- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -


E' il 2 luglio 1991... "il fantino del Nicchio non entra, non vedendo mai il Montone in difficoltà, quello della Chiocciola è determinato nell'ostacolare la Tartuca e fa saltare sistematicamente l'allineamento. La situazione resta bloccata, dopo un'ora e mezza e dieci ingressi fra i canapi, Cisi non è riuscito nemmeno a dare una mossa per cambiare la busta, si fa buio, il Palio viene rinviato".

La mossa

Alla tivvù l’inquadrano d’acchito,
quando dal palco su alla Costarella,
che si chiama de’ giudici, è spedito
tenendo in alto quella bustarella,

un vigile, compreso ed impettito,
per portalla al mossiere e dentro quella
c’è l’ordine del canape, sancito
dalla sorte. Ma questa è proprio bella!

Appena entrati al canape i fantini
fanno gran confusione ed il mossiere
li fa sorti’, così possono avere,

perché la mossa la conoscan prima,
tutto il tempo di fare i partitini,
quindi a che serve quella pantomima?

II

A quel punto la mossa chi la dà?
dentro ‘l verrocchio lo so, c’è ‘l mossiere,
ma dimmi te che cosa ci sta a fa’.
Grida, si sgola e cerca di tenere

tutt’in fila i cavalli a zampettà,
mentre ‘nvece si movano a piacere,
si danno noia e vanno in qua e là,
co’ la rincorsa che sta lì a vedere.

Il mossiere pòl fa’ quel che gli pare,
al canape è lei sola che comanda,
lui grida: entra! e quella si trattiene,

aspetta fino a quando gli conviene,
se si fa buio il Palio si rimanda.
E’ successo, ti sembra possa stare?


Agosto 2010



  

Una mossa di una prova
mattutina