www.ilpalio.org

- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -




L'acqua cotta *

Oggi è di moda, anche al ristorante.
Nel grossetano s'è sempre mangiata,
anche da noi, ma qui era chiamata
zuppa di magro. Era stuzzicante

quell'odorino, di già da distante,
pe' la persona stanca ed affamata
che rincasava a fine di giornata,
e la trovava 'n tavola, fumante.

Ci vòle la cipolla in abbondanza
dentro 'l soffritto. Dopo colorita,
dentro acqua calda, co 'na mescolanza

di diverse verdure. Una bollita
e poi sul pane: poca la sostanza,
ma riempiva ed era saporita.

Coll'ovo, qualche volta, ma si dava
solo a un malato o a una che allattava.


28 Maggio 2016

* Un altro sonetto con lo stesso titolo è nel mio libro "Siena a tavola".