www.ilpalio.org

- PROCESSI E FATTI CURIOSI CHE RIGUARDANO I FANTINI -

Didi e il furto del pesce rondinino






26 ottobre 1839 - RAPPORTO GIORNALIERO DEL CAPITANO DI POLIZIA

Mentre il pescivendolo Agostino Marziali di Siena la mattine de' 16 andante era occupato nella vendita del genere in prossimità di questa Piazza del Campo, gli venne involato dal proprio banco un pesce conosciuto sotto la denominazione di rondinino del peso di tre libbre, e del valsente di altrettanti Paoli.
Giuntami a notizia che questo modico furto venisse commesso dal giovinastro pregiudicato in materia Angiolo Giannelli facchino di Siena gliene ho dato debito con verificabile rapporto di stamane alla Direzione Criminale.

(Da altre carte veniamo a conoscenza che venne condannato a quattro giorni di carcere.


Archivio di Stato di Siena - Governo di Siena 351 - anno 1839