www.ilpalio.org

4 giugno 1809
TARTUCA
Palio con cavalli scossi

L'ordine NON è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.
B. di G.Manetti TARTUCA
n.r. n.r.
n.r. n.r.
n.r. n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: n.r.

CAPITANO VITTORIOSO: Lorenzo Cesarini

La contrada non vinceva dal 20 agosto 1804




Per festeggiare le numerose vittorie riportate dai Francesi, ed in special modo la presa di Vienna, fu fatto correr un palio alla lunga con i cavalli sciolti dalle 17 Contrade, con il premio di £ 100.
Vinse la Tartuca con il cavallo baio scuro chiamato Rondinello proprietà di Giuseppe Manetti, quello stesso col quale vinse la Torre il palio di Maggio.
La Mossa fu data dal Monastero del Santuccio, e la vincita era alla Torre dei Bardi.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)