www.ilpalio.org

3 luglio 1712
CHIOCCIOLA

Palio straordinario
IN ONORE DEL CARDINALE GIOVAN BATTISTA TOLOMEI


L'ordine è quello di entrata fra i canapi e il grassetto indica la vincitrice
Cliccando  sui nomi  dei fantini e sulle immagini, si apriranno le relative pagine
(Abbreviazioni: B=baio; G=grigio; I=isabella; L=leardo; M=morello; R=roano; S=sauro)

L. della Posta di Siena LUPA n.r.
B. della Posta di Siena OCA n.r.
M. della Posta di Siena VALDIMONTONE n.r.
M. della Posta di Monteroni BRUCO n.r.
B. della Posta di Siena TARTUCA n.r.
R. della Posta di Siena SELVA n.r.
B. della Posta di Siena CHIOCCIOLA Strega
M. della Posta di Monteroni ONDA n.r.
B. della Posta di Castiglioncello NICCHIO n.r.
M. della Posta di Siena GIRAFFA n.r.
B. della Posta di Buonconvento LEOCORNO n.r.
B. della Posta di Buonconvento CIVETTA n.r.
L. della Posta di Siena TORRE n.r.
G. dell'osteria dell'Agnolo DRAGO n.r.

GIUDICI DELLA MOSSA: Giulio Gori Pannilini e Sallustio Malavolti





CAPITANO VITTORIOSO: Giovan Battista Pollini

La contrada non vinceva dal 2 luglio 1710
Il fantino non vinceva dal 2 luglio 1712




Nel primo pomeriggio le Contrade si radunarono nel Prato di Sant'Agostino e da qui mossero ordinatamente in corteo per sfilare nel Campo.
Una volta conclusa la sfilata, tutte le comparse furono fatte accomodare in prossimità di appositi palchi, sui quali poterono salire solamente il Capitano e i suoi uffiziali. Ogni palco inalberava la bandiera della Contrada a cui era destinato.
La Carriera ebbe uno svolgimento analogo alla corsa del giorno avanti, ma si risolse a favore della Chiocciola. Infafti, "andati li cavalli al canape a ore 23, e data la Mossa", furono alternativamente prime più Contrade.
All'inizio del secondo giro, mentre "cinque dei migliori cavalli e i suoi fantini si tenevano e frustavano, passò avanti primo il cavallo della Chiocciola, e per una girata e mezza sempre primo si mantenne, e vinse il Palio".

(Da "Storia del Palio e delle Contrade" di Alberto Fiorini)

La data riportata sul drappellone è errata











TRATTA E ISCRIZIONE DELLE CONTRADE