www.ilpalio.org

- IL DIARIO SANESE DI ANTONIO FRANCESCO BANDINI -
“Notizie sulle Contrade e sul Palio (1785 – 1838)”
Trascrizione a cura di G. B. Barbarulli, Contrada della Tartuca, 2009




Luglio 1809
- LEOCORNO -






cliccando sulla copertina si accede alla scheda del Palio







               
21 giugno. Viè poi il Palio del dì 2 luglio 1809.
Doppo molti dibattimenti e sedute finalmente i SS.ri del Palio, che furono estratti l’anno scorso doppo la Carriera del due luglio, hanno fatto il deposito nella cassa della Comune di Siena, per il Palio da corrersi il 2 luglio 1809, ed il dì --- giugno si farà l’estrazione delle Contrade, che non corrono d’obbligo.

27 giugno. Sortita delle Contrade.
Ieri sortirono le tre Contrade che non corrono d’obbligo, e sono Tartuca = Selva, ed’Oca. Quelle sette che corrono d’obbligo sono =Lupa =Aquila =Giraffa =Istrice =Leocorno =Bruco e Torre.

29 giugno. Si sono dati i cavalli per il 2 luglio.
Alle ore sei c.a furono scelti i cavalli per la Corsa del 2 luglio prossimo alla Porta della Comune, e poi prove.

30 giugno. SS.ri del Palio in cifra dell’anno 1809 2 luglio.
I SS.ri del Palio di questo anno 1809 del 2 luglio, che sono in cifra posti in d. Palio, che è posto alla Porta della Comunità di Siena la Madonna di Provenzano secondo il solito, SS.ri Giulio Niccolò Cennini, Principe Agostino Chigi, Saverio Bulgherini.

2 luglio, Domenica. Corsa del Palio alla tonda del 2 luglio 1809.
Alle ore 23 c.a siè corso il Palio alla tonda, e doppo una lungarola di essere messi ai posti i fantini, siè data la mossa da Filippo Faiticher scarpone della Cavallerizza, ma cattiva questa per essere i dd. fantini tutti in un monte. Sono sortiti primi il Bruco, e Lupa, poscia il Leo avanti alla voltata di S. Martino, e così sempre primo, onde ha vinto il Palio senza fatica, ed il fantino è Biggiari. Leocorno ha vinto il Palio. Anedotti seguiti nella Corsa di quest’oggi. Due soli anedotti seguirono in tutta la Corsa cioè la Torre tenne al canape la Contrada dell’Oca, che vi era su Piaggina, ma questo avanti all’arrivo della Fonte lo gettò giù da cavallo, e venne nonostante terzo. L’altro si fù che all’ultima girata la Lupa con Brandino sopra era seconda, e terza la Tartuca, con il piccolo ragazzo figlio di Piaggina, che se non era tenuto dalla suddetta Lupa, sicuramente vinceva il Palio. SS.ri del Palio per l’anno 1810. I SS.ri del Brio, o siano del Palio per il futuro anno 1810 del 2 luglio sono V. Marcello Sergardi, Sig. Bernardino Mocenni, Sig. Cav. Gio. Maria Pieri.

4 luglio. Palio in giro.
Ieri mattina il Palio secondo il costume si fece vedere per la Città.

5 luglio. Carriera alla tonda delle Contrade dell’Oca e Leocorno colla vincita del primo.
Ieri alle ore sei doppo mezzo dì, nella Piazza Grande vi fù una Carriera di due cavalli pieni, cioè il cavallo della Contrada dell’Oca con Piaggina sopra, ed’il cavallo del Leocorno, con Biggiari sopra. Il concorso fù grande di persone di tutti i ceti. Date le mosse e fatta la Carriera la vinse il cavallo e fantino dell’Oca di quasi sopra una mezza girata, onde alla terza vedendo Biggiari che avea perduto, svoltò dalla Strada della Lupa, e se ne scappò via con un urlata dietro la più grande. Le scommesse furono assai, non solo di denari, siccome di merende. E vi fù un’allegria grande, ed i Componenti dell’Oca fecero le fiaccole per tale ricorrenza.