2 luglio 1883
LUPA



L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

M. di A.Amaddii TARTUCA Pirrino
M. di A.Savini BRUCO Sordo
Prete TORRE Bachicche
M. di S.Merlotti VALDIMONTONE Leggerino
M. di D.Venturini LEOCORNO Boggione
M. di R.Ceccarelli ISTRICE Filusella
M. di G.Carlini LUPA Il Citto
S. di G.Coradeschi CHIOCCIOLA Gano di Catera
M. di G.Bernini PANTERA Cecco
M. di G.Frati DRAGO Il Moro

MOSSIERE: Giuseppe Valteroni






CAPITANO VITTORIOSO: Luigi Paolucci
PRIORE VITTORIOSO: Angiolo Bicci

La contrada non vinceva dal 17 agosto 1876
Primo Palio vinto da questo fantino




I migliori cavalli toccarono: alla Lupa, il morello di Giovanni Carlini; alla Torre, il morello del Bruni di Vescovado; alla Tartuca, un morello di Arcangelo Amaddii, toccato nell'Agosto 1882 all'Oca. Vinse la Lupa. La mossa fu data con i due canapi, e la Lupa scappata prima si mantenne tale per tutta la corsa , 3¬ fu la Tartuca che dalla mossa a S.Martino al 1░ giro fu molto nerbata dalla Chiocciola. Alla vincita arrivarono, oltre i primi 3, nell'ordine seguente: 4░ Drago, 5░ Montone, 6░ Istrice, 7¬ Pantera, 8░ Bruco, 9░ Unicorno. Il fantino della Chiocciola cadde al 1░ giro a S.Martino ed il cavallo poco dopo si ferm˛.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)