www.ilpalio.org

- IL DIARIO SANESE DI ANTONIO FRANCESCO BANDINI -
“Notizie sulle Contrade e sul Palio (1785 – 1838)”
Trascrizione a cura di G. B. Barbarulli, Contrada della Tartuca, 2009




Luglio 1828
- CIVETTA -






cliccando sulla copertina si accede alla scheda del Palio







               
4 giugno. Approvazione del Palio del 2 luglio prossimo, e tempo della presentata dell’istanza.
Con Rescritto di S. A. I. e R. del 22 maggio approvò la solita Carriera del 2 del prossimo luglio, la Comunità Civica ha affisso la Notificazione relativa a tale oggetto, e prescrive alle Contrade tutto il 18 di giugno d’avere fatta e portata al Cancelliere della med. la loro istanza, e che il 19 stesso sarà fatta la tratta alla presenza del Magistrato, delle Contrade che non corrono il d. 2 luglio, e le supplenti al numero di dieci, saranno tre che si estrarranno per compimento del sud. numero.

19 giugno. Estrazione delle tre Contrade che non corrono d’obbligo il dì 2 luglio 1828.
In questa mattina nelle Stanze della Comunità Civica alla presenza dei SS.ri Priori, e con le regole ordinate dai veglianti Ordini, si sono fatti chiamare i 17 Capitani delle Contrade di Siena e pubblicamente è stata fatta l’imborsazione delle sette [in realtà dieci] Contrade che non corrono d’obbligo, essendo fatta l’estrazione sono sortite l’appresso Cioè Drago, Montone e Tartuca. Le Contrade che corrono d’obbligo nel futuro due di luglio sono Chiocciola= Nicchio= Pantera, Bruco= Civetta= Onda ed’Aquila.

29 giugno. Estrazione e scelta dei cavalli per la Corsa del 2 luglio p.o.
In questa sera siè fatta la scelta dei cavalli per la Corsa del 2 di luglio nella Piazza del Palazzo di Giustizia, e poi alla Porta della Comunità Civica si sono estratte le ballotte perché con i numeri respettivi per la sorte dei cavalli da conferirsi alle Contrade correnti.

30 giugno. Drappellone del Palio affisso alla Comunità Civica con le Armi dei SS.ri della Festa.
Siè affisso alla Porta della Comunità Civica il drappellone per la Corsa del due di luglio, con la Madonna di Provenzano, e con le Armi dei SS.ri Festaioli già descritti la sera del 2 luglio 1827 e sono, Cav. Alfonso Landi, Antonio Palmieri, ed Auditore Mori Baldini Nob. senese. Solite prove di questa mattina, quest’oggi, domani.

2 d. [luglio] Carriera del 2 luglio 1828.
In quest’oggi secondo il consueto viè la Carriera nella Piazza del Campo fatta dai SS.ri del Brio, e Contrade correnti, come siè addietro notato. Anedotti della Corsa. Mossieri. Alle ore sei e mezza ora sono entrate nella Piazza del Campo le Contrade d’ordine dei SS.ri Giudici della Mossa Nob. Sig. Gio. Cosatti facente funzione per il Sig. Cav. Rettore Adriano Gori Savini per essere a Firenze, e del Sig. Canc.re Francesco Bandiera, con i respettivi cavalli e fantini. Sopra Nomi dei Fantini che [h]anno corso il 2 luglio 1828. Cioè 1. Aquila – Fantino – Niccoli 2. Bruco d. Piaggina 3. Drago d. Brutto 4. Onda d. Ghiozzo 5. Pantera d. Secco 6. Montone d. Cicciolesso 7. Civetta d. Buonino 8. Tartuca d. Vecchio il Bracali 9. Chiocciola d. Gobbo del Ciaj 10. Nicchio d. Campanino. Innovazione della consegna dei nerbi ai fantini. S’accostarono al canape, doppo che le Comparse avevano fatto quasi il suo giro, fù dato il segno con la bomba. I nerbi furono dati alla metà della Casa Cerretani e non allo steccone del Casato /cosa assai nuova/. Sconcerto del cavallo del Drago. Il cavallo del Drago s’avvidde del canape e cominciò a fare dei salti del Montone, ed il fantino si gettò dal cavallo, e lo stesso cavallo appettò il canape e rovesciò. Anche il Nicchio che aveva il primo posto corse al canape, ed appettò e rovesciò. Furono rimandati indietro ma il d. cavallo del Drago non vi voleva più indosso il fantino, bisognò chiamare un omo che lo prendesse alla testiera, altrimenti faceva i soliti salti del Montone. Aneddoti della Corsa del Palio del 2 luglio 1828. In questo fràtempo essendo tutti in un gruppo ed’appresso il canape, onde per evitare altri scandej [leggi: scangei] il Mossiere diede il segno, scappò la Chiocciola, ma poco stiede prima perché la passò la Civetta con Buonino, il meglio cavallo che era della Tartuca, essendo scappato sesto, alla seconda girata voleva voltare stretto a S. Martino, la Civetta lo strinse allo steccone ed egli batté così forte nel med., che dal dolore cadde verso il principio della voltata alle botteghe dell’Argentiere Bernardi, ed il cavallo seguitò la Civetta, e se alla terza girata alla voltata del Casato la Civetta non gli dava una nerbata nella testa, vinceva lo scosso della Tartuca, che vi mancò poco alla vincita che non passasse. Vinse la Civetta e galantuomo il fantino Buonino. Gli altri fecero la fila dell’Oche. Questo cavallo della Civetta con Buonino non era considerato e veramente il d. Buonino è un galantuomo giacché non mette in mezzo le Contrade in cui corre.

3 luglio. SS.ri della Festa del 2 luglio 1829.
Ieri sera nella Chiesa Collegiata di Provenzano furono nominati i SS.ri del Brio per il futuro Palio del 2 luglio 1829, e sono cioè Nob. Sig. Maria Michele Cav. Consigliere Niccolini, Nob. Sig. Silvio Finetti, Nob. Sig. Francesco Petrucci. Palio in giro. Solito giro del Palio vinto ieri conforme il consueto, per fare le mance dai Protettori, e Geniali della Contrada della Civetta che vinse la Bandiera ieri 2 luglio 1828.