www.ilpalio.org

- 20 marzo -

1998: caccia al Batman erotico






  
La caccia e' senza tregua, gli ammiccamenti sono continui, i nomi e gli indizi fioccano, a Siena e soprattutto al Monte dei Paschi non si parla d'altro.
Perfino al consiglio di amministrazione della banca, che si e' riunito ieri a Roma, sarebbe arrivata una eco delle stravaganze erotiche del fantomatico Batman.
L'eroe del cartoon e della saga cinematografica naturalmente non c'entra nulla. L'uomo pipistrello in questione sarebbe un "alto dirigente del Monte dei Paschi", travestito da Batman, che si sarebbe messo il mantello e la maschera, sarebbe balzato sul como' (o sull'armadio) della camera da letto in un appartamento del centro storico di Siena, per piombare sulla sua compagna, legata al letto completamete nuda.
Solo che avrebbe "sbagliato la mira", piombando pesantemente a terra e procurandosi varie fratture. Una situazione fantozziana ma insieme drammatica, tanto da richiedere l'intervento dei vigili del fuoco per slegare la donna e portare al Pronto soccorso quell'improvvisato e malconcio Batman.
Una storia piccante, intrigante, condita da tanti particolari.
Nel Nicchio, la contrada senese dove sarebbe accaduto il tragicomico "volo erotico", gli indici si puntano adesso contro tante case.
Fino all'altro ieri si trattava di una storia soltanto senese, una specie di leggenda metropolitana fiorita in provincia.
Un giornale locale, il Corriere di Siena, l'aveva pubblicata domenica, una ventina di righe ma con la notizia "sparata" in locandina. Per due giorni silenzio, poi mercoledi' e ieri altri particolari, con la novita' che "Batman lavora al Monte, e' un cinquantenne poco atletico e la sua compagna e' piu' giovane di lui". L'eroe mascherato avrebbe riportato una frattura, sarebbe stato curato al Pronto soccorso.
La notizia rimbalza in un'agenzia, l'Agi, che l'altra sera lancia la disavventura di Batman in tutte le redazioni.
E' l'apoteosi: la storia finisce su tante prime pagine, i dettagli si sprecano, le risate anche. I giornalisti ieri hanno tempestato di telefonate il centralino dei vigili del fuoco di Siena e il policlinico delle Scotte. I primi scelgono addirittura un "portavoce" del comandante che dice: "Non abbiamo mai compiuto alcun intervento del genere, ne' in citta' ne' in provincia". Spulciando il librone delle chiamate, si scopre che in queste ultime settimane i vigili del fuoco hanno si' aperto una porta in un appartamento nella zona d'operazione di Batman. Ma l'inquilina soccorsa ha 92 anni ed e' difficile immaginarla come co - protagonista di questa storia.
Dal Pronto soccorso sono ancora piu' categorici. Il professor Paolo Consorti, primario e anche lui bersagliato da decine di telefonate di giornali e tv, dice: "In questi giorni ci sono stati dei casi di fratture, non ci hanno certo raccontato se sono caduti o no con il vestito da Batman.
Ma abbiamo fatto delle verifiche e non ci risulta niente che possa far risalire ad un episodio del genere". Smentite ufficiali, ma il bello delle leggende metropolitane e' proprio questo: resistono a tutto, anche all'evidenza.

Di Blasio Pino (Corriere della Sera)