- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -


La Nazione, Siena 11 Febbraio 2015 – Quest'anno, a causa del pessimo raccolto, l'olio toscano finirà presto.

Pigliamo quel che viene

Questo raccolto è andato propio male,
un'annataccia di quelle peggiori,
olive poche e poco bone, tale
che qui 'n Toscana tanti agricoltori

nemmeno l'hanno colte, è naturale.
Ora coll'olio nostro so' dolori,
quel pochino finisce, era normale,
ma un morirà nessuno, nossignori.

Quante volte ce l'hanno rivogato
e s'è gustato schioccando la bocca,
come del Chianti ed era taroccato?

Allora stiamo calmi, ci conviene
d'adoperare quello che ci tocca,
dell'Abruzzo o le Puglie, ad andà bene.


11 Febbraio 2015