ARCHIBUGIATE ALLO STELLINO



- Adý 14 Gennaro 1801 -

F¨ dato sepoltura nel Campo Santo di questa Cura* di S.Petronilla presso Siena premesse le consuete esequie fatte da me predetto Parroco ad un Uomo Napolitano trovato morto Ó Torre Fiorentina in occasione della Battaglia* seguita frÓ i Napolitani, ed i Francesi, avendo ricevuto un archibugiata nel petto il dý 14 detto a' Ore 9Ż della mattina, anzi alle Ore 10 come per relazione del Sig. Francesco figlio del Sig. Giuseppe Benvenuti Agente Ó Torre Fiorentina, quale d'ordine del Comandante Francese fece trasportare detto defonto alla Chiesa per tumularsi.


- Altro documento -

(testo tradotto dal latino) Un soldato, secondo quanto apparve chiaro nella descrizione, dell'esercito del Re di Napoli, nel calore della battaglia iniziata tra i soldati delle Gallie e le predette falangi dei Siciliani, presso la piccola chiesa di S.Antonio, detto il Comune dello Stellino annesso di questa chiesa parrocchiale di Marciano; il predetto ricevuta una ferita mortale nella parte sinistra dell'inguine, rovinato a terra per l'esplodere di uno schioppo*, fu trovato morto. Lo stesso era arruolato fra i soldati a cavallo, era un giovane di aspetto mediocre*, di circa 24 anni, di non mediocre statura*, i capelli e la barba non erano di colore castano scuro* ed era privo totalmente di vestiti militari, per cui sarebbe stato impossibile venire a sapere il nome e la nazionalitÓ. Deposto di sera tardi nel predetto piccolo tempio, di mattina, - ultimate in primo luogo le debite esequie - fu tumulato da me sottoscritto Parroco presso la detta chiesa, in un angolo nella parte sinistra del Campo Santo.



Archibugieri e Stellino