www.ilpalio.org

3 luglio 1794
GIRAFFA



L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

B. di G.Mucci VALDIMONTONE Gistri
B. di G.Casini PANTERA Begnamino
M. di C.Brandani TORRE Ciocio
S. di A.Peroni TARTUCA Gobbo Chiarini
M. di A.Cortecci BRUCO Nacche
B. di G.Gigli GIRAFFA Mattiaccio
M. di N.Passalacqua LEOCORNO Lise
M. di B.Furi CIVETTA Baffino
G. di L.Bruttini CHIOCCIOLA Niccodemo *
B. di G.Rubini OCA Bacchino

GIUDICI DELLA MOSSA: Alibrando Parigini e Antonio Rinieri

CAPITANO VITTORIOSO: Giovanni Silvi

La contrada non vinceva dal 5 luglio 1750
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1793




Corso il 3 a causa della pioggia.
La mossa fu data due volte perché la prima volta non tutti i cavalli stettero al loro posto. Alla 2ª mossa scappò 1° il Bruco con Gigi Sucini, 2° il Montone con il Mugnanio, e quindi la Torre con Ciocio, che avanti S.Martino era prima, ma avendo voltato troppo largo rientrò primo il Bruco.
Venivano dietro la Giraffa (Mattiaccio) e la Civetta (Baffino) che alla pianata al 2° giro si chiapparono e si tennero fino al Casato, dove la Giraffa si potè liberare dalla Civetta.
Acquistato sempre terreno e dopo un breve contrasto con la Torre e con il Bruco, la Giraffa a S.Martino (3° giro) passò prima, e senza altro contrasto vinse il palio.
Alla vincita 2ª arrivò la Torre, 3° il Bruco.
Grande entusiasmo generale salutò questa vittoria, essendo 44 anni che la Giraffa non aveva vinto. Subito furono suonate le campane della Contrada alla quale si unirono quelle di S.Francesco e di s.Pietro a Ovile.
Furono fatti fuochi per la strada della Contrada fino alle 12 di notte e i Padri di S.Francesco illuminarono il campanile e parte del convento dalla parte di Provenzano, e così finì il brio senza inconvenienti.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)