www.ilpalio.org

9 maggio 1645
martedì
OCA





- prima di iniziare la lettura, si consiglia di leggere l'introduzione -


Il 2 maggio 1645, constatato che "...Il Serenissimo Sig. Principe Mattias nostro padrone havendo risoluto il dì 9 stante giorno della sua nattività far correre uno Palio in Piazza con cavalli"1, l’Oca, insieme ad altre tre contendenti, fu di fatto obbligata a prendere parte a questo Palio, dal quale uscì vittoriosa, come si legge in una sua memoria: "...il nostro cavallo di posta2 fu il primo e si mantenne sino al fine et anco volse quel che correva sopra il detto cavallo doppo avere corso le tre solite girate della piazza volse correre una volta di più perché volse far vedere la bontà del cavallo, e così restò vinto il pallio"3.
Questo resoconto appare anche in un libretto offerto nel 1892 ai Protettori della Contrada. Colui che trascrisse il testo originale, ignorando il giorno esatto della nascita del Principe, come pure aveva fatto a suo tempo l'Hercolani, fissò al 7 maggio la data della corsa e così ci è stata erroneamente tramandata, divenendo addirittura quella ufficiale.
Conferma della Festa si trova nelle memorie dell'Onda che, riunitasi il 18 giugno, faceva espresso riferimento a un "Palio che si fece in Piazza" e delle spese occorse "per pagare il chavallo e il fantino"4.
E' da tenere presente che questo è anche uno dei cinque Palii riconosciuti dalla Giunta Municipale all'Oca il 10 ottobre 18945: due erano di quelli definiti "alla romana" di fine Ottocento, gli altri tre "alla tonda" della prima metà del Seicento.
Venne invece rigettata la richiesta di ufficializzare quello vinto il 17 agosto 1874 corso nei viali della Fortezza Medicea con il colligiano Angelo Romualdi detto Girocche6.


NOTE:
[1] ACOc, Deliberazioni 1601-1645, libro A, c. 388
[2] Secondo l’elenco che con poche lacune prende in esame i Palii dal 1693 fino a i nostri giorni, il proprietario più vittorioso in assoluto resta la Posta di Siena con 21 successi, seguita da Alfredo Pianigiani con 20 e dal “Sor” Ettore Fontani con 10.
[3] ACOc, Deliberazioni 1601-1645, libro A, c. 389
[4] ACOn, Libro secondo di deliberazioni 1604-1673, c. 48
[5] ACS, Postunitario IV, n.30, delibera n.684 del 10 ottobre 1894
[6] Nato a Colle val d'Elsa il 7 marzo 1837 (AVCVE - Battesimi 643, anno 1837), Girocche si trasferì a Empoli dove esercitò la professione di domatore di cavalli. Esordì il 2 luglio 1865 e vinse cinque Palii, di cui uno "alla romana", guadagnando pure un "cappotto" nel 1876 con la Civetta e il Bruco.


ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE












RIEPILOGO
VITTORIE
DAL 1633
AL 1691