www.ilpalio.org

- I LIBRI SUL PALIO DI SIENA -

Paolo Leoncini, Carlo Nepi, Francesco Carone (a cura di) - LA FONTE DI PANTANETO - Contrada del Leocorno - Quaderni de Le fonti di Follonica II - Tip. Senese - Siena - 1997

Nel 1866, nell’ambito di una campagna di restauro delle fonti cittadine intrapresa dall’Amministrazione Comunale, l’ingegner Girolamo Tarducci che ricevette l'incarico, trasformò la Fonte in una sorta di cannella appena un po’ elaborata e decorata, preoccupandosi soprattutto delle esigenze funzionali a scapito dell’estetica. La Fonte è rimasta in questo stato fino al 1997, quando la Contrada del Leocorno, nella figura del Priore Lorenzo Bassi, ha provveduto ad una ristrutturazione che le ha donato nuovamente eleganza e prestigio, grazie agli interventi dell’architetto Carlo Nepi che ha ripristinato la presenza dell’acqua con la realizzazione di due vasche, e dell’artista Francesco Carone che ha scolpito due cannelle bronzee a forma di testa di Unicorno, in modo da connotare questo oggetto come “Fonte del Leocorno” a tutti gli effetti.





I CAPITOLI: