- PROCESSI E FATTI CURIOSI SUI FANTINI -

Il Palio di Buonconvento del 1785 che Francesco Gabbrielli detto Uccellino pretendeva di aver vinto





"E' consueto in questa terra di farsi correre un Palio con i cavalli nella festa di S.Gio.Batta, in occasione che si fa la fiera; fin dal dý 24 del cadente mese di Giugno festa di S.Gio.Batta f¨ fatto correre il detto Palio, ed il premio rest˛ esposto al Pubblico secondo il solito con essere stato affissato ad una finestra di questo Palazzo Pretorio.
Seguita la corsa, nacque la disputa fra i concorrenti, allegando Angiolo Nozzoli uno di essi, che non era stata data legittimamente la mossa, e ricorse avanti di me, un tal Francesco Gabrielli detto =Uccellino= di Siena, che giunse col cavallo il primo alla meta, sosteneva il contrario, onde mandaj a chiamare il Duranti, e Rocco Battignani Deputati a dar la mossa per sentire l'occorrente; comparsi avanti di me, confermarono, che la mossa non era stata data; nondimeno il detto Gabbrielli introdottosi arbitrariamante nella stanza di questo Pretorio port˛ via il Premio, e resistŔ a questo messo, che lo voleva impedire".

Buonconvento 25 Giugno 1785
(ASS - Capitano di Giustizia 759 - c.181)

Curiosamente, sfogliando i registri dei ricoverati al Santa Maria della Scala, appare che Francesco Gabbrielli venne ricoverato in quello Spedale, senza specificarne la causa, dal 27 giugno al 7 luglio 1785.
(ASS - Santa Maria della Scala 4095)

Nel 1779 lo troviamo che era sposato con Maria Pieraccioli ed abitava a Siena nel territorio della parrocchia di S.Maurizio


     per tornare alla pagina iniziale del Palio di Siena