www.ilpalio.org

- DUE PUNTI DELL'EDITTO PER LE CORSE DEL 15 E 16 AGOSTO 1850 -






V. - I proprietarj delle Case si asterranno, sotto la loro responsabilità, dal permettere nel giorno della Corsa in Piazza l'ingresso sopra i tetti per non dar causa a qualche funesto accidente, come pure non saranno permesse nella Piazza, e per la strada del Corso alla lunga nè panche, nè sedie, nè tavole oltre i consueti palchi, restando espressamente proibito a chiunque lo arrampicarsi alle inferriate delle finestre, alle campanelle delle muraglie, ed ai ripari di legno, che per la regolarità del Corso vengono collocati in diversi luoghi, il montare su le colonne, colonnini, e più specialmente su i bracci di ferro che sorreggono i lampioni.

VII. - Resta proibito ai Venditori di Cocomeri, e Poponi il vendere sul corso da Porta Romana al Duomo, come pure nel giro della Piazza, all'oggetto di prevenire ogni sdrucciolamento dei Pedoni, e delle Vetture per causa delle bucce. Potranno soltanto vendere nelle strade traverse, che immettono nei detti corsi, ed in qualche distanza dai medesimi purché sieno provvisti di corbe per radunare le bucce suddette.

Siena, dalla Prefettura li 12 Agosto 1850
Il Prefetto B.G.Moschini


Archivio Storico Comune di Siena - Postunitario X.A - X 0002