www.ilpalio.org

16 agosto 1719
CHIOCCIOLA



Ricorsa di agosto indetta dall'Aquila
L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine

Vegliantino NICCHIO n.r.
Fornaino OCA n.r.
Freghino CHIOCCIOLA Morino
Balzanello BRUCO n.r.
Serpente TORRE n.r.
Balzanello TARTUCA n.r.
Vedovello ONDA n.r.
Moscone GIRAFFA n.r.
Portantino SELVA n.r.
Grillo CIVETTA n.r.
Possarino ISTRICE n.r.
Ballottino PANTERA n.r.
Leprino LEOCORNO n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Ottavio Campioni e Curzio Sergardi

CAPITANO VITTORIOSO: Bernardino Baldi

La contrada non vinceva dal 17 agosto 1718
Il fantino non vinceva dal 17 agosto 1718




Per dimostrare la propria gioia alla città per aver conseguito la sua prima vittoria, la Nobil Contrada dell'Aquila il 18 luglio incaricò i signori Ascanio Bulgarini, Francesco Marcelli, Domenico Cassi e Gaetano Guidi di organizzare una Carriera per il futuro 16 agosto.
Il premio sarebbe stata una guantiera d'argento di 41 once.
Il 27 luglio il Bulgarini e il Marcelli si recarono in visita dalla Principessa Violante di Baviera e le esposero il progetto della ricorsa approvato dalla loro Contrada.
I due Deputati furono benignamente accolti dalla Sovrana e il 3 agosto venne steso il Bando da notificare alle altre 16 contrade, invitandole a mettersi in nota entro il giorno 10. Fra le 13 Contrade che risposero favorevolmente all'invito vi fu anche il Leocorno, a cui dal 1718 il Collegio di Balia aveva comminato una squalifica di dieci anni.
Infatti alla Crontada dei Pantaneto era stato proibito di prendere parte alle corse e di spiegare la bandiera per non essere intervenuta il 12 aprile 1717 a salutare l'ingresso della nuova Governatrice.
Venne allora presentata dagli abitanti di Pantaneto una supplica a Violante, che decise di accoglierla benevolmente, permettendo al Leocorno di correre ancora una volta il Palio.
Sulla corsa non sono pervenute cronache particolareggiate: sappiamo solo che vinse la Chiocciola.

(Da "Storia del Palio e delle Contrade" di Alberto Fiorini)









TRATTA E ISCRIZIONE DELLE CONTRADE