- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



Al lettore

Ad ognuno che legge i mi’ sonetti
un augurio sincero: Buon Natale
e un felice Anno Nòvo, se permetti.
perchè se ora le cose vanno male,

si sa che tutto passa. Noi vecchietti
se ne so’ viste tante ed è normale
che ci sia l’alti e bassi e se un l’accetti
le cose restan propio tale e quale.

Cari miei, che ci ho poco lo so anch’io,
più che vecchi un si campa, o che volete,
ma vada pure come deve andare,

fin qui ci so’ arrivato, grazziaddio!
Come dici? L’ho scritto con du’ zete?
Io ce le sento, fa’ come ti pare.


Dicembre 2011



  

Domenico Beccafumi: NATIVITA' DI GESU'
- Siena, Chiesa di S.Martino -