16 agosto 1971
GIRAFFA



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei cavalli, su quelli dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
* Fantino esordiente

Ira VALDIMONTONE Aceto
Orbello GIRAFFA Bazza
Topolone TORRE Canapino II
Gavottina AQUILA Baýno
Ferida LUPA Fildiferro II *
Musella TARTUCA Rondone
Mirabella LEOCORNO Parti e vai
Gabria CIVETTA Frasca
Dispettoso PANTERA Tristezza
PelÚ CHIOCCIOLA Canapetta

MOSSIERE: Sabatino Vanni


    



CAPITANO: Lido Saccocci
PRIORE: Pietro Bazzani
MANGINI: Mario Tanganelli - Luigi Selvolini - Fabrizio Beati
BARBARESCO: Fosco Guiggiani

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1970
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1970




Le voci della vigilia danno sicuro vincitore di questa Carriera Rondone che deve "riscuotere" gli interessi di una serie di favori fatti in passato. Il fantino di Seggiano si accorda subito con la Tartuca in cui Ŕ arrivata la scattante Musella che tuttavia non Ŕ fra i favoriti. Sembrano avere molte pi¨ possibilitÓ la Torre con Canapino e Topolone, il Leocorno con la vincitrice di luglio Mirabella e Parti e vai, il Montone con Aceto e Ira. Le prove sono abbastanza tranquille, solo nella Pantera c'Ŕ molto movimento, su Dispettoso si alternano, Canapino, Ciancone, Morino e Tristezza che arriva al Palio. Alla Prova Generale si fa male Aceto che arriva al Palio malconcio, le quotazioni del Montone sono in netto ribasso. La mossa fa fuori un'altra favorita, come nel luglio 1962 Canapino e Topolone battono nel canape, stavolta non cadono ma la loro corsa Ŕ compromessa. Parte prima la Tartuca, seguita dal Leocorno che ha evitato l'ostacolo della Civetta. In ritardo Giraffa e Lupa, le rivali Aquila e Pantera partono ultime, nettamente sorprese dalla rincorsa di Canapetta. A San Martino la Tartuca mantiene il comando, dietro il Leocorno, la Torre e la Giraffa con Bazza in grande recupero, nelle retrovie cade la Civetta. Al Casato cade anche Aceto nel Montone e le prime quattro Contrade prendono il largo con Rondone saldamente primo. Bazza, dopo una partenza non brillantissima, sta facendo un gran Palio, supera la Torre portandosi in terza posizione. Il terzo giro Ŕ da brividi, Bazza riesce a passare anche il Leocorno, Orbello recupera terreno e si avvicina a Musella. Tartuca e Giraffa sono sulla stessa linea, ma Rondone all'ultimo Casato riesce a girare per primo, per la Contrada di Castelvecchio sembra fatta. Ma Musella Ŕ sfinita non risponde alle sollecitazioni di Rondone, Orbello Ŕ pi¨ fresco e potente e va a vincere di un soffio in una volata mozzafiato. Beffa atroce per Rondone che aveva giÓ alzato il nerbo, per il navigato Bazza sesta e ultima vittoria. Nei giorni successivi si viene a sapere che Bazza era venduto alla Torre ma una volta visto Canapino demotivato e ormai staccato l'obbligo era quello di andare a riprendere Rondone con cui il fantino amiatino aveva un conto aperto.

(Da "Daccelo!" di Roberto Filiani)
MASGALANI
















LE CADUTE DEI FANTINI








NUMERO UNICO


Cliccate qui per vedere il video della carriera