www.ilpalio.org

- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -


Arte contemporanea

I

Arte contemporanea? Che t'ha di',
me ne intendo pochino in verità,
ma però lo volevo stabilì
se 'n qualche modo la posso apprezzà.

Ma è inutile volessi intestardì,
quelle so' cose, via, d'un altra età,
so' troppo vecchio per poté capì
quel che ho sentito o so' stato a guardà.

Ma però vacci piano, se s'accosta
il moderno all'antico pò' anche dassi
che risulti sbagliata la risposta,

perché la nostra Siena è tanto bella
che corre solo il rischio di sciupassi
a metteci una roba come quella.

II

O lì al Comune, lì ne la facciata,
che vòle dire SMILE ? Chillosà!
A me mi pare sia una bischerata,
ma proprio un ci hanno altro da 'nventà?

Forse ce l'hanno, si, qualche pensata
questa gente, ma la vòi confrontà
con l'arte nostra? Robetta arrangiata!
Fai presto a dire artisti, ma oggi conta

mettesi 'n mostra, non essere schivo,
ave' a le spalle qualche giornalista,
essere progressista è tassativo,

protettori introdotti e faccia tosta,
poco 'mporta se di cultura privo,
basta ave' un'ideuccia pe' la testa.

P.S. E chi sarebbe questo Clet? Mah!
O chi l'ha mai sentito nominà!
Però un è colpa sua quant'è successo,
ma di chi gliel'ha dato quel permesso.


13 ottobre 2015