www.ilpalio.org

2 luglio 1656
domenica
TORRE





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -



"Crescendo di giorno in giorno la brama di rimostrare a Maria Vergine il filiale ossequio, fu nel 1656 istituita la Magnifica Festa del Pallio fatto correre in Piazza nel 2 Luglio alle Contrade della Città da Tre Gentiluomini detti i Sig.ri Nobili in onore della Visitazione di Maria a S.Elisabetta"1.
Santa Elisabetta era la cugina della Madonna e con queste parole il Collegio di Balia sanciva di fatto l'inizio del Palio con regolare continuità.
Il 2 luglio era il giorno del leggendario miracolo che da tradizione dicesi avvenne nel 1594, quando un soldato spagnolo del presidio mediceo in preda ai fumi dell'alcool o forse per sacrilega ostentazione puntò il suo archibugio sull'immagine della Madonna e sparò.
La palla raggiunse il piccolo busto provocando una fessura, ma nello stesso istante scoppiò l'arma del soldato, uccidendolo. Ciò che era accaduto, fu interpretato dal popolo come un segno con il quale la Vergine riconfermava la sua protezione e predilezione per la città di Siena.
Ritornando a parlare della corsa, il Comune riconosce la vittoria alla Torre, che a riprova di ciò esibisce una pagina che specifica che "il Palio di questo giorno 2 Luglio 1656 è riuscito bellissimo et garoso conquistando la vittoria la Contrada della Torre con il fantino Simone detto Mone"2.
Secondo questo manoscritto, che si presume coevo, è probabile che per la prima volta una Contrada vittoriosa si sia recata in Provenzano a recitare un Te Deum, dando inizio così a questa religiosa tradizione.
Secondo la riflessione che elaborò lo storico Flaminio Rossi, i Palii di questo periodo non erano “che prove, o saggi di quella Istituzione perventuta fino a noi, e che la buona riuscita della medesima facesse andare in disuso l'altra delle bufale", che evidentemente trasmettevano minori emozioni delle corse con i cavalli. 


NOTE:
[1] ASS, Balia 1077, c. 86v
[2] ACTo, VI.A.1, anonimo, ms


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE












RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691