UNA VITA GIOCATA A DADI

- Adì 18 Marzo 1646 -

Curtio da Chiuci (Chiusi) delle Bande di Sua Altezza Serenissima essendo stato comandato per servitio del'Armata, il medesimo scappò e ritornando al paese fu preso e condotto prigione in quelle segrete in Siena con due altri soldati e tutti e tre furno sententiati alla forcha la sera del 17 i medesimi furno condotti nella Consortaria delle Stinche, la mattina nelle 16 hore furno condotti tutti tre al Merchato Vecchio dove erano rizate le forche, e giunti al patibolo per ordine de Ministri giocorno alli dadi per Sorte cosi il meschino fece il punto di sei fu appiccato (impiccato), e li altri andorno in galera; fu sacramentato di Confessione e Comunione e la sera nelle 22 fu portato in questa chiesa alla sepoltura...

Dal Libro dei defunti di San Martino



Gli impiccati