2 luglio 1785
LUPA



1° CAPPOTTO REALIZZATO DA QUESTA CONTRADA

L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di L.Raspanti CHIOCCIOLA Nacche
S. di T.Palagi LUPA Dorino
S. di G.Nardi ONDA Groppasecca
B. del Pievano di Tocchi LEOCORNO Uccellino
B. di F.Nobili VALDIMONTONE Guercio *
B. di A.Bernazzi PANTERA Sorbino
B. di G.Ceccarelli DRAGO Ciocio
D. di A.Grassellini TORRE Biggéri
G. di G.Scapecchi SELVA Marcaccio
B. di A.Ricci ISTRICE Pietro Ortolano *

GIUDICI DELLA MOSSA: Antonio Forteguerri e Marcantonio Pannilini Fortini

CAPITANO VITTORIOSO: Giovanni Galassi

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1775
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1784




Poco dopo la mossa Uccellino fantino del Leocorno, che era scappato primo, si aspettò la Lupa per fare cadere dal cavallo il di lei fantino, montare in quello e vincere il palio; ma il suo disegno andò a vuoto.
Tutti gli altri fantini pure furono contro quello della Lupa, Isidoro Bianchini detto Dorino, dal quale se avesse vinto non avrebbero ricevuto adeguato compenso, ma esso con molta destrezza alla voltata del Casato alla 1ª girata passava primo, senza che poi potesse essere raggiunto da alcuno, e così la Lupa vinceva il palio, con il cavallo di Tommaso Palagi.
I Signori del palio o del Brio furono i Signori Nob.Ansano Landucci, Nob.Alfonso Mignanelli, Nob.Ferdinando Pieri.
Nella Domenica 10 Luglio a cura degli abitanti della Contrada della Lupa fu fatta fare un'esposizione del S.S.mo Sacramento nella chiesa di S.Donato in ringraziamento della vittoria ottenuta.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)