- IL NOSTRO GUEST BOOK -
le citazioni e la raccolta delle e.mail più curiose e interessanti che ci sono state inviate

PRIMA PARTE


5 gennaio 2006
E' POSSIBILE SCARICARE LA MARCIA DEL PALIO COME SUONERIA PER CELLULARE?
Luciana

12 gennaio 2006
Ciao sono di Milano e tra le cose di mio nonno ho trovato le cartoline che voi avete nel sito,denominate PAGGI 1904 (COMUCCI). Stavo girovagando nei vari siti e le ho viste ho 17 paggi e 17 gruppi di contrada,chi meglio di voi puo' dirmi se hanno un valore monetario oltre a quello affettivo.Grazie per una vostra risposta e buon palio a tutti. Ciao
ROBERTO

30 gennaio 2006
Desidererei sapere se esiste un sito ove è possibile acquistare on line bandiere del palio.
Distinti saluti
Giuseppe

15 febbraio 2006
Posso farti un appunto? ho appena visto le pagine sulle rivalità tratte da con la rivale in campo... ora, ma proprio la foto del 96 dovevi mettere? e proprio nel sito di un'Aquilino? ehehhe...
voglio dire... almeno accompagnala con una delle nerbate del 92 no? Va bene che Nat che è un panterino, ci calchi sopra, ma io magari dal tuo sito la toglierei... eheheh
ciao, un abbraccio
Vince

22 febbraio 2006
sono un 25 enne extramoenia, ma mi creda per le emozioni provate ogni anno posso, anche se nel mio piccolo, sapere cosa prova un contradaiolo vero. Io abito in Piemonte e vengo a Siena in estate o verso Natale, sia ospite di amici che in albergo. Nell'agosto 2002 mia madre ospite di contradaioli della Tartuca venne a Siena e vinse la suddetta Contrada. Tornò a casa emozionata e folgorata dall'esperienza vissuta in una città tanto rara e magica. Mi consiglio' di visitarla e così feci prima in inverno e poi nell'agosto 2004 ospite delle stesse persone. Il destino volle che fu ancora vittoria della Tartuca ancora con Trecciolino. Indipendentemente da ciò, da chi vinse (nel senso che non mi sono mai sentito appartenente a tale Contrada ma ad un Altra...) non ricordo di aver mai provato un'estasi tale prima d'allora ed è sintomatico il mio ringraziamento agli amici di famiglia che mi hanno ospitato... iniziai ad appassionarmi del Palio, dall'araldica, ai simboli ai motti ecc. oltre che della città stessa nei suoi angoli ogni volta diversamente suggestivi sempre con un rispetto naturale votivo direi verso tutti i contradaioli capendo i loro sentimenti (nel mio piccolo) dalla gioia massima al pianto di delusione fino alla commozione per l'estrazione del miglior Barbero. Per non tediarla Le comunico che per tutto ciò l'"ardore" è il simbolo di ciò che sento quando vedo Siena e tra le righe ho dichiarato qual'è la Contrada che mi ha scelto. A chi dovrei rivolgermi per appartenervi e cosa comporta appartenere? Complimenti ancora per il vostro lavoro anzi la vostra arte. Distinti saluti
Marco

28 febbraio 2006
I am interested In locating art celebrating the Palio including drawings, paintings of the horse race and the town of Siena. Can you direct me to museums or painters who have works that I could view on line if possible. I am in the US, and Only speak English. Any assistance would be greatly appreciated.
James

3 marzo 2006
Can you help me please?
Can you advise as to the size of the flags used in the flag throwing in Sienna please. Thank you
Bryan - U.K.

3 marzo 2006
I'm a student in the US and I recently heard about the Siena Palio in a lecture where I noticed that the jockeys ride bareback. I've looked, but can find no explanation as to why they ride this way. Can you tell me if it has any significance? Thank you.
Chris

7 marzo 2006
Egregi signori,
siamo costretti a leggere, a intervalli regolari, notizie di cavalli morti in gara, di cavalli dopati, incremati, nutriti di farmaci affinchè il salvadanaio di uomini senza scrupoli si riempia di tintinnanti soldoni. E, dopo aver subìto tali vergognosi trattamenti, i cavalli, nobili, magnifici, incredibili animali, bellezza e innocenza, eleganza e mitezza, sfruttati da millenni, abusati da millenni, amati sinceramente da pochi, vanno con la fierezza che li contraddistingue, verso un'infame morte. Traditi da coloro che li hanno accuditi, cavalcati, comprati e venduti, anche ammirati. Noi non vogliamo niente di tutto questo per i nostri amici. Vogliamo che la loro vita abbia valore e anche la nostra riconoscenza. Vogliamo che i controlli, quasi inesistenti, avvengano prima di ogni gara, che leggi severe impediscano il loro maltrattamento. Vogliamo che nessun cavallo (equidi) vada più al macello e che venga approvata la proposta di legge che inserisce il cavallo (equidi) tra gli animali d'affezione. Poichè l'America è considerata la madre di tutte le madri, vogliamo che si prenda spunto dall'ultima legge emanata la quale, di fatto, impedisce che i cavalli (equidi), a fine carriera, vengano macellati. Sappiamo che gli esseri umani non guardano in faccia a nessuno, meno che mai a un cavallo che non parla e non si difende; che siamo capaci di tutti i tradimenti anche i più sacrileghi pur di soddisfare quel dio che da troppo tempo si erge impavido sui nostri altari, vitello d'oro indistruttibile, ma......... salviamo il cavallo, questa magnifica poesia che corre nel vento!
Enrica B. vice presidente GRUPPO BAIRO Onlus

5 maggio 2006
Da appassionato del palio e marito di una senese figlia di Alfiere e nipote di Barbaresco vittorioso faccio i miei piu sentiti ringraziamenti agli autori di questo supendo "sito" che mi tiene incollato per ore a leggere e rileggere la splendida storia del palio. Ho sentito dire che si è corso anche una specie di Palio tra i prigionieri senesi reclusi nei campi Inglesi in africa... se potete farlo indagate. Cordiali saluti
Marco M. (da Firenze)

16 maggio 2006
We will be in Sienna during the Palio. How do we buy tickets? We are interested in either the preliminary races, the day of the race, or the rehearsal dinner? We would need five tickets, two adults, an 18, 15 and 12 years old. I would appreciate any information. Also, are there tickets for the Calcio in Costume in Florence? Do you have any information?
Thank you,
Lucille - U.S.A.

18 maggio 2006
Corriere di Siena





18 maggio 2006
Buongiorno gentili signori,
TuttoTurismo nel mese di luglio pubblicherà un servizio dedicato al Palio di Siena realizzato dal fotografo Andrea Pistolesi. Ho visitato il vostro sito che ci sarà di prezioso aiuto e sarà doveroso citarlo per tutti coloro che vogliono conoscere il Palio e la sua storia. All'interno,nella pagina LE VITTORIE DELLE SINGOLE CONTRADE,abbiamo trovato l'araldica di tutte e 17 le contrade che sarebbe meraviglioso avere per pubblicare e raccontare delle contrade. Possiamo avere un'immagine uguale ma di dimensioni adatte alla stampa, sarebbe sufficiente 72 dpi per ciascuno stemma? Attendo con fiduciosa speranza una risposta positiva e veloce poichè i tempi per l'impaginazione sono davvero brevi. Grazie per la collaborazione.
Cordiali saluti

18 maggio 2006
Gentili Signori
cercando su internet notizie sull'autore di mattonelle in ceramica, in mio possesso, con le "figure" di alcune Contrade ho trovato il vostro sito. Le mattonelle in questione sono 8, erano di mio nonno e le abbiamo in casa da oltre mezzo secolo. Più sotto le descrivo e ne allego le foto. Nel vostro sito ho reperito il nome dell'autore (Dino Rofi) ed ho scoperto che 10 volte ha dipinto il drappellone tra il 1923 ed il 1958. Vi sarò molto grato se potrete farmi sapere se conoscete mattonelle di questo tipo, se avete altre notizie su Rofi e sulla manifattura che le ha realizzate. Grazie molte anticipate per la risposta che mi invierete. Con i miei migliori saluti
Ludovico S. , Ascoli Piceno

  
  


26 maggio 2006




29 maggio 2006
Pour annoncer et illustrer le Palio 2006 dans Air france Magazine, pouvez-vous m'envoyer une sélection de photos libres de droit? Cordialement
Catherine R. - Responsable "Culture Latitude"
AIR FRANCE MAGAZINE

29 maggio 2006
innanzitutto un caloroso saluto da Sassari.
volevo chiedere una cortesia, Nella mia città il 14 agosto si svolge da ormai 500 anni una sorta di processione nata come rigraziamento alla Madonna per la cessazione delle pestilenze ripetutesi diverse volte dal 1500 al 1700. I nove Gremi storici di Sassari (antiche corporazioni di arti e mestieri presenti a sassari dal 1400 circa) portano a ritmo di tamburi e pifferi nove "Candelieri" macchine di legno altre circa 5 metri dal perso di 400Kg trasposrate sul collo e sulle braccia da otto "portatori" guidati da un Capo Candeliere" che nè coordina i movimenti).
Negli utimi cinque anni è in corso a Sassari una accesa discussione sull'opportunità di modificare la conformazione dell'antica festa della discesa dei Candelieri inserendo 3 nuovi candelieri in rappresentaza di altrettanti Gremi che se pur esistenti da diversi secoli nella nostra città, allo stato attuale dei fatti e alla luce dei documenti storici in possesso non hanno mai partecipato allo scioglimento del voto alla Vergine Assunta. Vorrei sotoporre a lei e magari tramite la sua persona conoscere anche il parere di alcuni protagonisti della vostra festa del Palio e magari anche del Sindaco della Vostra città, alcune domande chiedendo la vostra autorizzazione per poterle inserire in una relazione che stiamo preparando per motivare il nostro rifiuto alla modifica della plurisecolare tradizzione della nostra Festa.
Le domande sono le seguenti:
1-Nel caso in qui si dovesse presentare una richiesta di inserimento nella vostra festa di una nuova entità (una nuova Contrada) quale sarebbe la vostra risposta?
2-Su quali basi fondereste le vostre tesi siano esse negative che positive?
3-Quale organismo competente avrebbe il potere decisionale in tal senso?
Sottlineando l'importanza di sentire un vostro parere a proposito e pregandoVi di essere celeri nel farmi avere le risposte colgo l'occasione per porgere i miei più cordiali saluti a nome del mio Gremio e di tutta la città di Sassari.
Lorenzo S. - Segretario del Gremio dei Contadini di Sassari

30 maggio 2006
Perche' nelle vostre belle statistiche dal 1600 a oggi non ci sono citati i nomi e la fine che hanno fatto i cavalli abbattuti per cadute assurde che determinano la vita o la morte di animali eccezzionali, con una nobile storia e coraggio da vendere... troppo coraggio da spezzarsi le zampe e restare immobile a osservare i propri zoccoli, uno girato a destra e uno a sinistra appoggiando sulle ossa spezzate!!! e' un'immagine che mi riempi gli occhi di lacrime e che non mi levero' mai dal cuore!!!!! ma che razza di uomini siamo per ridurre un altro essere in quello stato!!!! Non esiste un senso neppure lontano per giustificare tutto cio'!!!
Serena (che forse voleva scivere ad un sito del palio di Ferrara)

1 giugno 2006
Salve, mi chiamo L. M. e sono il Direttore della filiale di xxx della Banca Monte dei Paschi di Siena. Abbiamo aperto la filiale a fine dicembre 2005 e nella quotidiana opera di sviluppo ho allacciato dei rapporti con una casa editrice. L'azienda si è resa famosa all'opinione pubblica ed ai media per il notevole successo riscontrato nella stampa e pubblicazione di due opere particolari:
- L'album dei Santini pubblicato a dicembre 2005 con più di 100 mila album venduti, 10 milioni di figurine e la distribuzione in 10 nazioni con traduzione in inglese, 4 ristampe nazionali
- L'album dei Santi uscito a Pasqua 2006 per il quale il ritorno è paragonabile, se non migliore, all'album dei Santini
Nell'ultima settimana è uscita una ulteriore opera: "Niballo - il Palio di Faenza", 400 figurine raccontano la passione della città attraverso la storia, la cultura l'arte e le tradizioni di Faenza e dei suoi Rioni. In soli due giorni sono state vendute oltre 14 mila figurine, ma soprattutto arrivano richieste dell'opera completa (album + 400 figurine da tutta Italia)
La società sarebbe interessata a pubblicare un'opera sul PALIO DI SIENA e gradirebbe la possibilità di avere un incontro per sondare l'eventuale possiblità di intraprendere la realizzazione di un album sul Palio di Siena Vi chiedo gentilmente se ci può essere interesse da parte del Consorzio per la Tutela del Palio a valutare la possibilità di creare un'opera sul Palio di Siena e renderlo ancora più visibile in Italia e soprattutto all'estero.
Vi ringrazio in anticipo per la gentile risposta che mi darete.
Con cordialità L.M.

2 giugno 2006
Prendendo spunto da quanto accaduto durante la corsa del palio di Ferrara il 28 maggio u.s., e ricordando i molti, troppi episodi simili accaduti negli anni anche a Siena, sentiamo il bisogno di esprimere tutto il nostro sdegno e la piu' profonda indignazione. Condanniamo senza mezzi termini una manifestazione che, al di la' delle responsabilita' oggettive, con la giustificazione di far rivivere le antiche tradizioni, offre uno spettacolo troppo spesso cruento ed esasperatamente combattivo, in nome di un interesse turistico. Chiediamo che queste manifestazioni vengano finalmente e definitivamente abolite, e vengano sostituite da ben piu' civili cortei, parate, gare tra atleti, seguendo comunque le antiche tradizioni ma finendola di sfruttare a morte degli incolpevoli cavalli. Solo manifestazioni che rispettino la vita di tutti gli esseri viventi hanno il diritto di essere definite civili e realmente rievocative dei valori della nostra storia. Crediamo di poter scrivere tutto questo anche a nome delle moltissime persone che conosciamo e che la pensano certamente come noi.
Loris S. e Sabrina L.

2 giugno 2006
Egregi signori
non troviamo le parole per descrivere l'intensità dei sentimenti che ci urlano dentro.
Noi che amiamo gli animali siamo caduti insieme ai cavalli, ci siamo spezzati le gambe e siamo morti con loro.
Non crediamo sia possibile in una società che si propaganda per civile continuare a sfruttare questi straordinari animali, fragili e possenti, dolci e obbedienti, da sempre compagni, amici, terapeuti per quelle che si chiamano tradizioni e non sono altro che affari sporchi, competizioni rabbiose, fanatismi insulsi, superficialità barbare come bene ha dimostrato la "festa" ferrarese. Gli animali hanno rappresentato gli strumenti di miseri interessi e neppure l'attenzione che di solito si riconosce agli strumenti è stata loro dedicata. Nessun rispetto, nessuna pietà è stata loro riconosciuta. Non hanno neppure avuto il diritto a una pista senza buche.
L'incompetenza e l'irresponsabilità degli amministratori, dei fantini e di tutti coloro che hanno partecipato al palio è stata smisurata e senza appello. Condanniamo queste atrocità commesse contro gli animali usati nelle feste tradizionali sadiche e vogliamo che finiscano.
Chiediamo con tutto l'impeto delle nostre parole di dolore che il palio di Ferrara, ogni palio, venga abolito che il cavallo, nobile figura dell'immaginario collettivo, sia riconosciuto animale d'affezione, che non venga più utilizzato senza che gli venga riconosciuto il suo intrinseco valore di essere vivente.
Vogliamo che l'asservimento alle tradizioni non ci riporti nel medioevo e che il cittadino sensibile ed evoluto della società contemporanea sia finalmente preso in considerazione nel suo bisogno di sentirsi parte di un pianeta intero che ha diritto all'amore e al rispetto, a una cultura evoluta, a un arricchimento e non a una brutalizzazione dell'essere umano.
Chiediamo agli amministratori ferraresi di abolire il palio della loro città, al nuovo Ministro dell'ambiente Pecoraro Scanio di trasformare in legge quella proposta da lui stesso presentata e rimasta nel cassetto con cui il cavallo veniva dichiarato animale d'affezione e invitiamo tutte le associazioni, redazioni, quotidiani e amanti dei cavalli a sostenere questa proposta.
Se qualcuno crede ancora di non doverlo agli animali lo deve alla maggioranza dei cittadini italiani ai quali ripugna la violenza sugli indifesi.
Enrica B. vice presidente GRUPPO BAIRO Onlus

8 giugno 2006
Carissimi,
ho trovato nel vostro (grandioso!) sito molte statistiche, ma non l'unica che mi servirebbe in questo momento, ora vi spiego: discutendo riguardo i gravi incidenti del paloi di Ferrara sono saltate fuori immancabilmente le statistiche Lav sui cavalli abbattuti dal 1970; ora il mio modestissimo parere è che dal 1970 ad oggi ci dovrebbe essere stata una progressiva diminuzione degli incidenti grazie ai vari provvedimentoi presi in merito alla sicurezza della gara.
Ma nessun animalista mi dà la soddisfazione di precisare il mucchione trentennale dettagliandolo anno per anno, chissà perchè. Non è che lo potete fare voi per cortesia?
Non sono senese e non ho referenze
Maria Cristina M. - Modena

14 giugno 2006
Buongiorno,
Considerati gli sfortunosi eventi accaduti sia al Palio di Ferrara che al Palio di Floridia, mi auguro che le prossime date che vedranno in scena il Vostro famoso Palio, non ci offrano spettacoli disgustosi ed incivili come quelli appena visti in tv.
Vogliamo tutti sperare che il Vostro Palio sia d' esempio alle altre manifestazioni del genere e che offra uno spettacolo all'insegna del buon gusto del rispetto dei cavalli.
Distinti saluti.
Patrizia

20 giugno 2006
Mi chiamo Susanna, sono ungherese, insegnante di lingua e cultura italiana.. Sono appassionata del Palio, lo seguo, quanto posso, dall'Ungheria. L'anno scorso purtroppo Toscana Channel è stato criptato, così ne vedo molto meno alla TV. Sono stata presente più volte alla Corsa, l'ultima volta l'ho seguita nel 2000. Faccio le registrazioni delle Corse dalle trasmissioni della RAI. Farei le traduzioni in ungherese molto volentieri e credo di poter farle nello spirito del Palio.

24 giugno 2006
Is there a television station that broadcast the Palio live to the United States on July 2nd?
Ciao,
Doug

26 giugno 2006
Fino a una decina di anni fa credevo anch'io che il vero cognome fosse De Gortes, poi ebbi l'occasione di vedere il fazzoletto dell'Aquila di alcuni amici con la firma di Aceto (c'era scritto Andrea Degortes)? pensai avrà sbagliato!!!.
Successivamente con l'acquisto di alcuni libri di editoria paliesca mi sorse un atroce dubbio "Degortes o De Gortes?" (comprai due libri ma ognuno dei due scriveva il cognome in modo diverso??? Poi ebbi l'occasione con un mio amico fanatico di corse a pelo di vedere il Palio di Asti, mi dettero un volantino sul quale figurava l'albo d'oro, c'era scritto Degortes.
Verso il 1994 andai in vacanza in Sardegna anche con questo mio amico, cogliemmo l'occasionne di andare a informarci all'ufficio anagrafe di Olbia (al quel tempo non c'èra la legge sulla privacy) chiedemmo informazioni su un certo De Gortes ci risposero che non esisteva nessun Andrea De Gortes, ma un Andrea Degortes nato il 1° Maggio del 1943.
E cosi' da quel giorno per me Aceto è diventato Andrea Degortes e non De Gortes.
G.G.

26 giugno 2006
Buongiorno,
vi prego di informarmi su come posso "partecipare" da spettatore al palio di Siena del 02/07/06. Mi piacerebbe trascorrere una giornata da "contradaiolo" e volevo sapere se per entrare nella piazza dove si svolgerà il palio è previsto un biglietto di ingresso, e se si dove e come posso acqusitarlo. Grazie,
Domenico

27 giugno 2006
Salve,
faccio giochini per cellulare. e' un microbussines ma mi diverte.
mi era saltata l'idea di realizzare un giochino sul Palio di Siena.
i miei giochi per ora hanno una piccola distribuzione nazionale, ma dovrebbero avere presto una divulgazione ben al di fuori dei nostri confini.
le mia prima domanda e' :
- se faccio un gioco sul palio avro' degli appoggi perlomeno morali, del tipo "Bravo ed auguri !" dagli organizzatori del Palio oppure avro' dei vincoli del tipo... esistono dei copyright sul nome ecc... ?
vi ringrazio per la vostra disponibile risposta al mio quesito.
Carlo

28 giugno 2006
Egregi signori,
Domenica sarò a Siena...!!! è di nuovo Palio...!!!!
bando alle ciance, avevo un quesito da porvi...
giorni fa leggendo la lista dei barberi alle previsite, compariva tra gli altri Berio (immenso...!!!)... poi con mio sommo stupore, ho visto che non c'è nell'elenco di quelli ammessi alla tratta...
volevo sapere, come mai??? non ha passato le visite???
...che peccato non vederlo domenica...
ringrazio anticipatamente per l'informazione... e W il popolo senese e l'inavvicinabile Grande Siena...!!!
Distinti Saluti
Antonio S. - Padova

30 giugno 2006
Gentili Signori,
scusate se torno a disturbarvi. Ho scritto al sito ufficiale del Palio per avere informazioni su l'acquisto dei biglietti per la corsa del 2 luglio, ma mi hanno detto di rivolgermi al vs. APT senza però aggiungere n.di telefono o e.mail.
Potete aiutarmi voi in quanto non riesco a trovare l'indirizzo?



              

                    

     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena