- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -



E' un'ingiustizia

I

E' un'ingiustizia propio colossale
che un abbian fatto capitale Siena,
qui la cultura è davvero mondiale,
questa città dappertutto n'è piena.

Dimmi la verità, ma dimmi quale
cultura ci si trova, appena appena,
ne' sassi di Matera? A dinne male
certo unn'è giusta, però mi fa pena

pensà che ci vivevan de' cristiani.
E poi s'è fatto tanto, lascia sta',
pe' la cultura, dall'oggi al domani,

basta pensà a la mostra di Staino
e a la Festa, perdio, dell'Unità.
Giudica te se ti pare pochino.

II

In più c'è stato quel Magenta day,
il girotondo targato Arcigay,
le magliette, i tamburi ed i cortei,
tutta grande cultura, dio de' dei!

Certo, nel diciannove un ci sarei,
perché so' troppo vecchio, cari miei,
ma 'n città ci cascava un po' di sghei
che facevano comodo, direi.

Siena un ci ha fatto una gtande figura,
anzi ha preso una bella fregatura
ed a mandalla giù sarà un po' dura.

Un è finita bene l'avventura,
ma a Siena, si pòl di senza paura,
c'era una volta una grande cultura.

Piesse: un meritava questo smacco
il gran regista Pier Luigi Sacco!


17 Ottobre 2014