www.ilpalio.org

- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -




Ottocento

Con questo, l’ho contati, so’ ottocento,
parecchini davvero, anzi un fottìo,
lo chiamerei guasi guasi un evento,
oggi l’adopran tutti, caro mio,

questa parola, ad ogni momento,
anche per poco, e se l’adopro anch’io
mancanza di modestia è ‘l tu’ commento?
Sarà anche vero, però ,vivaddio,

abbi un po’ di pazienza con un vecchio,
tanto oramai lo so che ci ho pochino,
ci vedo poco e so’ duro d’orecchio,

ma per ora un so’ propio al lumicino
e anderò avanti, quanto ci scommetti,
a mandare al Papei questi sonetti.

3 Gennaio 2018