Palio di Siena

3 luglio 1978
SELVA


CAPPOTTO REALIZZATO DAL CAVALLO URBINO DE OZIERI

L'ordine quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei cavalli, su quelli dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
* Fantino esordiente

Timone ONDA Ercolino
Urbino de Ozieri SELVA Bastiano *
Teseo II OCA Aceto
Utrillo CHIOCCIOLA Tremoto *
Tornado VALDIMONTONE Cianchino *
Valeria DRAGO Grinta
Quebel TARTUCA Canapino II
Umorista TORRE Primula Rossa *
Tessera PANTERA Bazzino
Saputello LUPA Galletto

MOSSIERE: Carlo Palmieri


    



CAPITANO: Roberto Marini
PRIORE: Alessandro Fabbri
MANGINI: Nedo Pertini - Giorgio Sani
BARBARESCO: Pierugo Fontana

La contrada non vinceva dal 16 agosto 1974
Primo Palio vinto da questo fantino




Questo Palio segna in maniera tangibile l'avvento di una nuova generazione di fantini, infatti a contenderselo sono tre dei quattro debuttanti presenti fra i canapi. Scartati Rimini e Panezio, l'unico cavallo presente ad aver gi vinto Quebel che tocca alla Tartuca. Per il resto si dice un gran bene di Saputello, Urbino e Utrillo, tutti soggetti velocissimi. Le prove sono piuttosto movimentate, nella prima Valente, nella Chiocciola, aggredisce in maniera violenta Canapino che cade, la squalifica immediata, in San Marco arriva il giovane sardo Tremoto. Nella Prova Generale si infortunano Spillo nella Torre e Liscio nella Lupa, a sostituirli Primula Rossa e Galletto che non hanno corso nemmeno una prova. Il nuovo Mossiere Carlo Palmieri ha il suo bel da fare, la mossa molto confusa. Dopo circa trenta minuti di attesa partono in testa Selva e Onda, il Drago cade dopo pochi metri. A San Martino Ercolino gira larghissimo, Bastiano e Urbino prendono il largo, dietro i due debuttanti sardi Tremoto e Cianchino, giovane allievo di Ciancone. Al secondo San Martino la Chiocciola si avvicina alla Selva, ma Tremoto cade, resta solo il Montone a insidiare Bastiano, mentre dalle retrovie sbuca staccatissima la Tartuca. Il vantaggio della Selva rassicurante, Bastiano controlla da veterano il ritorno di Cianchino e si impone al suo esordio in Piazza del Campo.

(Da "Daccelo!" di Roberto Filiani)
















LE CADUTE DEI FANTINI








NUMERO UNICO


Cliccate qui per vedere il video della carriera