www.ilpalio.org

8 giugno 1680
sabato





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -



Il Comune riconosce al Nicchio la vittoria di un ipotetico Palio Straordinario corso l'8 giugno in onore di Cosimo III Granduca di Toscana.
E' invece pressoché certo che, mancando di fonti ufficiali e di delibere contradaiole per delle eventuali partecipazioni, quell'anno venisse corso soltanto l'ordinario del 2 luglio.
Oltre ad essere ignorato dal Diario del Macchi, tale presunta vittoria non è menzionata neppure dalla Compagnia di Santo Stefano, solitamente molto precisa e scrupolosa.
Esula il manoscritto del S.Maria della Scala che, oltre ad attribuire la vittoria al Nicchio, rimarca pure che "l'Onda hebbe il premio"1.
Quest'ultima affermazione appare piuttosto singolare, perché all'Onda non solo non risulta di aver ricevuto questo riconoscimento, ma neppure di aver partecipato al Palio.
E’ invece certo che il 22 settembre di quell’anno “l’Eminentissimo Signor Cardinale Flavio Chigi alla sua Villa di Cetinale vi fece correre un Palio alle Contrade di Siena, conforme l’anno passato e lo vense la Contrada del Brucho”2. Poche ore dopo la corsa, "avanti la Spetieria del Minucci”3, scoppiò una violenta rissa fra alcuni ragazzi e tal Michel Agnolo Buleri detto Il Trillo, che ritennero evasiva e in qualche modo offensiva la risposta da lui offerta riguardo al vincitore del Palio.




 


NOTE:
[1] ASS, Ospedale S.Maria della Scala 183, Ricordi e memorie 1453-1765, Tomo II, ms, c. 112v
[2] ACS, A.XI.22, Girolamo Macchi, Diario, ms, c. 69v
[3] ASS, Capitano di Giustizia 675, c.913, anno 1680


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE









RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691