- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



Il terremoto

La Penisola trema, qua e lÓ,
e c'Ŕ subito quelli, piccinini,
abituati sempre a bazzicÓ
fra nostradami, maghi ed indovini,

a di' che ci si deve preparÓ,
a la fine del mondo siam vicini
e nel dumiladodici verrÓ,
che lo dissero i Maya, menti fini,

astronomi e scienziati di gran fama,
pi¨ meglio di qualunque altro ˛mo
conoscitori d'ogni cosa ignota.

Ma me mia mi convince questa trama:
noi ci s'avea di giÓ la Torre e 'l D˛mo
e loro ancora un conoscean la r˛ta.


Gennaio 2012