www.ilpalio.org

3 luglio 1807
GIRAFFA



1° CAPPOTTO REALIZZATO DA QUESTA CONTRADA

L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
In questo colore le contrade estratte a sorte
Cliccando sui nomi dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; M=morello; R=roano; S=sauro)

* Fantino esordiente

M. di G.Bucci ISTRICE Gobbo Chiarini
M. di G.Petri BRUCO Caino
M. di M.Brandani DRAGO Boschettino *
M. di B.Neri TORRE Groppasecca
B. di G.Manetti SELVA Mattiaccio
M. di L.Gori AQUILA Biggéri
M. di G.Righi CHIOCCIOLA Piaccina
S. di B.Fontani LEOCORNO Vecchia
S. di B.Ricci GIRAFFA Botto
M. di A.Morichelli LUPA Brandino

GIUDICI DELLA MOSSA: Bernardino Billò e Antonio Vincenzo del Taja

CAPITANO VITTORIOSO: Pellegrino Bianchini

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1805
Unico Palio vinto da questo fantino




Attesa la pioggia caduta nel dì 2, la corsa venne trasferita al successivo giorno 3.
Dalla mossa scapparono prime 4 contrade e insieme si mantennero fino a Casa Sansedoni. A S.Martino voltò 1ª la Lupa, ma alla 2ª girata cadde vicino alla vincita mentre era sempre prima, e con essa cadde pure la Selva. Al seguito di ciò rimase prima la Chiocciola, ma ben presto fu passata dalla Giraffa, la quale mentenutasi poi sempre prima vinse il palio correndoci un certo Rocchi detto Botto di Belforte.
Il Bruco aveva un buon cavallo su cui correva Niccolò Chiarini detto Caino, ma non potè fare nulla per essere stato tenuto dai fantini Tommaso Felloni detto Biggeri e Filippo Rossi detto Vecchia. L'Aquila e la Torre pure avendo due buoni cavalli nulla figurarono; di quest'ultima ignorasi perché tardasse molto a partire.

(Da "I quaderni del Griccioli" della Nobil Contrada dell'Aquila)