www.ilpalio.org

- IL MASGALANO 2016 -

Il Masgalano dei Palii di Siena 2016


CHIARA FLAMINI HA REALIZZATO IL MASGALANO PER LE CARRIERE 2016
OFFERTO DALLA MAMMA ROSANNA BONELLI, LA PRIMA DONNA FANTINO A CORRERE IL PALIO


Elegante e senesissimo il Masgalano realizzato da Chiara Flamini. Un’opera carica di amore per la sua città. Per la sua famiglia. E non poteva essere altrimenti. E’ stata la sua mamma a offrirlo, Rosanna Bonelli detta Diavola/Rompicollo, la prima donna fantino ad aver corso il Palio, era il 16 agosto 1957. Per lei la dedica sul retro a quasi 60 anni da quell’importante data.

Di forte impatto visivo, l’artista ha lavorato l’argento riuscendo a trasformare il prezioso metallo in simboli. La forma è circolare, a mo’ di ruota, con i raggi che confluiscono al centro dove è raffigurata la testa di un cavallo sormontata dagli stemmi del Comune, del Magistrato delle Contrade e del Comitato Amici del Palio, sotto la scritta “Rompicollo 2016”. Nella parte superiore 17 pezzetti rettangolari di pietra serena incastonati, come gemme, nell’argento, riportano sottili pennellate di colore per richiamare l’araldica delle Contrade. Disposte in circolo, così che nessuna primeggi sull’altra fino alla conclusione del Corteo storico, quando solo la comparsa che avrà dimostrato più abilità ed eleganza durante le due Carriere riceverà l’ambito premio.

Sensibilità e creatività nelle mani e nel cuore della Flamini che, sulla parte superiore di questa raffinata raggiera, ideata in maniera armoniosa e dove tutti gli elementi riportati si uniscono coralmente, come in un componimento musicale, si leggono alcune strofe, dedicate al gioco delle bandiere, tratte da un sonetto scritto dal nonno, Luigi Bonelli (noto scrittore e sceneggiatore della prima metà del ‘900). Ancora un forte richiamo identitario alle sue radici familiari e senesi.

Il Masgalano di Chiara Flamini, ricco di suggestioni, si pone come una sorta di registrazione a posteriori, dove a emergere è la vita della sua famiglia, così fortemente intrecciata al Palio, ma forse è meglio dire abbracciata, lasciandovi importanti testimonianze.



Per visualizzare il masgalano 2016 ad altissima risoluzione, cliccate qui oppure sulla foto in cima a questa pagina.