www.ilpalio.org

9 maggio 1648
sabato
OCA





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -


Anche in questa occasione venne ripetuto lo stesso errore commesso nel 1645, ossia l'erronea interpretazione della scrittura del manoscritto originale, scambiando un 9 per un 7.
Pertanto il Palio alla tonda, che fu l'ultimo per celebrare il compleanno del Principe Mattias, è stato tramandato come disputato il 7 maggio.
Attraverso le memorie dell'Oca, che ne uscì vittoriosa, sappiamo che le Contrade che vi parteciparono furono sei e una di queste era la Lupa. "Doppo il cenno dato tre volte con la tronba si partirno, e quantunque il nostro cavallo si partisse doppo li altri, acquistò la strada con cellerità et passò havanti a tutti gli altri, a' quali quando per terminare che ebbe la corsa restò con uno della contrada della Lupa eguale, ma per la bravura non solo del cavallo, ma ancho del fantino, destramente si avanzò con acclamatione di tutti li circostanti"1 .
Conferma indiretta del successo dell'Oca si trova fra le righe del resoconto dei festeggiamenti per la sua vittoria del 1673, dove veniva ribadito che erano ormai trascorsi 25 anni dall’ultima vittoria della Contrada2 .
Anche questo Palio è fra quelli riconosciuti ufficialmente dal Comune nel 18943 , ma in ogni caso rimane ignota la fonte da dove è stato tratto il nome di Mone, fantino a cavallo fra storia e leggenda, al quale vengono attribuite, con poche eccezioni, le vittorie dei primi Palii. 


NOTE:
[1] ACOc, Deliberazioni 1646-1666, libro B, c. 156
[2] ACOc, Deliberazioni 1667-1745, libro C, c. 22
[3] ACS, Postunitario IV, n.30, delibera n.684 del 10 ottobre 1894


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE












RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691