www.ilpalio.org

- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Vecchio e la tentata corruzione






Adì 16 agosto 1827

Rapporto del Caporale di Polizia della città di Siena

Questa sera circa le ore sei pomeridiane, mentre che il sottoscritto invigilava per il buon ordine nel Prato di S.Agostino
Adamo Bracali facchino dimorante in Salicotto fantino inibito di correre (h>a preso questione con l'arfiere della Contrada della Civetta
Pietro Gambi poiché il primo si permetteva sedurre il fantino di quella contrada (h)a prendere quello della contrada dell'Oca allorché fosse accaduta la corsa nella Piazza del Campo, quindi esso Bracali alterato alquanto dal vino si è posto altercare con il Banditore Machelli onde lo scrivente gli ha imposto terminare ogni questione, ma il Bracali medesimo avendoci insistito anzi (h)a soggiunto di venire a delle vie di fatto anche contro il sopradetto Gambi a cui averebbe fatto sortire le budella, ha creduto conveniente di farlo tradurre in luogo di sequestroa questo Tribunale a disposizione che quanto. Antonio Luciani caporale


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena - Atti Economici senza risoluzione