- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -





A’ mi’ tempi

A’ mi’ tempi nel cesso era normale
tené a un gangetto fissato nel muro
infilati de’ pezzi di giornale
e adoperalli per pulissi il culo:

così ci s’arrangiava, bene o male.
Carta igienica? Allora, mi figuro,
l’usavano i signori, è naturale,
e ‘l bagno in casa un c’era di sicuro.

Mezza lira la doccia, una la vasca,
a’ Bagni su a la Lizza uno ci andava
se gli avanzava qualche soldo in tasca

e d’estate, a lo struscio per il centro,
di senti’ certi afrori capitava,
ma forse s’era più puliti dentro.



Luglio 2012



  





Due stanze all'interno
dei bagni pubblici