2 luglio 1764
PANTERA



CAPPOTTO REALIZZATO DA CHECCHINO

L'ordine Ŕ quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

M. dell'Oste delle Donzelle LEOCORNO n.r.
G. di C.Falorsi PANTERA Checchino
B. dell'Oste delle Scala ONDA n.r.
G. di T.Palagi CHIOCCIOLA n.r.
M. dell'Ancilli LUPA n.r.
B. di T.Palagi OCA n.r.
B. di M.Mancini ISTRICE n.r.
M. di F.Ricci TARTUCA n.r.
S. di G.B.Bonci NICCHIO n.r.
G. dell'Oste delle Donzelle  SELVA n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Deifebo Brancadori e Bartolomeo Buoninsegni

CAPITANO VITTORIOSO: Silvestro Sardelli

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1759
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1763




Al momento che le Contrade con le loro Comparse facevano il consueto giro della Piazza, cominciarono a cadere delle gocciole d'acqua.
Furono allora fatte sollecitare le suddette comparse ed in pochi momenti tutto fu pronto per la corsa.
Data la mossa, ed innanzi che i cavalli avessero compiuto il 1░ giro, la pioggia and˛ sempre pi¨ rafforzando, tanto che alcuni fantini dovettero scendere da cavallo, altri caddero.
Rimasta a correre la sola Pantera, il di lei fantino soprannominato Cecchino, fece compiere al proprio cavallo poco pi¨ che a passo le 3 girate, e conseguentemente vinse il palio.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)