UN VERO PARCO

L' attuale realizzazione del parco urbano che sta prendendo corpo nell'area dell'ex- Tiro a segno in Pescaia, e le polemiche che stanno scaturendo da questo intervento ci riportano alla mente un evento analogo verificatosi molti anni orsono: il parco attorno alla Fortezza ed alla Lizza.
Come a quell'epoca si sta cercando di screditare al massimo l'opera in via di realizzo utile a riscattare una zona da tempo abbandonata e non certo godibile; è, in verità, tutto da verificare se al termine della rimodellazione possa diventare tale, ovvero godibile.
Del parco urbano della Lizza, di questa affascinante prospettiva se ne parlò tanto, e mentre se ne parlava, un poco alla volta, boccone dopo boccone, altre esigenze (posteggi) si sono mangiate il terreno che avrebbe dovuto modularsi in parco nel cuore della città. E così sparirono prima il Pallone poi il Campino; il vialetto dello Stadio, come i viali della Lizza si riempirono di macchine. La sola Fortezza aveva avuto i restauri.
Così invece del parco si è avuto un disordinato parcheggio ed, in verità, anche degli spazietti verdi.
Oggi che parliamo del mini-parco dell'ex Tiro a segno noi riproponiamo l'idea del Parco urbano della Lizza consapevoli che in prospettiva anche a Siena e soprattutto a Siena le auto dovranno essere parcheggiate "sotto". Certo ! sotto la strada e sopra i "parchi".


Di parco in parco