- I SONETTI OTTOCENTESCHI -

2 luglio 1883

Nella circostanza
che l'esperto cavalcante
Dante Tavanti
nel 2 luglio 1883
riportava alla Contrada della Lupa
la XXI vittoria
i componenti la detta Contrada
offrivano il Sonetto:



L'ora più bella de' desiri tuoi
In questo dì si fè vedere impressa,
Lieti noi fummo, e tu pur più di noi,
Per la vittoria che ti fu concessa.

Ascritto sei fra i cavalcanti eroi,
Sapesti mantener la tua promessa,
E i combattenti con indugio, poi
Non rammentaron della tua scommessa.

Parmi di rauca tromba udire il suono,
Rapido ti mostrasti anco a' plebei,
Ed io di lor linguaggio a te ragiono.

Parve alato il destriero agli occhi miei,
Volle anch'esso onorarci di tal dono,
Puoi convenir, fosti tenuto a quei.