FONTANINE A "BOCCA DI LUPO" ED ALTRE


Si tratta delle cannelle per i rifornimenti quotidiani d'acqua di un tempo. Queste cannelle furono inizialmente dei tubi ritorti, poi nel 1923 il podestà Barbagli Petrucci - sempre attento all'estetica di Siena - giudicava "non decoroso per una città come la nostra di mantenere più a lungo quei tubi ritorti, indegni per una borgata di campagna"; così furono introdotte le fontanine a bocca di lupo". Girando per città constatiamo che di queste fontanine nè sono rimaste veramente poche; ma allo stesso tempo ci accorgiamo che di fontanine a cannella ve ne sono di diversi tipi come e possibile notare nelle immagini sotto.



Fontanine a cannella