www.ilpalio.org

2 luglio 1689
sabato





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -



Per motivi sconosciuti, il Palio venne spostato al 16 agosto, anche se era stato programmato come di consueto, per il giorno della festa della Madonna di Provenzano.
Oltre che dalle due delibere di Biccherna del 22 e 25 giugno1, che specificavano anche il tipo di premio, ossia "un Baccile d'argento", si trova conferma nella decisione del Consiglio del Drago, il quale riunitosi dopo il Vespro del 29 giugno, espresse la volontà forte dei 22 voti favorevoli contro i 2 contrari, a partecipare alla corsa "il 2 del prossimo futuro Luglio"2.
Questa circostanza porta alla consapevolezza che la decisione di posticipare il Palio fosse stata repentina e presa a ridosso del giorno della corsa e, mancando altra delibera mirata ad obbligare i popoli delle Masse a portare la terra in Piazza, è ipotizzabile che questa vi rimanesse stesa per oltre un mese e mezzo, come già era accaduto nel 1664. 


NOTE:
[1] ASS, Biccherna, 22 e 25 giugno 1689, cc. 15 e 16v
[2] ASS, Patrimonio Resti 703, Compagnia di S.Domenico in Campo Regio, c. 266v


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE









RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691