- IL SONETTO DI BEPPE PALLINI -


La Nazione, Siena 10 Settembre 2014 - Falso Brunello di Montalcino, mega-truffa anche informatica, manomesse banche dati della Regione

Una storia infinita

I

Scoperta un'altra truffa colossale
messa in piedi con grande abilità
e come l'altra volta n'esce male
il Brunello, marchio di qualità.

Credi d'avecci te un vino speciale?
Invece so' bottiglie da buttà.
Sciolto lo trovi meglio o almeno uguale
ma con parecchio meno da pagà.

E poi c'è l'olio, pure contraffatto,
lo vendan per toscano ed è robaccia
fatta con chissacché, da dare al gatto,

e magari ci scrivano ch'è bio
e lo paghi di più. Guesta gentaccia
saprei come trattalla, veroddio!

II

Ma poi, che d'etichette ce n'è una?
So spuntate a diecine come funghi.
Quanti Brunelli c'è? Pare opportuna
questa crescita? Vòle tempi lunghi

quel grande vino e risente la luna
per invecchiare bene e che un s'allunghi
coll'acqua mai, che porta sfortuna.
E' inutile però che mi dilunghi,

quello che conta è che sia genuino
mentre che invece questi lazzeroni
so' andati a piglià l'uva chissà dove,

ma la Finanza ha trovato le prove,
speriamo che la Legge non perdoni
e che sappia protegge' questo vino.


10 Settembre 2014