www.ilpalio.org

2 luglio 1687
mercoledì





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -



Il Cancelliere di Biccherna Balestri e il Bandini non riportano questo Palio, né tanto meno si riscontrano delibere di partecipazione di nessuna Contrada.
Il Bandiera, il Comucci e lo Zazzeroni, nonché il Comune riconoscono invece la vittoria al Bruco con Bacchino1 che, secondo lo Stato delle Anime di San Matteo ai Tufi2, sarebbe stato ultraquarantenne, essendo nato intorno al 1642.
A proposito di fantini, il 1687 è l'anno che dette i natali a Ruglia3. Ruglia (e non Roglia), nacque a Firenze il 4 aprile4 e in seguito si trasferì a Siena nel territorio di San Donato. Morì a Firenze, all’Ospedale di Santa Maria Nuova il 22 settembre 17195.
Si chiamava Giovan Battista Papi6, faceva il vetturino e il suo nome è legato al Palio del 16 agosto 1713 quando correva nella Tartuca e, caso unico nella storia paliesca, dovette condividere il successo con Cappellaro, fantino dell'Onda.


NOTE:
[1] L'anno precedente, Bacchino si trovò coinvolto in una rissa, da lui stesso provocata, che gli costò la mutilazione di due dita della mano destra, cioè l'indice e il medio (ASS, Capitano di Giustizia 677), c. 548 
[2] AAS, Stati delle Anime di S.Matteo ai Tufi 2815, anno 1683, c.s.n.
[3] AAS, Incarti Matrimoniali 6069, anno 1719
[4] OSMFF, Battesimi anno 1687, n. 527
[5] ASF, Ospedale di Santa Maria Nuova, 777 e 778, 22 settembre 1719
[6] AAS, Cause Criminali 5586, n. 21


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE









RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691