Palio di Siena

        
   
- Sonetti in vernacolo senese sulla Mens Sana -















IL BASCHE


Da un pezzo lo leggevo nel giornale
e lo diceva Gigi alle D Porte,
che pe' l'appassionati dello sporte
Siena aveva l'ambiente pi ideale

col nuovo palazzetto alla Mensana,
moderno,confortevole, sportivo ...
sicch ci andiedi l'altra settimana
per avnne l'idea proprio dal vivo.

L'hai presente la cena del Montone
con tutto quel casino di bevuti?
ecco, fa conto che nel paragone
ti sembrerebbe d'esse a' sordomuti!

Fischi, strombate, battimani, berci,
moccoli, strilli, imprecazioni, giuri,
cantate, martellate di tamburi
e svolazzi di carte da 'un vedecci.

Nel mezzo a quel p p di carnevale
ci so' dieci cristiani in mutandone
che crran come matti nel piazzale
passando e ripassandosi 'l pallone.

Appena so' vicini al tabellone
cercano di buttllo a un cerchio tondo
dove ci sta attaccato penzolone
'na specie di retino senza fondo.

Quando il pallone ci fa proprio centro
brciano tutti insieme ma do btto,
e 'un s'accorgano ma che 'un resta dentro
e che riscappa subito di sotto!

Qui lo richiappa sempre chi pi lesto,
ma siccome anche l'altri 'un so' da meno,
se lo passano in un tempo da baleno
te lo vanno a infil nell' altro cesto.

Ma risiamo alle solite, Matteo.
Anche questo sfondato e quel pallone
ricasca a terra gi nel barabeo
e ricomincia tutto daccapone.

Ora, dico, non pe' criticare
i nostri dirigenti mensanini
ma mi pare vergogna non pensare
a fa' cucire il fondo de' cestini.

Un'altra cosa che, mi pare, 'e sballa
che han messo que' cerchi troppo alti
sicch li tocca a fare certi salti
per arrivare a mttecci la palla.

Di conseguenza viene naturale
di cerc giocatori spilungoni.
Av statura qui fondamentale
e quindi, pi so' alti e pi so' boni.

Ma siccome da noi non c' mai stata
grande altezza di corpo, salvo 'l vero,
c' qualcuno che ha avuto la pensata
di compr qualche lungo forestiero.

Se vedi l un dumetri che spalanca
du' gambe che ci passa sotto un bove,
che ci ha la pelle nera o bianca bianca
e come scarpa ci il quarantanove

quello, pi sta' tranquillo, americano
che, come altezza, l'altri li sotterra
e quando salta co' la palla in mano
sembra che non ritorni pi pe' terra.

Pe' lui la gente pronta a strapagare.
Ma, dice, gioca bene. Che pretese!
Co' quattrini che piglia a fine mese
fallo anche gioc male, no, ti pare?

E poi, belle mi' forze, quant' alto
'e si deve sud pe' fa' canestro:
dove all'altri li tocca andare a salto
lui da fermo c'infila tutto il destro!

'somma guarda, 'unn' il caso mi dilunghi,
ma a chi ci spende tanti mai milioni
bisognerebbe digli: -lunghi lunghi
a Siena, fa un po' rima co' coglioni-

E tutto grazie a questa pallaccesto,
che in America l'han chiamata bsche.
Io 'un lo so' che vl di': per fa presto
a riempilli di dollari le tasche!




Surgezzio Galli - Gennaio 1982




ALTRA PAGINA