Palio di Siena

- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Ingiunzione a Figlio di Bonino di non offendere n molestare






Il Tribunale di Siena, su richiesta dei querelanti Alessandro e Massimiliano Balsimelli, minaccando l'arresto, ingiuse a "Giuseppe di Giovanni Boni sopracchiamato Bonino (Figlio) di anni 21 scapolo manescalco nato, e domiciliato in Siena" di astenersi dall'offenderli con parole ingiuriose.

"Atteso ch il Balsimelli abbia esposto che nel d 14 aprile (1846) corrente l'imputato Boni per causa affatto irragionevole erasi permesso d'insultare, e molestare esso Balsimelli, non menoche il di lui figlio Massimiliano".


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 897 - n.2477 - anno 1846