- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -


2 Maggio 2012 - Il Siena ha conquistato la permanenza in serie A con due giornate di anticipo sulla fine del campionato. Questo sonetto è dedicato al Siena Club Fedelissimi e a tutti i sostenitori della Robur.

O Roburrone

I

Cantare “O Roburrone avanti avanti”
io l’ho sentito quand’ero piccino,
s’era nel trenta, credo, o poco avanti:
figurati, giocavano al Campino,

a San Prospero, guasi dilettanti,
una squadretta, ma messa benino,
l’appassionati unn’eran mica tanti,
allora il fubal tirava pochino.

Poi Piazza d’armi, a la fine al Rastrello
e nel dumilatre la serie A,
per realizzare il sogno più bello

grazie a De Luca, un te lo scordà.
Un anno in B, ma subito è tornata,
la serie A l’ha propio meritata.

II

Con Mezzaroma, òmo di talento,
e Perinetti, fiuto sopraffino,
la Robur è arrivata a salvamento,
ha portato a buon fine il suo cammino,

grazie a la squadra e grazie a quel tipino
che ci ha la mosca bianca sotto il mento,
che proprio a lui, a mister Sannino,
bisognerebbe fagli un monumento.

La vicepresidente Valentina,
entusiasta e dinamica, è una mina.
Che porti i pantaloni oppur la gonna

se propio propio vòi che te lo dica,
a me mi pare un bel pezzo di donna
e questo, caro nini, un guasta mica.


Maggio 2012



  

Paolo De Luca




Valentina Mezzaroma