Cliccate qui per vedere il video della carriera del 2 luglio 2012                   vecchie bottiglie di vino da scambiare




Alla Lupa il Masgalano del 2012


La commissione per l’assegnazione del Masgalano, presieduta da Francesco Boschi, ha conferito l'ambito riconoscimento alla Contrada della Lupa, dopo le due Carriere che hanno visto la sua comparsa distinguersi per eleganza, dignità di portamento e coordinamento durante la sfilata del Corteo Storico che precede il Palio.
La preziosa opera, in argento con inserti in terracotta, offerta dalle Società di Contrada, è stata realizzata dagli studenti della sezione scultura del Liceo artistico/Istituto d’arte “Duccio di Buoninsegna di Siena. Per l’ideazione dell’opera gli studenti Francesca Bocci, Leonardo Chiarelli, Eleonora Martorana, Lara Mumenthaler, Claudio Muzzi, Oscar Olumba, Nid Sareful e Valentina Savella, seguiti dai professori Andrea Fagioli e Veronica Finucci hanno scelto un oggetto-simbolo dell’arte: la tavolozza. Su questa i colori che richiamano le Contrade e un pennello di setole nere e bianche per riproporre la Balzana, lo stemma della città.



Questa la classifica per il Masgalano 2012 (nell'ordine il punteggio di luglio, quello di agosto e il punteggio finale):
1. LUPA 341 341 682
2. TORRE 338 339 677
3. OCA 327 344 671
4. NICCHIO 331,5 339 670,5
5. CHIOCCIOLA 328 338 666
6. LEOCORNO 333 329 662
7. DRAGO 337 321 658
8. TARTUCA 331,5 322,5 654
9. VALDIMONTONE 315 337 652
10. ISTRICE 335 313,5 648,5
11. BRUCO 326 319 645
12. PANTERA 327 314 641
13. GIRAFFA 330,5 308 638,5
14. ONDA 314,5 322 636,5
15. SELVA 301,5 320,5 622
16. CIVETTA 317 300,5 617,5
17. AQUILA 284,5 331 615,5


Ha vinto il Valdimontone




Dopo che il mossiere Bartolo Ambrosione ha fatto uscire i cavalli per due volte dai canapi, il Montone esce per primo, seguito a brevissimo da Pantera, Istrice e Onda. Scompiglio entra per primo nella curva di San Martino e così riesce a evitare la carambola innescata alle sue spalle dalla caduta del Drago, che coinvolge anche Pantera, Civetta, Giraffa, Onda e Istrice. Il Montone non perderà più la testa. Alle sue spalle risalgono posizioni, approfittando delle tante cadute, nell'ordine Selva, Leocorno e Tartuca. In particolare è la Selva a insidiare per quasi tutto il Palio Lo Specialista, fatta fuori nell'ultima curva del Casato dalla traiettoria strettissima del Leocorno: troppo tardi per raggiungere il Montone, anche se apre all'interno la scia per la Tartuca che negli ultimi metri rimangia quasi tutto il vantaggio di Scompiglio. E lo supera anche, ma solo qualche decina di centimetri dopo il bandierino. Dopo 22 anni è di nuovo Palio per la Contrada dei Servi.



Moedi ricoverato nella clinica veterinaria Il Ceppo


La caduta del cavallo Guess, della Contrada del Drago, alla prima curva di S. Martino, causata da una scivolata sul posteriore ha coinvolto altri 5 cavalli, quelli di: Civetta, Onda, Pantera, Giraffa e Istrice. L’arto anteriore sinistro del cavallo Moedi, della Civetta, è stato prontamente immobilizzato con uno stivaletto di contenimento e il cavallo è stato trasportato nella Clinica veterinaria Il Ceppo. Confermata, dall’esame radiografico, la frattura della prima falange il cavallo è sottoposto ad intervento per la stabilizzazione della frattura.
Illesi gli altri cinque cavalli coinvolti nella caduta.




VEDI LA SCHEDA DEL CAVALLO



La Tartuca ha vinto la Provaccia


Confermati tutti i fantini che ormai si apprestano a prendere parte al Palio.
Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

ONDA Magic Tiglio - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
LEOCORNO Nobile Nilo - Sebastiano Murtas detto Grandine
CIVETTA Moedi - Andrea Mari detto Brio
VALDIMONTONE Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
SELVA Mississippi - Alberto Ricceri detto Salasso
DRAGO Guess - Antonio Siri detto Amsicora
GIRAFFA Nicolas De P. Ulpu - Alessio Migheli detto Girolamo
ISTRICE Morosita Prima - Giuseppe Zedde detto Gingillo
PANTERA Gammede - Silvano Mulas detto Voglia
TARTUCA Indianos Giovanni Atzeni detto Tittia



Sebastiano Murtas si chiamerà Grandine


Questo il soprannome dato al fantino che disputerà con i colori del Leocorno il suo primo Palio. Si ricorda che il Murtas aveva già disputato la 2ª prova nella contrada della Tartuca lo scorso luglio con il cavallo Lamagno.
Soprannome di stampo metereologico che ricorda i vari Pioviscola, Il Bufera e Ciclone.

I DEBUTTI DEI FANTINI NELLE CONTRADE        I DEBUTTI DEI FANTINI NEL DUEMILA






L'Istrice ha vinto la Prova Generale



foto di Aristeo Savelli

Confermati tutti i fantini delle tre prove precedenti. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

TARTUCA Indianos Giovanni Atzeni detto Tittia
PANTERA Gammede - Silvano Mulas detto Voglia
ISTRICE Morosita Prima - Giuseppe Zedde detto Gingillo
GIRAFFA Nicolas De P. Ulpu - Alessio Migheli detto Girolamo
DRAGO Guess - Antonio Siri detto Amsicora
SELVA Mississippi - Alberto Ricceri detto Salasso
VALDIMONTONE Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
CIVETTA Moedi - Andrea Mari detto Brio
LEOCORNO Nobile Nilo - Sebastiano Murtas
ONDA Magic Tiglio - Luigi Bruschelli detto Trecciolino



La Pantera ha vinto la 4ª prova


Confermati tutti i fantini delle due prove precedenti. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

ONDA Magic Tiglio - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
SELVA Mississippi - Alberto Ricceri detto Salasso
PANTERA Gammede - Silvano Mulas detto Voglia
TARTUCA Indianos Giovanni Atzeni detto Tittia
DRAGO Guess - Antonio Siri detto Amsicora
CIVETTA Moedi - Andrea Mari detto Brio
GIRAFFA Nicolas De P. Ulpu - Alessio Migheli detto Girolamo
VALDIMONTONE Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
ISTRICE Morosita Prima - Giuseppe Zedde detto Gingillo
LEOCORNO Nobile Nilo - Sebastiano Murtas



Il Drago ha vinto la 3ª prova


Confermati tutti i fantini della prova della mattina. Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

LEOCORNO Nobile Nilo - Sebastiano Murtas
ISTRICE Morosita Prima - Giuseppe Zedde detto Gingillo
VALDIMONTONE Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
GIRAFFA Nicolas De P. Ulpu - Alessio Migheli detto Girolamo
CIVETTA Moedi - Andrea Mari detto Brio
DRAGO Guess - Antonio Siri detto Amsicora
TARTUCA Indianos Giovanni Atzeni detto Tittia
PANTERA Gammede - Silvano Mulas detto Voglia
SELVA Mississippi - Alberto Ricceri detto Salasso
ONDA Magic Tiglio - Luigi Bruschelli detto Trecciolino



La Selva ha vinto la 2ª prova


Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

GIRAFFA Nicolas De P. Ulpu - Alessio Migheli detto Girolamo
PANTERA Gammede - Silvano Mulas detto Voglia
ISTRICE Morosita Prima - Giuseppe Zedde detto Gingillo
LEOCORNO Nobile Nilo - Sebastiano Murtas
VALDIMONTONE Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
DRAGO Guess - Antonio Siri detto Amsicora
ONDA Magic Tiglio - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
TARTUCA Indianos Giovanni Atzeni detto Tittia
SELVA Mississippi - Alberto Ricceri detto Salasso
CIVETTA Moedi - Andrea Mari detto Brio

Da segnalare il cambio di monta nel Leocorno con Sebastiano Murtas, fantino che ancora non ha mai corso il Palio, ma che ha già disputato una prova nella Tartuca con il cavallo Lamagno, lo scorso luglio.

FANTINI CHE HANNO DISPUTATO SOLO LE PROVE



Il Leocorno ha vinto la 1ª prova


La Contrada del Leocorno ha vinto la prima prova del Palio di agosto.



Questi gli accoppiamenti e l’allineamento tra i canapi:

CIVETTA Moedi - Andrea Mari detto Brio
SELVA Mississippi - Alberto Ricceri detto Salasso
TARTUCA Indianos Giovanni Atzeni detto Tittia
ONDA Magic Tiglio - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
DRAGO Guess - Antonio Siri detto Amsicora
VALDIMONTONE Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
LEOCORNO Nobile Nilo - Alessandro Colombati
ISTRICE Morosita Prima - Giuseppe Zedde detto Gingillo
PANTERA Gammede - Silvano Mulas detto Voglia
GIRAFFA Nicolas De P. Ulpu - Alessio Migheli detto Girolamo

Da segnalare il debutto nel Leocorno del fantino Alessandro Colombati

FANTINI CHE HANNO DISPUTATO SOLO LE PROVE



L'assegnazione dei cavalli


1. INDIANOS   Tartuca
2. GAMMEDE   Pantera
3. MOROSITA PRIMA   Istrice
4. NICOLAS DE P.ULPU   Giraffa
5. GUESS   Drago
6. MISSISSIPPI   Selva
7. LO SPECIALISTA   Valdimontone
8. MOEDI   Civetta
9. NOBILE NILO   Leocorno
10. MAGIC TIGLIO   Onda
Tre i cavalli esordienti (Morosita Prima, Nicolas de P.Ulpu, Nobile Nilo). Dei soggetti che hanno già partecipato al palio solo Mississippi ne è stato vincitore (2 luglio 2011), mentre quello che ha maggiore esperienza della Piazza è Indianos, prescelto per la 5ª volta, seguito da Gammede, Lo Specialista e Moedi con 4.
Lo Specialista e Gammede è la loro seconda volta che toccano in sorte rispettivamente a Valdimontone e Pantera. (Per leggere le schede dei cavalli, clicca sul nome del cavallo prescelto)



TUTTI I CAVALLI DEL 2000                 LE SCHEDE DI TUTTI I FANTINI




Le bandiere del Museo Stibbert al S.Maria della Scala


Fino al prossimo 20 agosto sarà possibile visitare, gratuitamente, le bandiere di alcune Contrade provenienti dal Museo Stibbert di Firenze, e collocate negli spazi attorno alla Corte delle Fanciulle del Santa Maria della Scala dal 2009, quando, in occasione delle celebrazioni dei settecento anni del Costituto, i 12 stendardi furono esposti per la prima volta dopo i restauri.
Si tratta delle bandiere delle Contrade della Civetta, del Drago, del Giraffa, dell’Istrice, del Leocorno, della Lupa, del Nicchio, dell’Oca, dell’Onda, della Pantera, della Tartuca e del Valdimontone, alcune delle quali recano la data di esecuzione o le iniziali e i nomi degli autori.



I cavalli presentati alla Tratta

Di seguito l’elenco dei 29 cavalli presentati alla Tratta:

N.

CAVALLO

SESSO

ETA’

MANTO

PROPRIETARIO

1

INDIANOS

C

9

GRIGIO

Benedetta Gualtieri

2

ISTRICEDDU

C

9

BAIO OSCURO

Serena Butteri

3

GAMMEDE

C

10

SAURO

Francesco Maria De Mauro

4

MOROSITA PRIMA

F

7

BAIO OSCURO

Carolina Tacconi

5

NURKARA

F

6

SAURO

Augusto Posta

6

NICOLAS DE P.ULPU

C

6

BAIO

Mark Harris Getty

7

OZZASTRU

C

5

SAURO

Antonio Pozzi

8

INSOMMA

F

9

BAIO

Fabio Romanelli

9

GUESS

C

10

GRIGIO

Fabio Romanelli

10

MISSISSIPPI

C

7

BAIO

Osvaldo Costa

11

BONGO BINGO

C

7

GRIGIO

Giancarlo Rossi

12

MIGUEL

C

7

BAIO

Simone Santi

13

MONOPOLIO

C

7

BAIO

Luca Francesconi

14

OSVALDO

C

5

BAIO

Giovanni Sisi

15

NOTTAMBULO

C

6

SAURO

Federico Ghiani

16

LO SPECIALISTA

C

8

BAIO

Fabio Fioravanti

17

MOEDI

C

7

BAIO

Stefano Bramerini

18

MARROCULA

F

7

BAIO

Alessandro Favilli

19

NERONE SAURO

C

6

SAURO

Simone Berni

20

GUSCHIONE

C

10

SAURO

Simone Berni

21

NOBILE NILO

C

6

SAURO

Bernardino Vanni

22

NESSIE

C

6

SAURO

Niccolino Floris

23

OSCAR BOY

C

5

SAURO

Mario Savelli

24

MISTERIOSU

C

7

BAIO

Filippo Toti

25

ITALIANA DE SEDINI

F

9

SAURO

Federica Luchetti

26

MIRKO MONELLO

C

7

BAIO

Monica Mureddu

27

MAGIC TIGLIO

C

7

BAIO

Massimo Coghe

28

GIRA E RIGIRA

C

10

SAURO

Marco Sampieri

29

NITRITO

C

6

SAURO

Vincenzo Facchini


Non si sono presentati, pur essendo stati ammessi: Freesby, Istemma, Oba Oba e Ondina Prima





Svelato il drappellone

  
   
Francesco Clemente: un artista libero. Libero di ricercare, come di vivere in luoghi diversi. Napoli, Roma, New York, India. Libero di attingere alle sensazioni per poi rielaborarle in maniera caleidoscopica. Senza, però, ripetizioni. Originale sempre. Come nella rappresentazione dei corpi. Figure che transumano, come questa stupenda Madonna realizzata per il Palio del 16 agosto. E’ il drappellone dedicato all’Assunta.
In quel volto, dove occhi e bocca si aprono in spazi indefiniti, dove solo la leggerezza del tratto indica la femminilità, è racchiuso il misticismo della fede, in grado di abbracciare l’universalità. Come il manto, celeste, che avvolge un corpo non corpo, dal quale emergono gli stemmi delle Contrade. Un simbolismo iconografico capace di richiamare cristianità e senesità. Le Contrade sono nel grembo di Maria. In verticale. Fanno parte di lei. Come la stessa città di Siena che, due volte l’anno, dedica la sua Festa alla Vergine.
Francesco Clemente nella realizzazione del Palio è riuscito a traslare la sua idea di sacralità e, in una sorta di fascinazione, con colta abilità pittorica ha velato il dipinto. Come il Cristo velato della sua Napoli, il drappo di seta rimanda a sensazioni di trasparenza, incita a cercare oltre il guardare.
Sarebbe riduttivo inquadrare Clemente nella Transavanguardia o nel Post-moderno, perché riesce a travalicarne i confini con un personalismo creativo che carica di innovazione ciò che è già novità.
Radici e retaggi culturali diventano marche connotative per la sua concettualità estetica in un lavoro in divenire. Già la scelta dei colori e le vicinanze applicate ribadiscono la sua voglia di continua ricerca. Nessun forte cromatismo. La tavolozza di Clemente ha scelto, solo, tonalità leggere lavorando con: giallo, celeste, salmone, verde acqua e arancio. In rosa l’abito della Madonna.
Un ricordo antropologico per unire i due contrasti-incontri dell’umanità. Il maschile e il femminile, nell’immaginario collettivo. Ma anche natura e cultura, le due entità che ritroviamo nella corsa senese.
Il drappo si legge nel suo insieme. Niente primi o secondi piani. Tutti gli elementi riportati emergono all’unisono, perché gli uni fanno parte degli altri. Abolite le gerarchie regolate dall’occhio, in modo che la storia e la committenza dell’oggi possano stare sullo stesso piano, in un continuum tra passato e presente.


CLICCA SUL PALIO PER L'ALTA DEFINIZIONE




Il sonetto di Beppe Pallini

Il Palio di Francesco Clemente

L’artista è bravo, è fòri discussione,
famoso e le su’ opere apprezzate
nel mondo, ma però pe’ l’ occasione
poteva da’ più meglio pennellate.

Nell’insieme un è brutto il drappellone,
ma forse le misure so’ sbagliate
ne la figura di quel Madonnone
con mezza testa e le braccia tagliate.

Fare una previsione? Ma che credi ?
Nemmeno mi ci provo questa volta,
con questo cencio un c’è da sapello,

sto perfino in pensiero. O nini, ascolta:
sia detto senz’offesa, ma un lo vedi
che a la Madonna gli manca il cervello?

10 Agosto 2012





- LEGGI ANCHE L'ALTRO SONETTO DEDICATO A QUESTO PALIO -




Palio in sicurezza



Anche per il Palio di agosto è stato previsto l'impiego delle unità cinofile e degli artificieri che, coordinati da un Funzionario di Polizia, si occuperanno delle attività di bonifica preventiva delle aree interessate dalle acque piovane e dai bottini sotto la Piazza del Campo.
Tutti i varchi di ingresso della Conchiglia, saranno presidiati da personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, oltre a quello della Polizia Provinciale, Municipale e del Corpo Forestale dello Stato, per controllare visivamente le persone che vi accedano, anche con l'uso di metal detector. Gli operatori delle varie Forze di Polizia saranno anche affiancati da agenti della Polizia Scientifica.
E' stato, inoltre, ribadito il divieto di entrare nella pista, lanciare oggetti o, comunque, ostacolare il libero svolgimento della corsa, e quello di introdurre all'interno della Piazza del Campo, seggiole e sgabelli, tavolini, panche e cassette.
Non sarà consentito, infine, portare al seguito bevande in bottiglie di vetro o in contenitori metallici, in quanto è autorizzata soltanto la vendita di bibite contenute in involucri di plastica e cartone.



Francesco Clemente il pittore del Palio dell'Assunta

Nato a Napoli nel 1952 Clemente rappresenta, all’interno dell’arte contemporanea, una testimonianza molto importante degli sviluppi dell’arte italiana. Il SUO lavoro sta raccogliendo numerosi successi a livello internazionale: molte sue opere sono conservate nelle principali collezioni di arte contemporanea di tutto il mondo, dalla “Tate Modern” di Londra al “MoMA” di New York. Il suo esordio avviene tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta, grazie al critico Achille Bonito Oliva che lancia Clemente insieme a Enzo Cucchi, Sandro Chia, Mimmo Paladino e, successivamente, Nicola De Maria, all’interno del gruppo della Transavanguardia italiana, l’importante movimento di ritorno alla figurazione, a cui sono state e saranno dedicate una serie di mostre ed esposizioni che sono state incluse nel quadro degli eventi ufficiali per il 150° dell’Unità d’Italia, proprio grazie al carattere fortemente italiano di questo movimento artistico. Nel panorama internazionale, il giovane movimento riscuote grande interesse e nei primi anni Ottanta questi artisti sono invitati a esporre presso importanti sedi internazionali come il Centre Georges Pompidou, la XXXIX Biennale di Venezia, Fundació Caja de Pensiones di Madrid. Dal 1981 Clemente si trasferisce a New York, dove entra in contatto con artisti americani come Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat e Keith Haring. Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio del decennio successivo, Clemente espone nelle principali sedi internazionali tra cui la Whitechapel Art Gallery di Londra, la Nationalgalerie di Berlino, il Metropolitan Museum of Art di New York, l’Art Institute di Chicago e il Dia Center for the Arts di New York. Tra il 1999 e il 2000 la più importante retrospettiva dedicata ai lavori di Clemente è stata organizzata dal Solomon R. Guggenheim Museum di New York e dal Museo Guggenheim di Bilbao. Le sue opere, recentemente, sono state esposte presso il Museo MADRE di Napoli, la Schirn Kunsthalle a Francoforte e al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi.


ALCUNE SUE OPERE:





Le vittorie d’agosto dal 1945

Civetta (4) - 16/8/945-Folco-Biondo 16/8/949 Popa-Biondo 18/8/976 Panezio-Aceto 16/8/009 Istriceddu-Brio
Selva (7) - 16/8/953 Mitzi scossa-Biondo 16/8/955 Archetta-Romanino 16/8/965 Arianna 1^-Bazza 16/8/967 Selvaggia-Bazza 16/8/970 Ira-Baino 16/8/974 Panezio-Aceto 16/8/006 Caro Amico-Salasso
Tartuca (5) - 16/8/951 Bagnorea-Ciancone 16/8/994-Delfort Song-Il Bufera 16/8/002-Berio-Trecciolino 16/8/004 Alesandra-Trecciolino 16/8/010 Istriceddu-Trecciolino
Onda (2) - 16/8/972 Orbello-Valente 2° 16/8/985 Benito-Cianchino
Drago (6) - 16/8/962 Beatrice-Canapetta 16/8/963-Zaffira-Rondone 16/8/989 Benito scosso-Moretto 16/8/992 Pitheos-Il Pesse 16/8/993-Vittorio scosso-Mistero 16/8/001 Zodiach-Dè
Valdimontone (1) - 16/8/990-Pitheos-Cianchino
Leocorno (5) - 16/8/950 Niduzza-Rompighiaccio 17/8/980 Uana Aceto 16/8/995 Bella Speranza-Il Pesse 16/8/000 Venus VIII-Dè 16/8/007 Brento-Scompiglio
Istrice (2) - 16/8/956 Gaudenzia-Mezzetto 16/8/958 Uberta scossa-Biba
Pantera (3) - 16/8/978 Urbino (2°)-Cianchino 16/8/987 Benito-Cianchino 16/8/991 Pitheos-Il Pesse
Giraffa (7) - 16/8/946 Piero-Ciancone 16/8/954 Gaudenzia scossa-Veleno 16/8/971 Orbello-Bazza 16/8/983 Panezio-Moretto 16/8/986 Fenosu-Truciolo 16/8/997 Quarnero-Il Pesse 16/8/011 Fedora Saura-Brio

In collaborazione con



Dirette in TV e in Streaming

La diretta del Palio del 16 Agosto sarà effettuata in esclusiva per l’Italia da RAI Due con inizio alle ore 18,15 e fino alla conclusione della manifestazione. Telecronisti: Susanna Petruni e Maurizio Bianchini.
Su Siena e Toscana l’evento sarà coperto da Canale 3 e Siena TV a partire dalle prove regolamentate del 12 Agosto e così per tutti gli altri quattro giorni della Festa secondo gli orari tradizionali.
In differita hanno acquisito i diritti anche Teleidea e Canale Civico Senese. Sempre nei quattro giorni ci saranno collegamenti da Piazza del Campo in streaming, con il commento di Duccio Balestracci , Duccio Nello Peccianti e Giacomo Luchini. Sul web si potrà vedere tutto questo collegandosi ai siti di Siena News, Siena Free, In Toscana oltre alle due televisioni locali Canale 3 e Siena TV e ovviamente sul sito del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena. Ogni altro utilizzo non autorizzato sarà perseguito nelle forme previste dalla legge.
E’ presente una troupe del quotidiano londinese “The Guardian”, con il produttore Lindsay Poulton e un giornalista italiano Gianmarco Del Re e con la collaborazione di Viola Carignani. Effettueranno riprese collegate alle misure attuate dal Palio per la tutela del cavallo e alla vita stessa dei barberi nei quattro giorni di presenza in Contrada. Ciò allo scopo di predisporre un documentario di circa dieci minuti che sarà postato sul loro sito nel settore viaggi. Infine un gruppo di lavoro della casa cinematografica americana, ESPN collegata alla Walt Disney Company, seguirà l’intera manifestazione con particolare riferimento alla vita di Contrada. Il produttore è Matt Doyle e il soggetto che vivrà assieme ai contradaioli del Leocorno l’emozioni della Festa è il popolare Kenny Mayne. La giornalista italiana che accompagnerà la troupe è Lorella Muzi.

Sotto i media accreditati per le dirette del Palio in Streaming. Per accedervi basta cliccare sopra uno dei bottoni.

     

     



Chi correrà ad agosto

Queste le 10 contrade che correranno di diritto la prossima Carriera dell'Assunta, il 16 agosto 2012.

CIVETTA, DRAGO, ONDA, SELVA, TARTUCA, VALDIMONTONE, LEOCORNO, ISTRICE, PANTERA, GIRAFFA



L'Oca avrebbe dovuto partecipare d'obbligo, ma dovrà scontare un palio di squalifica.


QUESTA COMBINAZIONE DI 10 CONTRADE, NON E' MAI VERIFICATA NELLA STORIA DEL PALIO (cfr.)



Le cartoline di Siena




Così discreta, diretta ed immediata la cartolina illustrata ci accompagna da più di un secolo. Ma cosa sappiamo circa la sua origine? Le notizie sono piuttosto scarse e talvolta discordanti: pare comunque che la sua data di nascita sia da collocare intorno al 1870. Innegabile dunque il suo valore storico, tornato oggi prepotentemente all’attenzione degli studiosi come preziosa testimonianza del passato. In queste pagine ve ne mostriamo ben 1455, suddivise in 24 capitoli, che offrono originali e rare immagini della Siena di altri tempi.            SFOGLIA L'ALBUM DELLE CARTOLINE



Il Masgalano 2012

Il Masgalano offerto dalle Società di Contrada è stato realizzato dagli studenti dell'istituto d'Arte
   
 
- - - I MASGALANI - - -
La luce dell’argento con la forza e la passione dei colori del Palio. Gli studenti della sezione scultura del Liceo artistico/Istituto d’arte “Duccio di Buoninsegna” hanno realizzato lo splendido Masgalano, offerto dalle Società di Contrada per i due Palii di quest’anno.
L’ambito premio, andrà, infatti, alla migliore comparsa che si distinguerà, per eleganza e dignità di portamento e coordinazione, durante la sfilata nel Corteo storico che precederà le Carriere.
Per l’ideazione, e realizzazione dell’opera, i ragazzi hanno scelto l’oggetto simbolo che, forse più di ogni altro, racchiude ed esprime il concetto di arte. Una tavolozza creata con il prezioso metallo, con al centro un pennello, la cui punta ripropone i colori della Balzana, lo stemma di Siena. Accanto a questo, il logo ufficiale del Comune, del Magistrato delle Contrade e del Comitato Amici del Palio.
I colori, in terracotta, disposti a raggiera, sembrano appena depositati. Vivi. Un cromatismo che richiama, senza riproporre nel dettaglio, le Contrade di Siena. Negli incroci e negli incontri dei toni, così come nella scelta numerica, sono dieci, come i cavalli al canape. Sembrano pronti ad essere usati da quel pennello di setole nere e bianche che impersona la città. Un senso di freschezza pura, come la creatività di questi giovani studenti dediti all’arte.



Bartolomeo Ambrosione il mossiere di agosto



Dopo i Palii del 2004, del 2010 e del 2011, per il mossiere bresciano è la volta del ritorno. Un ritorno dovuto alla rinuncia di Natale Chiaudani e alla richiamata da parte dei capitani, riunitisi in una seduta plenaria, in cui è emrsa la chiara situazione di emergenza. Per questo la scelta è andata sul volto noto, sull'esperienza di Piazza e sulla credibilutà della persona, che ha sempre svolto il suo ruolo con umilità ed eleganza.

PER SAPERNE DI PIU' SUI MOSSIERI



Le nomine per il Palio di agosto

In adesione alla designazione espressa dal Magistrato delle Contrade i Deputati della Festa per il Palio del 16 agosto saranno Massimo Lelli, Fabio Santini e Franco Filippini; gli Ispettori della pista Gian Piero Nerli, Stefano Donnini e Luca Chiantini. Il ruolo di giudici della vincita spetterà a Walter Munaretto, Marcello Venturini e Roberto Saladini. Maestro di Campo Franco Sodi.

I DEPUTATI DELLA FESTA        GLI ISPETTORI DI PISTA        I GIUDICI DELLA VINCITA



Natale Chiaudani rinuncia all’incarico di mossiere

     Natale Chiaudani rinuncia all’incarico di mossiere per il prossimo Palio del 16 agosto. Con una comunicazione, inviata ieri al Comune di Siena, Chiaudani ha informato che dopo la vittoria dell’Oro assoluto ai Campionati Italiani, che si sono svolti sabato scorso, non potrà mantenere il ruolo di mossiere per i concomitanti impegni federali di Prima squadra ai quali deve partecipare proprio nei giorni della Carriera.


IL SUO PROFILO




     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena