?
Non esiste un coordinamento per la vendita dei biglietti, vi consigliamo di inviarci una e.mail per vedere se riusciamo ad aiutarvi, perché non è sempre facile trovare i postia sedere.

A che ora occorre essere in Piazza se si sceglie di entrare prima dell'ingresso del Corteo Storico?
L'ingresso del Corteo Storico è previsto per poco dopo le 17 (o poco dopo le 16:30 per il Palio d'agosto). Poiché però si comincia a chiudere gli accessi alla Piazza mezz'ora prima, è bene essere in Piazza entro le 16:30 a luglio ed entro le 16 ad agosto. Questo comporta un'attesa di almeno 3 ore; data la stagione, è opportuno essere preparati a sopportare il caldo.

Ci sono i bagni all'interno della Piazza?
No, non ci sono, quindi regolatevi in proposito.

Ci sono dei venditori di bibite?
Generalmente ci sono tre bancarelle che vendono bibite fresche e snack e sono facilmente individuabili.

Si possono portare delle sedie?
No, è assolutamente proibito portare sedie e sgabelli.

Se una persona ha un malore all'interno della Piazza?
All'interno della Piazza, ossia di fronte alla Mossa, S.Martino, Gavinone e Casato ci sono dei volontari soccorritori; all'interno della Fonte Gaia oltre ai soccorritori c'è anche un medico e un infermiere. Due altri medici e infermieri sono inoltre all'interno della Cappella di Piazza.

Se una persona ha un malore nelle vie circostanti alla Piazza?
Nelle vie principali e più transitate dai pedoni, ci sono delle postazioni mediche, ossia: in piazza della Posta, alla Logge del Papa, in piazza del Duomo e in piazza Tolomei.

A che ora è prevista la corsa del Palio?
Alle 19:30 a luglio, alle 19 ad agosto. La partenza effettiva può avvenire anche molto più tardi nel caso si protraggano a lungo le operazioni della Mossa.

Fino a che ora è possibile entrare in Piazza dall'Onda, e cosa comporta?
In teoria è possibile entrare da via Duprè fino a pochi minuti prima dell'orario previsto per la corsa. Va tenuto però presente che si tratta dell'unico varco a restare aperto e che migliaia di persone entrano da lì. E' opportuno dunque arrivare con notevole anticipo ed essere comunque pronti ad affrontare circa mezz'ora di notevole calca prima di riuscire ad entrare in Piazza.

Cosa accade subito dopo la corsa del Palio?
Il popolo della Contrada vincitrice porta il Drappellone alla chiesa di S. Maria in Provenzano (a luglio) o al Duomo (ad agosto) per il ringraziamento alla Madonna; quindi lo porta nella propria Contrada e poi ripetutamente in giro per la città, accompagnato da canti, tamburi e bandiere.

Si può entrare in Piazza subito dopo la corsa?
E' sconsigliato entrare nell'anello di tufo subito dopo la corsa, per non intralciare i festeggiamenti della Contrada vincitrice e per stare lontani da eventuali risse che potrebbero verificarsi. Bisogna stare attenti inoltre ad eventuali cavalli scossi che ancora continuano a correre.

Cos'è che un turista NON deve fare nei giorni del Palio?
Per i Senesi i giorni del Palio sono giorni di festa ma anche di grande tensione, per cui in certe situazioni è meglio avere un po' di prudenza. In particolare:

  • Non cercate in alcun modo di avvicinarvi ai cavalli. In prossimità della stalla del cavallo di ogni Contrada partecipante alla Carriera troverete dei veri e propri posti di blocco e sbarramenti con transenne, presidiati da contradaioli. In alcun modo è possibile passare. Né tantomeno si può urlare o dare fastidio al cavallo con schiamazzi, sia diurni che notturni.
  • Non disturbate i contradaioli nei momenti di maggior tensione: durante l'accompagnamento del cavallo alle prove, nei minuti immediatamente precedenti la corsa, dopo la corsa se sono delusi o arrabbiati. Prima del Palio, mai dire a un contradaiolo che la sua Contrada è favorita o vince (ad es. se lo avete letto sul giornale locale). Le reazioni possono essere molto scomposte.
  • In Piazza, non tenere bambini in spalla il giorno del Palio: ciò ostacolerebbe la visione agli altri (in generale, non è consigliabile portare in Piazza bambini piccoli, per via della calca).
  • Per la stessa ragione di ostacolare la visione della Carriera a chi è in mezzo di Piazza è assolutamente vietato sventolare bandierine o fazzoletti ed anche tenere in posizione rialzata tablet di dimensioni che possano disturbare la visione dei contradaioli.
  • Non commentare sarcasticamente la tensione dei contradaioli nell'imminenza della corsa, non protestare con insofferenza nel caso si protraggano a lungo le operazioni della Mossa. Per la stessa ragione il turista non deve assolutamente fischiare in segno di disapprovazione.
  • Se dei contradaioli chiedono di spostarsi o allontanarsi da una certa zona, seguire la loro indicazione. Ciò vale nel corso dei quattro giorni delle prove, come pure prima e dopo la corsa.
  • In caso di rissa o fronteggiamento tra contradaioli di Contrade rivali, allontanarsi subito con discrezione e soprattutto non cercate di fare foto o di filmare la rissa, perché in quel caso è assai probabile che qualche contradaiolo vi danneggi l'apparecchio.




- STREAMING ONLINE DI SIENATV E WEB CAM SU SIENA -

- CHE COS'È IL PALIO DI SIENA -

- GLI ORARI DEL PALIO -

- TERMINOLOGIA PALIESCA -

- IL REGOLAMENTO DEL PALIO -

- INFORMAZIONI UTILI -

- LO SPARO DEI MORTARETTI -

- LA PASSEGGIATA STORICA -

- ORDINE DI ENTRATA FRA I CANAPI PER LE PROVE -

- IMMAGINI PRECEDENTI L'ASSEGNAZIONE DEI CAVALLI -

- CALENDARIO DELLE ONORANZE E MANIFESTAZIONI UFFICIALI DEL PALIO -

- SANTO PATRONO E GIORNO DELLA FESTA TITOLARE -

- GLI ORATORI DI CONTRADA -

- LE FONTANINE DI CONTRADA -

- I MUSEI DI CONTRADA -

- LE SOCIETA' DI CONTRADA -

- I MUSEI DI SIENA -

- LE CONTRADE CHE CORRERANNO IL PROSSIMO PALIO -


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena