www.ilpalio.org

2 luglio 1676
giovedì
NICCHIO





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -



Palio1 riconosciuto dal Comune e vinto dal Nicchio, presumibilmente con Bacchino, come risulta dal carteggio della Compagnia di Santo Stefano, riguardante una delibera del 5 luglio che stabiliva di accettare dalla Contrada "un Baccino, et un Bocchale d'argento vento dalla medesima quest'anno il dì 2 di Luglio in occasione d'havere corso il palio in Piazza"2.
L’intenzione della Compagnia era quella di fondere questi due premi, insieme alla guantiera vinta nel 1674, "volendone fare memoria per la Chiesa, ò di Calice, ò di Croce, ò altro" e impegnandosi nello stesso tempo a "prestarla alla Contrada il giorno della festa delli Santi Jacomo e Filippo"3.
Oltre a ciò, venne stabilito “che la Compagnia deve tenere affissi sempre nella sua Chiesa Maggiore li sei Drappelloncini delli Palij4 a loro donati, e quelli ogni volta che la Contrada gli rivorrà, deve restituirglieli”, riferendosi pertanto alle precedenti vittorie, che potevano essere state quelle del 1658, 1660, 1662, 1665, 1667 e 1676.
Un’ulteriore conferma del numero dei successi ricevuti dal Nicchio fino a quel giorno, l’abbiamo giovedì 17 giugno 1677, allorché "alzatisi in piedi tutti li detti habitatori, et ogn’uno disse doversi fare dono e carità alla medesima Compagnia in conformità delle 6 altre volte"5.
Di questo Palio, merita ricordare che ancora una volta la Tartuca "hebbe il premio"6 per aver sfilato con un carro che "rappresentava il trionfo di Amore con molte Ninfe prigioniere da Venere"7 e che l'Oca8 fu una delle protagoniste.   


NOTE:
[1] ASS, Biccherna 883, 27 giugno 1676, c. 17 
[2] ASS, Patrimonio Resti 1724, Compagnia di S.Stefano, c. 41v 
[3] ASS, Patrimonio Resti 1724, Compagnia di S.Stefano, c. 42 
[4] In seguito fu invece deciso che “tali Drapelloncelli non devino stare esposti nella chiesa, ma bensì nel Cappellone”. Da tener presente che tale numero di vittorie venne ribadito anche in data 18 luglio 1677.
[5] ASS, Patrimonio Resti 1724, Compagnia di S.Stefano, c. 43 
[6] ASS, Ospedale S.Maria della Scala 183, Ricordi e memorie 1453-1765, Tomo II, ms, c. 112v
[7] BCS, A.XI.22, Girolamo Macchi, Diario, ms, c. 60v
[8] ACOc, Deliberazioni 1667-1745, libro C, c. 41


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE












RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691